Martedì 19 Febbraio 2019, 00:00

L'INTERVISTA
«La sera, dopo le riprese, tornavo a casa e piangevo. Ero turbatissimo

L'INTERVISTA«La sera, dopo le riprese, tornavo a casa e piangevo. Ero turbatissimo dalle azioni atroci che avevo dovuto compiere nei panni di Jack, il mio personaggio». Pausa. «Più di una volta ho pensato di non farcela. Ma la sceneggiatura era così ben scritta, e il regista un tale genio, che non ho potuto tirami indietro. E ora sono orgoglioso di aver girato questo film perfettamente riuscito, diverso da tutti. È stata per me un'esperienza magnifica». Matt Dillon, di passaggio a Roma, manda giù alcuni bicchieri d'acqua e un caffè...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'INTERVISTA
«La sera, dopo le riprese, tornavo a casa e piangevo. Ero turbatissimo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER