«Soldi o sfregio tuo figlio con l'acido»: ai domiciliari vicino a casa della vittima

PER APPROFONDIRE: acido, domiciliari, estorsione, figlio
«Soldi o sfregio tuo figlio con l'acido»: ai domiciliari vicino a casa della vittima
PADOVA - Giuseppe Longobardi, il 25enne residente a Ponso (Padova) arrestato dai Carabinieri della compagnia di Este per estorsione nei confronti di una donna della quale aveva minacciato il figlio di lesioni con l'acido, è stato posto agli arresti domiciliari dal gip di Rovigo, competente per territorio. Longobardi sconterà quindi gli arresti a pochi chilometri, in linea d'aria, dalla sua vittima. Questo comunque non metterà in pericolo la donna in quanto non gli è consentito in alcun modo di uscire di casa.

Il 25enne era stato arrestato venerdì scorso dai carabinieri, dopo aver lasciato due biglietti minacciosi nella cassetta postale di una donna, vedova e con un figlio adolescente, nei quali le intimava di consegnargli 5mila euro in contanti altrimenti avrebbe «cambiato con l'acido la faccia» del figlio tredicenne. La donna, spaventata, si era rivolta ai carabinieri che hanno organizzato una trappola per arrestare il malvivente, lasciando una busta voluminosa nel luogo pattuito per la consegna e aspettando che qualcuno passasse a ritirarla.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Gennaio 2018, 15:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Soldi o sfregio tuo figlio con l'acido»: ai domiciliari vicino a casa della vittima
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-17 08:46:57
Ah beh, se "non gli è stato consentito in alcun modo di uscire di casa" la signora può stare tranquilla. Direi che è in una botte di ferro, come diceva Attilio Regolo.
2018-01-17 05:14:29
questi giudici non li capisco!!!!!
2018-01-16 16:22:51
Non gli e' consentito da un foglio di carta in tasca o da qualche braccialetto o cavigliera elettronici inamovibili.E se poi lascia scattare l'allarme e si sfoga in tempo utile ?