Vaccini, Veneto fa ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto

PER APPROFONDIRE: ricorso, vaccini, veneto
Vaccini, la Regione Veneto fa ricorso  alla  Consulta contro il decreto
VENE ZIA - La Regione Veneto ha notificato oggi il ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto legge 73 del 2017 sulle vaccinazioni obbligatorie. «Quello che rifiutiamo - commenta il presidente Luca Zaia - è un intervento statale che impone un obbligo collettivo di ben dodici vaccinazioni, una coercizione attuata per di più con decreto d'urgenza, senza precedenti storici a livello internazionale, nemmeno in periodi bellici, che rendere l'Italia il Paese con il maggior numero di vaccinazioni obbligatorie in Europa».«Noi - prosegue Zaia - non contestiamo certo la validità dei programmi di vaccinazione: lo testimonia la nostra legislazione regionale, improntata sulla opportunità di effettuare i vaccini e lo dimostrano gli elevati livelli di copertura raggiunti nel Veneto, applicando un modello basato sul consenso informato e sull'adesione consapevole».

Nel merito, la Regione Veneto contesta, tra gli altri, i seguenti aspetti: l'esistenza del presupposto di necessità e urgenza su cui basa il decreto legge, «perché l'Oms non ha mai raccomandato il raggiungimento della soglia di copertura vaccinale del 95% per garantire l'immunità di gregge»; la soglia del 95% viene considerata come «ottimale», ma non «critica» dalle istituzioni sanitarie per alcune malattie (e non per tutte), e per questo il Veneto, con i livelli di copertura raggiunti dal il proprio modello, non presenta «una situazione epidemica di emergenza»; la violazione del diritto alla salute (articolo 32 della Costituzione), riguardo al principio di autodeterminazione nelle scelte sanitarie. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Luglio 2017, 14:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vaccini, Veneto fa ricorso alla Corte Costituzionale contro il decreto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2017-07-16 15:07:43
RedFoxy ha completato... In effetti se la gente (non è una critica sia chiaro) cercasse meglio le informazioni per conto proprio, verrebbe a conoscenza di queste "segrete cose"... da auspicare solo che le manifestazioni contro la "dittatura terapeutica" con la raccolta delle firme per fermare l'obbrobrio, continuino senza tregua. Buona Domenica RedFoxy.. .
2017-07-16 18:06:57
Fenoldi non si fermeranno. Non so dirle cosa accadrà dopo il 25 prossimo al voto ma per ora continuano ovunque in tutta Italia. Con o senza il consenso di alcuni media distratti. Si può dire (considerazione a margine) che i social in quanto a tam tam hanno superato di gran lunga le testate online. Le dirò di più Fenoldi, io non avevo mai assistito ad una tale alzata di testa da parte degli italiani. Io personalmente non ne avevo mai viste di così imponenti. Dal di dentro posso riportare che fra i free vax e i no vax non corre buon sangue. I gruppi e le roganizzazioni più corpose e laboriose non vedono di buon grado chi è contro i vaccini perchè il senso non è contrastare la vaccinazione , ne riconoscono i meriti in sostanza. L'obiettivo è la dittatura e la vaccinazione furiosa di tutto ciò che misuri meno di 90 cm. Vediamo Fenoldi,io guardo da fuori e apporto di mio ma la gente la conosco per sostenere che sarà così a oltranza. Vediamo.. buona domenica a lei Signore.
2017-07-16 12:09:18
Precisazione: non siamo la Repubblica delle banane, ma la regione delle banane. Il resto del paese va avanti e il veneto che vive da 25 anni sotto ricatto della lega e fi.
2017-07-16 00:09:47
E intanto facciamo una figura da cioccolatini davanti al mondo con tre pallanuotisti ritirati dai mondiali per morbillo. Una meravigliosa pubblicita per il nostro turismo.
2017-07-16 14:05:44
Non si crucci Bortolin, stanno ancora ridendo per quando Lorenzin disse che l'Austria scoraggiava il turismo in Italia el'Austria smentì clamorosamente.