Via il mercato dal Corso del Popolo: duemila firme per dire no

Via il mercato dal Corso del Popolo: duemila firme per dire no

di ​Francesco Campi

ROVIGO - Accordi e disaccordi: «C'è grande rammarico, non è confortante sapere che la maggioranza continui ad andare avanti per partito preso senza tenere in considerazione quanto emerso in questi mesi». A parlare così è Vittorio Ceccato, presidente della Confesercenti, l'associazione che si è nettamente schierata contro l'ipotesi dello spostamento del mercato del martedì da Corso del Popolo. La decisione ufficiale sarà presa solo a settembre, data entro la quale dovrà essere approvato il nuovo Piano mercatale, ma in queste ore la coalizione che sostiene il sindaco Massimo Bergamin sembra aver trovato l'accordo interno dopo che nella prima riunione, il mese scorso, le posizioni sembravano tutt'altro che vicine. Tanto che la maggioranza aveva incaricato il consigliere Benito Borella di codiuvare l'assessore al Commercio Luigi Paulon per trovare un'ipotesi progettuale che fosse condivisa. E il lodo Borella non ha potuto che andare nell'unica direzione tecnicamente possibile, ovvero lo spostamento in via del Sacro Cuore, un ritorno all'antico, con i banchi di via Grimani che saranno gli unici a non muoversi, e una parte che invece sarà dirottata anche in piazzale Di Vittorio...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Luglio 2017, 11:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Via il mercato dal Corso del Popolo: duemila firme per dire no
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti