Ecco l'app per pedinare figli e partner senza farsi scoprire. Ma c'è un rischio

Ecco l'app per pedinare figli e partner senza farsi scoprire. Ma c'è un rischio

di Alessio Caprodossi

Trasformare lo smartphone in un investigatore privato: idea semplice e pure economica, a patto di conoscere le giuste applicazioni che consentono a un genitore di sorvegliare un figlio, oppure al partner di dissipare i propri dubbi. Quali?


Si parte da risorse utili come Trova i miei amici per iPhone e iPad (la versione per telefoni Android è Trova Amici), che consente di individuare dove si trovano amici e familiari condividendone la posizione: una buona soluzione per seguire i movimenti altrui o sapere se un figlio o la mamma sono tornati a casa. Strumento simile è Amici nelle vicinanze, funzione disponibile nell'app di Facebook, che permette appunto di scoprire se qualche contatto è vicino a voi: per attivarla basta cliccare sul tasto con i tre trattini accanto alle notifiche.



Ma il gioco si fa duro con altre app. Family Locator permette invece di conoscere luogo e spostamenti altrui in tempo reale e spicca per la possibilità di impostare aree non sicure oltre a ricevere notifiche qualora qualcuno superi il confine. Ha pure il bottone rosso Sos col quale avvisare la famiglia (con posizione) in caso di emergenza.
Incrocio tra app da monitoraggio e sistema antifurto, Cerberus è ideale per sorvegliare uno smartphone Android da remoto, poiché permette di gestirlo via web o tramite sms (se manca la connessione Internet), controllare la cronologia degli spostamenti e si può rendere invisibile nascondendo l'icona dal menu del telefono. Il neo è che dopo sette giorni di prova si pagano 5 euro l'anno, cifra abbordabile per pedinare l'eventuale ladro di smartphone.
Degna di James Bond è Mobile Spy che, una volta scaricata sul dispositivo da monitorare, è in grado di ascoltare i suoni ambientali nei dintorni, controllare i social media del contatto sotto osservazione, bloccare altre applicazioni, visualizzare foto e video scattati e registrati dal proprietario dello smartphone spiato. In pratica un agente segreto digitale che però costa: 42 euro a trimestre.


Ancora più sofisticata è FlexiSpy, l'app più difficile da scoprire per chi viene sorvegliato, anche se i 300 euro annui per la versione completa ne circoscrivono l'uso ai semiprofessionisti.
Meno invasiva e focalizzata su WhatsApp è la quasi omonima WhatsAgent, che permette di scoprire come si muove sull'app di messaggistica il contatto spiato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 23 Maggio 2018, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ecco l'app per pedinare figli e partner senza farsi scoprire. Ma c'è un rischio
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER