Sabato 14 Luglio 2018, 10:32

Il tesoro dei nigeriani nascosto in un trolley. Il "cassiere" era un parrucchiere

PER APPROFONDIRE: blitz, droga, mestre, nigeriani, trolley
Il tesoro dei nigeriani nascosto in un trolley. Il "cassiere" era un parrucchiere

di Monica Andolfatto

MESTRE - I soldi dello spaccio? Venivano consegnati a spalloni, rigorosamente nigeriani, che prendevano l'aereo, spesso dal Marco Polo di Venezia, qualche volta da Marconi di Bologna, con destinazione finale lo stato africano. Di qui l'ipotesi di reato di riciclaggio. I trasferimenti cash calcolati finora ammontano a circa trecentomila euro accertati. Ma il totale è destinato a salire. E per un semplice motivo. Gli investigatori hanno messo mano al registro del banchiere. Al secolo Friday Nosakhare Eduzola, per gli amici Nosa, anni 31, nigeriano, fra gli arrestati nell'ambito dell'inchiesta coordinata dalla pm Paola Tonini, con la quale la polizia ha inferto un colpo durissimo al business dell'eroina gialla. Il suo negozio - una rivendita di prodotti per parrucchieri ed estetisti di cui il questore ha disposto la chiusura - a tutti gli effetti una base logistica per lo smercio di stupefacente, era in particolare pure una banca clandestina.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il tesoro dei nigeriani nascosto in un trolley. Il "cassiere" era un parrucchiere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 6 commenti presenti
2018-07-14 11:43:38
Ma quale riciclaggio! Erano i soldi che volevano versare il giorno dopo all'I.N.P.S., per pagarci le pensioni.