Orlando: «Clandestinità reato "bandiera", da superare»

PER APPROFONDIRE: clandestinità, orlando, reato
Orlando: «Clandestinità reato "bandiera", da superare»
Sul reato di immigrazione clandestina «auspico da tempo una riflessione: ostacola l'attività investigativa, perché migranti assumono istantaneamente la posizione di indagati, con sovraccarico delle Procure e dei costi. La linea deve essere quella di rendere più efficaci il procedimento sul diritto di asilo e abbandonare le norme che hanno carattere di «manifesto» o «bandiera». Lo ha detto al question time il ministro della Giustizia, Andrea.

«Procedimento definito in 4 mesi con ricorso non reclamabile e ricorribile solo per Cassazione». È questo il punto centrale del provvedimento messo a punto dal ministero della Giustizia per accelerare le procedure sulle domande di asilo e per far fronte «all'aumento esponenziale dei ricorsi» sulle istanze respinte. Lo ha detto al question time il ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

Per prevenire fenomeni di radicalizzazione nelle carceri, si punta anche sull'integrazione dei detenuti di fede islamica. Lo ha spiegato il ministro della Giustizia Andrea Orlando, rispondendo a un'interrogazione durante il question time. Un obiettivo da perseguire con una serie di misure, come l' intensificazione dei colloqui con educatori gli educatori, la presenza di mediatori culturali e di ministri di culto, importante sopratutto per «contenere fenomeni di leadership insidiosi». In quest'ottica è stato sottoscritto un protocollo di intesa con l'Unione delle Comunità islamiche. Si punta anche all'accrescimento culturale dei detenuti stranieri, a partire da corsi di alfabetizzazione.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Gennaio 2017, 16:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Orlando: «Clandestinità reato "bandiera", da superare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-01-12 13:57:38
Se tolgono il reato di clandestinità tutto il mondo puo venire liberamente in Italia
2017-01-12 13:01:05
Il fatto è che "aiutare" un reo può configurare l'ipotesi di "concorso"! e, quindi, chi vuole eliminare il reato potrebbe essere indagato a sua volta!!!
2017-01-12 12:42:43
comico quello era SARKOZY e anche l'Inglese (per fare i loro affari LORO con la Libia al posto "nostrum") [poi "vergognosamente" anche Noi ci siamo alleati con gli "alleati" contro Gheddafi]
2017-01-12 08:17:31
Caro Compagno non sarebbe più equo presentare il conto agli USA ed a Israele che hanno voluto la morte di Gheddafi permettendo questa invasione programmata che fa gola ad entrambe? Oppure l'europa pensa di salvaguardare gli sbarchi delegando al Frontex europeo truffaldino ormai alla canna del gas, che a malapena riesce a pagare lo stipendio dei suoi dipendenti, a gestire questi flussi apocalittici? Vi dovete vergognare per i sacrifici che state scaricando sugli Italiani:vergognare e basta!
2017-01-11 21:25:18
Forse e' il caso di leggere bene fra le righe prima di fare commenti a vanvera, da tempo anche le procure chiedono una variazione delle norme attuali...tante volte depenalizzare consente un maggior margine d'azione...