Diciottenne pestato nel park della discoteca: «Ho solo difeso un'amica»

Difende un'amica in disco: seguito  e pestato a sangue nel parcheggio

di Gaia Bortolussi

CAMPONOGARA - «Se sto bene, sabato torno in discoteca»: così Giacomo Nardo, 18 anni, il ragazzo di Camponogara che sabato sera è stato picchiato da due suoi coetanei nel parcheggio di una discoteca di Tremarende, nel Padovano. Dopo lo choc iniziale, e i due giorni di ricovero all'ospedale di Dolo, il ragazzo vuole ripartire e affronta il brutto episodio con la positività tipica di un giovane della sua età: «Io ho solo fatto un gesto buono, ho difeso una mia amica, che conosco da quando siamo piccoli, e se tornassi indietro lo rifarei. La stavano importunando, io sono intervenuto mandandoli via, forse con un po' di aggressività ma solo nelle parole, per difenderla. Solo che a fine serata loro sono passati ai fatti».

Il diciottenne, seguito nel parcheggio della discoteca, si è voltato per vedere chi lo stesse chiamando e lì è stato colpito: prima con un pugno ben assestato che gli ha spaccato il labbro, poi con un calcio che gli ha rotto il naso, finché era già a terra stordito. Poi sono seguiti altri colpi che gli hanno provocato varie contusioni al volto e al corpo. «Ho saputo - racconta Giacomo - che uno dei ragazzi che mi ha aggredito probabilmente fa arti marziali miste, dunque sapeva come colpire per fare del male. Il pensiero che potesse andarmi peggio di così è la cosa che più mi ha spaventato»...
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Ottobre 2017, 05:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Diciottenne pestato nel park della discoteca: «Ho solo difeso un'amica»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2017-10-12 18:37:24
Eh si, andare nei luoghi dove le donne sfoggiano il loro narcisismo provocante senza mai concedersi fa innervosire oltre i limiti i maschi presenti. Dove non ci sono donne e non gira troppo alcool queste cose non succedono mai.
2017-10-12 19:21:38
Hai ragione: nei conventi dei trappisti. Ah no: lì fanno anche la birra
2017-10-13 09:53:04
Tu scherzi ma è così, le discoteche non sono più luoghi con musica orecchiabile per ballare e fare conoscenze femminili come 50 anni fa. Sono solo posti con musica schifosa fatta apposta per sballare più che ballare... droga + alcol + femmine insulse = maschi violenti
2017-10-13 15:48:12
già
2017-10-12 14:12:30
... mi hanno massacrato di botte , ma quante ne ho dette e pensate senza dirle... Pupille dilatate o spilliformi , eloquio delirante , stato di esaltazione psicomotoria dovuta a coktail di alcool e anfetamine . Nei casi piu' lievi scariche di testosterone dovute a mancate "dazioni" (dalla !!! come invito , non Dalla come cantante) da parte delle ragazze presenti che agiscono come moltiplicatori di aggressività e il nostro Sud-Rivierasco vuole dare sfogo alla prosopopea retorica ...