Cosa fare se si scopre che il proprio smartphone è pedinato da un'app

Cosa fare se si scopre che il proprio smartphone è pedinato da un'app

di (A.Cap.)

Scoprire se il vostro smartphone è sotto il controllo di occhi e orecchi altrui non è operazione facile, ma con un po' di attenzione si può capire se qualcosa non va.

App per pedinare, i rischi: previsto il carcere. La vittima può denunciare

Il primo indizio che può insospettire è il rallentamento della velocità della connessione Internet, che può essere causato da diversi motivi compresa la possibile azione di una App-spia, che utilizza la Rete per inviare i dati verso altri dispositivi, riducendo così le prestazioni. Per sciogliere il dubbio è bene controllare spesso il traffico dati per appurare eventuali anomalie nel consumo.

Altro fattore sospetto è la durata della batteria, che con la presenza di un programma indesiderato tenderà a scaricarsi più rapidamente del consueto. Nel caso riusciate ad accertarvi che qualcuno vi stia spiando, le prime due mosse obbligate sono il ricorso a un antivirus (se già presente aggiornatelo oppure cambiatelo) e l'aggiornamento del sistema operativo del telefono. Per essere sicuri di ritrovare la tranquillità perduta, la scelta più efficace è il ripristino del dispositivo alle impostazioni di fabbrica. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 23 Maggio 2018, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cosa fare se si scopre che il proprio smartphone è pedinato da un'app
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER