Giovedì 9 Agosto 2018, 15:04

Il super tifoso espulso per un anno: «Non sono violento ma ho sbagliato»

PER APPROFONDIRE: basket, daspo, matteo, supertifoso, treviso
Tifosi al Palaverde

di Laura Bon

TREVIGNANO - «Fiero di quello che sono...lotto per quello in cui credo...morirei per quello che amo...Chi mi conosce sa chi sono, tutti gli altri che scrivano, leggano e pensino quello che vogliono». Matteo, trentenne ultras di Trevignano, lo ha scritto a caldo, l'altro ieri, probabilmente poco dopo che gli è stato notificato un Daspo (divieto di accesso e partecipazione ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive) della durata di un anno.  LA PUNIZIONE. Una condanna durissima per chi, come lui, vive in...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il super tifoso espulso per un anno: «Non sono violento ma ho sbagliato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-08-11 10:49:55
Certo..certo...una persona assolutamente pacifica. Analogamente i ladri non rubano, gli assassini non ammazzano, sono solo piccole manchevolezze momentanee ... L'istinto, quest'incompreso !
2018-08-11 09:20:46
Lotto per quello "in cui " credo e morirei per quello che amo. Insomma parole prettamente sgrammaticate e che non esaltano le virtù morali di tale soggetto.