Nuovi negozi, la sifida di chi ci prova ancora

PER APPROFONDIRE: negozi, rovigo
Nuovi negozi, la sifida di chi ci prova ancora

di Roberta Merlin

ROVIGO Con la primavera, quest'anno, sboccia anche il commercio della città. Negli ultimi quindici giorni in centro hanno infatti aperto i battenti ben quattro attività, non solo negozi di alimentari e vestiti, ma anche librerie e parrucchieri. Quattro vetrine dunque, alcune chiuse da diversi mesi, sono tornate a essere illuminate dando uno slancio di positività al commercio cittadino, tornato finalmente vigoroso dopo un periodo di cessazioni e serrande abbassate.
FRUTTA E VERDURA
Fresco di taglio del nastro è il negozio di frutta e verdura L'orto in Corso', aperto, per la prima volta, proprio ieri mattina. Il negozietto che si affaccia alla Pescheria Nuova è di proprietà due giovani imprenditori, Nicola Boschetti e Marco Desolei che hanno ben pensato di portare verdura e frutta fresca a due passi dai giardini Matteotti, una zona dove non è presente alcun altro fruttivendolo. «Il mio collega lavorava già nel settore dell'ortofrutta ha spiegato ieri Boschetti, alle prese con i primi clienti -, io, invece, lavoravo nel settore amministrativo. Avevamo voglia di metterci in proprio e così abbiamo cercato un spazio in centro». Gli affitti in città non sono certo vantaggiosi per giovani imprenditori che aprono i battenti dal nulla, ma i due fruttivendoli sono riusciti a trovare, per partire, un negozio piccolo, ma sufficiente per accogliere frutta e verdura di stagione. Il negozio ieri mattina, complice anche la bella giornata, è stato preso d'assalto dai clienti che con curiosità ed entusiasmo hanno acquistato primizie e ortaggi di stagione.
PANE E PASTA
Sabato è stato invece il primo giorno di Delizie Ferraresi, il negozio di pane e pasta fresca che si trova in vicolo Maddalena, tra le due piazze. A dicembre, la stessa proprietaria ha aperto un altro panificio sul Corso, occupando la vetrina di un'ex orologeria.
SHAMPOO, TAGLIO E... LIBRI
Ad aprire non sono solo però negozi di alimentari, ma anche di artigiani. Sempre sul Corso hanno aperto da poco due nuovi negozi di parrucchieri oltre ad attività legate alla cultura. Nell'epoca di Amazon, dove molte librerie sono state costrette a chiudere i battenti, una giovane imprenditrice delle parole ha deciso di andare controcorrente aprendo una libreria in via Badaloni. Gaia Zanzottera, laureata in psicologia, si è trasferita per amore da Milano a Rovigo e, sempre per amore ma questa volta dei libri, ha deciso di mettere in piedi la sua attività. La settimana scorsa la libraia ha dunque alzato, in via Badaloni 14, la vetrina de La Magnolia. A prestare il nome al neo negozio, non a caso, il fiore simbolo del buon augurio e della prosperità. Ottanta metri quadri suddivisi in due stanze, lo spazio colmo di libri in vendita. «La stanza più piccola - spiega con orgoglio Gaia Zanzoterra - è dedicata ai bambini».
L'EX MERCERIA
Ha alzato la saracinesca di un negozio della piazza anche Cinzia Cappellini, nuova proprietaria della merceria L'arco. La vetrina stava infatti per chiudere, ma Cinzia, originaria di Lendinara, ha abbandonato la scrivania dove lavorava da anni, dicendo addio al posto fisso, per aprire la sua attività in centro. A distanza di qualche mese, la giovane imprenditrice, 34 anni compiuti da poco, è contenta della scelta e rinnoverà completamente il negozio. «Inizierò i lavori ad inizio estate commenda -. Entro agosto inaugurerò il nuovo negozio di pigiami e intimo. Toglierò la merceria, che non va più molto». Quindi in centro il commercio funziona? «Certo. Non è facile farsi i clienti, ma se sei onesto e ci metti il cuore, alla fine, il centro premia».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Maggio 2018, 17:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuovi negozi, la sifida di chi ci prova ancora
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti