Domenica 7 Ottobre 2018, 21:45

Il lupo di nuovo all’attacco e questa volta sotto le case del paese: cervo catturato e sbranato

PER APPROFONDIRE: attacco, case, cervo, lupo, mel, vicino
I resti del cervo sbranato di fronte alle case

di Alessia Trentin

Un cervo mangiato a metà, lasciato sul prato a pochi metri dalle case. A Mel i lupi si spingono fino in paese. “Ormai li abbiamo in cortile”, lamenta esasperato Fabio De Gasperi, cacciatore di Rive, dando voce alla preoccupazione della piccola comunità di Villa di Villa e dintorni. «Nulla da ridire sul pasto del predatore, che non ha colpito animali in recinto o cani, ma a preoccupare la popolazione ora è la mancanza di una distanza di sicurezza. I branchi sembrano non aver più alcun timore dell’uomo tanto da spingersi vicini alle case per pasteggiare».

LEGGI ANCHE Anche i cagnolini sbranati dai lupi: strage nei boschi della Sinistra Piave

L’ultimo ritrovamento, testimonianza di un pasto consumato quasi sull’uscio di una casa di Rive, risale a ieri mattina. «Mi hanno avvisato della carcassa alle 7.30, sono andato sul posto a vedere attorno alle 8 – racconta De Gasperi, non stupito per i resti del capriolo sbranato dai lupi, fatto del tutto normale, ma per il luogo del ritrovamento -. Il capriolo è stato consumato a 25 metri da una casa e a 50 dalla strada. Praticamente in paese. In quella zona gira un branco, ne siamo ormai certi perché gli attacchi sono frequenti. Quello precedente risale a una settimana fa,
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il lupo di nuovo all’attacco e questa volta sotto le case del paese: cervo catturato e sbranato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2018-10-11 14:40:45
pensate che esiste gente invasata che odia i cacciatori, ama i lupi, e mangia carne tutti i giorni di animali cresciuti in un metro quadrato per essere macellati! contorsioni mentali degne di un contorsionista!
2018-10-08 18:38:57
... magari ballare con essi non sarà facile ( e neppure etico ) ma conviverci nel futuro è scelta lungimirante.. c'è stato un giorno ed un luogo in cui uomini e animali vivevano l'uno accanto all'altro senza screzi e in creativa armonia ( se mnon erro era l'anno zero ed il luogo il paradiso terrestre ). se è successo una volta perchè non dovrebbe succedere ancora.. semplice perchè gli ometti sono una decina di miliardi ed il 95% della biomassa della terra e questo per colpa di colui che disse loro, andate per la terra, riprucevi e popolatela.. questo è l'unico comandamento che l'uomo ha messo in pratica senza tanta difficoltà e con gioia somma.. i lupi sono sull'orlo dell'abisso ed il loro è il canto del cigno.. peccato
2018-10-08 17:40:43
con i lupi non c'è rimedio; sono come i leghisti, dove c'è da mangiare, proliferano.
2018-10-08 15:28:32
Continua la campagna di stampa, d'accordo con qualcuno che si sa bene chi e', per arrivare all'uccisione dei lupi. Quello che non e' stato fatto per secoli, lo si vuol fare adesso per accontentare Berlato e i berlatini.
2018-10-08 14:56:59
VENETO: Ovini, suini, bovini e ungulati: uccisi dagli esseri umani in un anno : 1.000.000 circa. Ovini, suini, bovini e ungulati: mangiati dai LUPI in un anno : 1.000 circa. CHI ELIMINIAMO DEI 2 ?