«Ho speso mezzo milione, fatto tutto quello che volevano i politici... e ora mi cacciano»

PER APPROFONDIRE: chiosco, daniele zago, rovigo
Daniele Zago

di Alberto Lucchin

ROVIGO - «Dopo vent’anni nei quali ho investito mezzo milione di euro, fatto debiti, lavorato e sofferto facendo solo quello che mi imponevano di fare i politici comunali, ora vengo sbattuto in mezzo a una strada». Chi parla è Daniele Zago, il barista del chiosco di piazza Merlin al quale il Comune non ha rinnovato la concessione intimandogli di demolirlo a sue spese. «Spostarlo da un’altra parte costerà 200mila euro e io non li ho - ripete Zago -. Non so a chi rivolgermi. Ho ricevuto solo porte in faccia. Io e la mia famiglia stiamo vivendo un incubo indicibile. Mi incatenerò al Comune. Tutti devono sapere quello che mi stanno facendo»...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Gennaio 2018, 07:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Ho speso mezzo milione, fatto tutto quello che volevano i politici... e ora mi cacciano»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2018-01-22 07:41:00
Chi è causa del suo mal, pianga se stesso!
2018-01-21 13:57:41
Le autorizzazioni vengono date dal Comune e purtroppo succede anche questo. Io non sono di Rovigo e a vederlo è molto bello, ma non si può comandare su quello che non è nostro!
2018-01-21 07:16:42
In paesotto del Cadore, una amministrazione autorizzo' un privato cittadino all'abbattimento di un muretto perimetrele, la successiva esige la ricostruzione..poi perde in giudizio e deve pagare 30 mila euro. La prossima volta , accontentarsi di ombrelloni o forse , i gazebo sono piu' congeniali.Ci sono anche strutture di plastica gonfiabili..tipo casetta o igloo o varie tipologie di forma, i meno costosi sono commercializzati dai Cinesi , che si comprano i veri bar storici.
2018-01-20 20:01:57
Il Comune vuole far demolire il chiosco perche' ha intenzione di portare in quell'area le bancherelle del mercato del giovedi', che da 20 anni si tiene nella piazza principale della citta'. A parte i posti di lavoro che si perderanno, quel chiosco e' l'unico locale in quella zona della citt'a, aperto anche le domeniche pomeriggio d'estate e molto frequentato come gelateria. Tolto il chiosco quella zona sara' morta. A mio avviso scelta incomprensibile. Purtroppo Rovigo da 10 anni e' allo sbando, con amministratori e sindaci con zero idee e incapaci di immaginare una citta' diversa e moderna. Che tristezza !
2018-01-20 21:05:35
10 e lode!!!