Tragedia in canale: barca affronta l'onda e si ribalta. Alessandro muore a 48 anni

Tragedia in canale: barca si ribalta,
muore un carpentiere di 48 anni
VENEZIA - Tragedia dopo le 14 di oggi, domenica 4 febbraio, sul canale di Treporti: un  veneziano di 48 anni, Alessandro Tonini, residente a Cannaregio, stava correndo con una barca da corsa monoposto di 5 metri quando ha affrontato un'onda e si è ribaltato con il natante, finendo in acqua.

Alessandro  - carpentiere, ma un navigatore molto esperto - è stato soccorso dagli equipaggi delle altre imbarcazioni che erano nel canale, i soccorritori hanno tentato in tutti i modi di rianimarlo ma per l'uomo non c'è stato niente da fare. L'ipotesi ritenuta più probabile è che a causare il cappottamento dello scafo possa essere stata un'onda improvvisa. Alla tragedia potrebbe aver concorso anche, secondo la capitaneria di porto, la velocità piuttosto elevata.

Solo 2  mesi fa a Venezia si era verificato un altro  incidente nautico mortale: a perdere la vita, forse sempre per un'onda inaspettata, era stato Fabio Gasparini, 18enne di Castello che conosceva come le sue tasche la laguna e che, mentre stava effettuando delle consegne, è stato scaraventato in acqua vicino alla Giudecca, ed è morto sul colpo.

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 4 Febbraio 2018, 15:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tragedia in canale: barca affronta l'onda e si ribalta. Alessandro muore a 48 anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-02-05 10:59:08
subito a pubblicare le foto del profilo fb... che squallore!
2018-02-04 20:30:15
Scusate ma se uno va cosi' veloce da impennarsi e cappottarsi, ok.. dispiace, ma non possiamo piangere per l'"incidente"... E' responsabile al 100% delle sue azioni. Non e' una fatalita', e' sfidare la sorte, e perdere...
2018-02-04 19:24:48
Velocita' piuttosto elevata.... Tanto elevata da volare e capottare. Amen
2018-02-04 18:33:08
io direi di non mettere a confronto costui con il ragazzo che stava lavorando. è come confrontare uno che si uccide col furgoncino ed uno con la fuoriserie mentre sta facendo il velocista.
2018-02-04 18:15:56
La laguna è diventata una babele di barchini e patane varie che sfrecciano a velocità pazzesche, spesso mettendo a repentaglio l'incolumità propria e delle altre imbarcazioni, causando onde anomale e imprevedibili..... ovvio che ogni tanto ci scappi il morto, purtroppo!