Ponte Alpini: rischio piene in Brenta Ruspe al lavoro per togliere le ture

Cominciati i lavori di rimozione delle ture dall'alveo del Brenta.

di Maria Elena Mancuso

BASSANO - Ruspe al lavoro da ieri per rimuovere le ture (barriere di terra) dall’alveo del Brenta. A occuparsene la padovana Brenta lavori Srl di Fontaniva, chiamata a intervenire dopo la mancata risposta della ditta Vardanega di Possagno agli esposti emanati giorni fa dal sindaco di Bassano, Riccardo Poletto. A motivare l’urgenza della disposizione, il concreto pericolo costituito dal possibile verificarsi dalle piene primaverili che potrebbero essere fatali per il Ponte degli Alpini. Un mese circa i tempi stimati per la conclusione dell’intervento.

Anche questa spesa, fanno sapere dal Comune, sarà addebitata alla ditta di Possagno, la quale proprio in queste ore si è però rivolta all’Autorità nazionale anticorruzione. Oggetto dell’esposto all’Anac da parte del costruttore, sarebbe l’ingiusta risoluzione del contratto d’appalto attuata dal Comune, a causa delle omissioni e degli errori progettuali esistenti all’origine, oltre che per la parziale disponibilità delle aree interessate ai lavori. Ma la determina di risoluzione del contratto che lo scorso 3 maggio interrompeva definitivamente i rapporti con la ditta di Possagno, fa sapere ancora il sindaco Poletto, è in realtà già stata inoltrata all’Anac dal Comune lo stesso giorno della notifica all’impresa appaltatrice.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Maggio 2018, 19:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ponte Alpini: rischio piene in Brenta Ruspe al lavoro per togliere le ture
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti