Operaio di 53 anni muore intossicato in azienda mentre fa derattizzazione

Operaio 53enne muore asfissiato
in una "fossa di stivaggio"

di Alberto Beltrame

MOGLIANO  - Tragedia in azienda: un incidente sul lavoro alla Eurocinque di Mogliano in via Zero Branco ha provocato la morte di un operaio di 53 anni, Michele Ferrazzo, di Maserada, dovuta probabilmente a esalazioni tossiche. L'uomo stava eseguendo lavori di disinfestazione nell'azienda del  gruppo Trevimais che si occupa di stoccaggio di cereali. L'incidente è avvenuto poco prima delle 12.30. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, l'elisoccorso, i vigili del fuoco e lo Spisal. I medici del Suem hanno tentato di rianimarlo, ma non c'è stato nulla da fare. 

INCIDENTE ANCHE IN FRIULI Si taglia il braccio con la motosega mentre fa legna: grave boscaiolo
 
 


L’operaio deceduto era dipendente della Triveneta Disinfestazioni di Treviso  e stava lavorando dentro una fossa di stivaggio (pare senza mascherina protettiva) quando è morto asfissiato  per i gas sprigionati dalla disinfestazione. 



«L'incidente in cui ha perso la vita un operaio a Mogliano Veneto riapre la piaga delle morti sul lavoro. Mentre piangiamo questa vita spezzata e ci uniamo al dolore dei familiari e dei colleghi, richiamiamo l'attenzione di tutti i soggetti coinvolti nella piena applicazione del Piano sulla Sicurezza siglato il 17 luglio scorso in Regione». Così Gerardo Colamarco, segretario generale della Uil Veneto, ha commentato l'incidente.


++ I particolari sul Gazzettino del 15 settembre ++
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Settembre 2018, 13:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Operaio di 53 anni muore intossicato in azienda mentre fa derattizzazione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-09-15 19:22:52
Purtroppo ci sono molti datori di lavoro che non si rendono conto di quanto costerà loro perdere un'operaio anche per pochi giorni. Le multe, il tempo per la burocrazia, le assicurazioni e tutto l'insieme dopo un incidente sul lavoro. Se ci pensassero un attimo si assicurerebbero di avere un buon piano di sicurezza.
2018-09-15 06:47:51
Neppure dopo aver adottato tutte le precauzioni si e' al sicuro, figurarsi se non si usano.Meglio usarle anche in "lavoretti fai da te", anche incasa o cantina..a cominciare dall 'interruttore salvavita con messa a terra, guanti , visiera.Sembrerebbe eccessivo il caschetto...ma dopo una craniata contro la porta a bascula leggermente abbassatasi per un colpo divento...l'ho rimpianto.Certo che l'afa ed il caldo rendono tutto l'armamentario sicurezza insopportabile..e rallentano i cosidetti ritmi industriali.Ma almeno nel fai da te...incrociamo le dita per la prossima stagione autunnale dei taglialegna...con vecchi attrezzi ed indumenti.
2018-09-14 22:16:49
Art 65+121 D.Lgs 81/08 e DPR 177/2011.. Li avessero applicati non sarebbe successo
2018-09-15 10:35:29
Come RSPP di tante piccole ditte mi scontro ogni giorno con la grettezza dei datori di lavoro ma anche con l'ignoranza (e conseguente trascuratezza) dei lavoratori, soprattutto quelli stranieri...
2018-09-16 09:54:54
Anche io sono RSPP e trovo le tue stesso problematiche. Presso in maniera asfissiante. Non c'è altro modo