La guerra dei dottori: «Ambulatori chiusi per 4 giorni a settimana»

La guerra dei dottori: «Ambulatori  chiusi per 4 giorni a settimana»

di Raffaella Ianuale

VENEZIA - «L'assessore Luca Coletto vuole incontrarci per raggiungere un accordo? Non aspettiamo altro. Sono mesi che chiediamo un confronto alla Regione senza ottenere risposta». La reazione dei medici all'appello lanciato dall'assessore alla Sanità del Veneto, martedì durante un incontro pubblico all'ospedale dell'Angelo di Mestre, arriva immediata per voce di Domenico Crisarà, segretario regionale della Fimmg, la sigla che assieme a Snami, Smi e Suma-Intesa sindacale, porta avanti la mobilitazione dei medici di base e dei pediatri. «L'ultima lettera con una richiesta di incontro, inviata al direttore generale del settore sanità Domenico Mantoan, è di lunedì 2 ottobre, attendiamo ancora una convocazione» prosegue Crisarà.

L'INCONTRO
Proprio questa sera i rappresentanti sindacali dei medici si incontreranno a Padova per definire come proseguire lo stato di agitazione. Se infatti non otterranno risposta dalla Regione non si limiteranno allo sciopero telematico delle ricette attuato finora, ma inaspriranno l'azione con la serrata degli ambulatori a partire dal 9 novembre per un paio di giorni al mese fino a maggio. Almeno così avevano finora annunciato. «Dopo le parole espresse nei nostri confronti durante il Consiglio regionale stiamo valutando di rendere ancora più incisiva la nostra azione fino ad arrivare a chiudere gli ambulatori quattro giorni a settimana - prosegue Crisarà - e lo possiamo fare, al di là di quanto dice Coletto che ci vuole accusare di interruzione di pubblico esercizio, purché interveniamo per urgenze, assistenza domiciliare integrata e pazienti in casa di riposo. In ogni caso, mai ci verrebbe in mente di abbandonare i pazienti in difficoltà»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Ottobre 2017, 08:31






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La guerra dei dottori: «Ambulatori chiusi per 4 giorni a settimana»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 25 commenti presenti
2017-10-14 19:37:20
Purtroppo i medici di base non servono più a molto.sono diventati degli scribacchini capaci solo di scrivere ricette ed impegnative per visite specifiche,la clinica ormai è stata persa assieme a tutta la semeiotica.ce ne sono ancora pochi purtroppo in gamba e vecchio stampo.la gente non va neanche più dal curante ma preferisce affollare i pronto soccorso ormai al collasso. Non parliamo poi della guardia medica,se si ha bisogno ci dice di rivolgersi al 118. Purtroppo stiamo andando più indietro che avanti e ci sono più disservizi che servizi. Per andare dal medico curante bisogna prendere L appuntamento, purtroppo però la gente non si ammala a giorni alterni o ad orario.
2017-10-12 18:33:52
Andrebbe chiarita la questione dei 4 giorni. Due sono fissi: sabato e domenica (salvo festivi e ponti ...). Altri due potrebbero derivare da uno sciopero che pero' potrebbe andare a "singhiozzo" tipo una settimana al mese, non tutte le settimane. Comunque i medici di famiglia (pediatri compresi) sono pagati a quota capitaria (cioe' con un fisso annuo per assistito) piu' varie voci aggiuntive. Tutto INDIPENDENTE dal lavoro svolto (entro certi limiti). Ovvero se andate a farvi visitare un giorno si e l'altro pure o se NON ci andate mai (perche' avete un vostro medico privato) il guadagno e' lo stesso. Guadagno che per altro e' forfettario di TUTTE le spese sostenute (affitto studio, servizi, collaboratori, materiali, etc) che sono detraibili ai fini fiscali ma sempre a carico del medico restano. E' un sistema abbastanza complesso che tutto premia tranne chi lavora "bene e tanto". italia
2017-10-12 14:42:19
Come cittadino auspico che il Sig. Luca Coletto e il Dott. Domenico Mantoan, Assessore e Direttore Generale della Sanità della Regione del Veneto e i Rappresentanti dei Sindacati dei Medici, risolvano la situazione che si è venuta a creare nell'interesse e per il bene di tutte le persone che vivono e lavorano nel Veneto.
2017-10-12 14:19:00
Nessun problema. stipendio ridotto a 4/7 e via.
2017-10-12 13:46:14
Allora dico io, se sabato e domenica si riposano, quattro giorni chiusi, vuol dire che lavorano un giorno la settimana, o no'? Quindi gli si riduca lo stipendio dell' 80 % , mi sembra che il ragionamento non faccia una grinza. Lavori guadagni, non lavori NON guadagni, semplice no'? Gli operai quando fanno sciopero mica prendono lo stipendio!