La forestale distrugge tutti i campi di mais Ogm di Giorgio Fidenato

L'appezzamento di mais Ogm già distrutto dai vandali a Vivaro

di P.T.

VIVARO e COLLOREDO DI MONTE ALBANO - Gli agenti del corpo forestale regionale del Friuli Venezia Giulia hanno abbattuto stamani, lunedì 9 luglio, le piante di un podere di Vivaro, a Pordenone, seminate a mais Ogm, di proprietà di Giorgio Fidenato, il paladino delle lotte per i prodotti transgenici.

Il personale della forestale ha distrutto complessivamente 6mila metri quadrati di mais anche nelle proprietà di Colloredo di Monte Albano, in provincia di Udine, su disposizione del Ministero delle politiche agricole; a Colloredo la strada è stata bloccata per il tempo necessario alla distruzione e, per evitare disordini, sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Majano.

Già nei giorni scorsi alcune persone rimaste ignote avevano distrutto nella notte un appezzamento di circa 150 metri quadrati a Vivaro e avevano posizionato un cartello di protesta sulle coltivazioni di granturco Ogm. Lo aveva scoperto lo stesso Fidenato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Luglio 2018, 14:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La forestale distrugge tutti i campi di mais Ogm di Giorgio Fidenato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-07-09 14:38:30
Ben fatto. Questo tizio a mio parere è la tipica testa d'ariete ingaggiata dalle multinazionali per introdurre gli ogm in Italia. Siamo il paese del sole, il maggior esportatore di frutta e verdura d'Europa, di prodotti tipici locali, italiani, per fortuna ancora liberi da pastrocchi ogm e simili (almeno si spera, chissà cosa sta realmente accadendo sottotraccia che non sappiamo, magari contaminazioni da queste colture illegali) e vogliamo rischiare che un tale nostro patrimonio colturale e culturale venga infettato se non un domani soppiantato da questi obbrobri di cui ancora non si conosce il grado di pericolosità e/o innocuità? Senza alcun principio di precauzione? Non abbiamo bisogno di ogm, non ne abbiamo mai avuto bisogno.
2018-07-09 15:23:47
E se insiste nella coltivazione di ogm, la prossima volta pensare a un bell'esproprio!
2018-07-09 17:27:36
Non sono a favore dell'ogm ma bisogna ammettere che l'italia nel 2016 ha importato dall'estero 669.000 tonnellate in più rispetto al 2015 e chi ci dice che in parte quest'import non riguardi anche prodotti ogm, io non ci metto la mno sul fuoco e penso che nessuno di voi nel mondo in cui viviamo possa farlo. I nostri prodotti vanno nelle tavole dei signori e noi chissà che schifezze ci fanno mangiare a nostra insaputa. Viva la globalizzazioneee evviva
2018-07-09 14:59:54
Mi sembra che questo signore si sia inventato una battaglia contro i mulini a vento per dare un senso alla sua vita e ne abbia fatto un chiodo. Un chiodo fisso.
2018-07-09 18:40:44
Se questa e'la legge, non vale il fai da te. Va bene che questo e' il paese giusto.( Meccanici abusivi,affitti non registrati,auto prive di assicurazione e revisione).. ma almeno cominciare a reprimere.Poi...anche Galileo fu perseguitato...puo' darsi che col tempo la legislazione evolva.Si e' mai messo qualcuno a produrre in proprio energia da fissione nucleare??'Comunque il mais rosso di Storo, va a ruba..il mercato vuole prodotti di nicchia( resuscitano anche vecchie specie di mele del bellunese..siamo stufi di sapori uniformi imposti ..col bollino su ogni frutto.Arriveranno ad etichettare ogni acino di un grappolo??'.Intantoilfienodierba tagliata a falcemanuale inprati scoscesi ma noninquinati del Trentino e del Bellunese va a 100' europer quintale per i cavalli purosangue .