Il reddito di cittadinanza rischia di diventare un incentivo al non-lavoro. Pagato con i nostri soldi

PER APPROFONDIRE: reddito cittadinanza
Egregio direttore,
a scuola insegnano che un aumento della spesa pubblica può comportare un aumento del Pil nel breve periodo. Tuttavia aumentare la spesa pubblica per finanziare il reddito di cittadinanza può essere solo deleterio: gli economisti del lavoro hanno elaborato modelli che mostrano come i sussidi personali spingano il soggetto all'inattività anziché sulla ricerca di impiego. Questo reddito andrà ad alimentare l'economia sommersa. Del resto, dopo essersi accaparrato mioni di voti con questa abile mossa, se non avesse mantenuto le promesse il buon Di Maio si sarebbe trovato nei guai.

Matteo Favaro
Scorzè


Caro lettore,
vedremo se, al di là dei termini usati e degli slogan urlati, ci sarà davvero un reddito di cittadinanza o alla fine, dal cilindro della manovra economica, uscirà qualcosa di non molto diverso da un sussidio di disoccupazione rivisto e corretto. In ogni caso il principio su cui questo provvedimento si fonda, la sua filosofia, non sono condivisibili. I cittadini devono essere messi in condizione di produrre ricchezza, non di consumarla e basta. Lo Stato ha il dovere di sostenere i poveri, ma contemporaneamente di incentivare le altre persone a trovare un lavoro. Non deve fornire loro un alibi e i mezzi economici per vivere o sopravvivere a spese degli altri contribuenti. So che a queste obiezioni i fautori del reddito di cittadinanza obiettano che, per esempio, chi rifiuterà per almeno tre volte un'offerta di lavoro perderà il diritto al reddito. Già, ma chi certificherà tutto questo? Forse i famosi Centri di impiego? Ma se al Sud il 72% di queste strutture è priva persino delle attrezzature informatiche basilari! Come faranno a controllare e garantire una gestione trasparente ed efficiente del reddito di cittadinanza? Ed inoltre: la prospettiva di poter incassare, senza colpo ferire e senza alcun bisogno di spostarsi da casa, 780 euro netti al mese, non spingerà molte persone a rinunciare a tanti lavori? O non le indurrà a tornare nel sommerso per portarsi a casa, insieme ai frutti del lavoro nero, anche il reddito di cittadinanza? Sono domande forse un po' terra terra. Ma poichè in gioco ci sono 10 miliardi di soldi nostri, forse è il caso di farsele.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 2 Ottobre 2018, 13:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il reddito di cittadinanza rischia di diventare un incentivo al non-lavoro. Pagato con i nostri soldi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2018-10-03 11:27:08
Mio zio ha lavorato 42anni prende 900euro al mese e adesso ai fannulloni vogliono dargli 780€ scusatemi non ho più parole.
2018-10-03 11:16:26
Non agitatevi.Tanto rumore per nulla.Faranno un pastrocchio che scontenterà tutti.Mi dispiace solo per le famiglie davvero in difficoltà che per qualche cavillo resteranno col deretano per terra.Popolo infame,soprattutto certi veneti.....
2018-10-03 11:12:56
Se i cosidetti imPRENDITORI pagassero il giusto, non ricorrerebbero al reddito di cittadinanza
2018-10-03 06:57:58
Lo spread a 307 significa che gli investitori coi propri soldi rimasti fanno cio' che vogliono( vera democrazia). I governi lo potrebbero fare con i soldi effettivamente incassati con le legittime(poi se ne inventano a iosa per immergere la brioche in ogni caffe') tassazioni. Non mi sembra democratico che un governo realizzi le proprie fantasie o azzardi economici con i soldi degli altri e che non ha, sbolognando alle generazioni future il debito.. Peggio che non voglia capire i segnali e tiri dritto in direzione sbagliata .Tanto che ci rimettono di proprio?? Dicono che sara' uno sprint che rilancera' l'economia, lo pensano anche i giocatori alle slot...e per qualcuno accade, ma complessivamente qualcuno si intasca una buona fetta del monte premi..In compenso rimangono ferme opere pubbliche gia' iniziate che servono nelle zone dove la Lega ha buscato piu' voti.Dove si produce il reddito di cittadinanza per gli altri, dove tutti corrono per curarsi mentre le loro unita' sanitarie divorano capitali senza fornire adeguato servizio ai cittadini.Lo stipendio di migliaia di forestali ed impiegati regionali non e' un reddito di cittadinanza?? Se poi ministro degli Interni e della Difesa facessero un rapido calcolo sulla provenienza degli effettivi,dei funzionari di orgni ordine, capirebbero molto sul fatto che lo Stato da' molto lavoro dove non vanno i capitali( chissa' perche')
2018-10-02 22:13:33
Quello che mi sorprende di più è leggere commenti scettici e negativi. Eppure è semplicissimo: basta consultare ad internet, anche sul Blog delle Stelle, come funzionerebbe il Reddito di Cittadinanza proposto dal M5S, una volta entrato a pieno regime. Ricordo che un sistema simile è presente in quasi tutti gli Stati europei ed è un segno di civiltà.