Auto "truccata": insegne ministeriali, sirene e quell'attestato ​del Consiglio dei Ministri

PER APPROFONDIRE: auto, truccata, udine
Auto "truccata": insegne ministeriali, sirene e quell'attestato del Consiglio dei Ministri
UDINE - Un uomo è stato denunciato dalla Polizia ferroviaria di Udine per aver allestito la propria auto con dispositivi di emergenza fissi, luminosi e sonori, in uso alle pubbliche amministrazioni e per averla dotata dei colori e dello stemma della Repubblica italiana, nonché dell'indicazione del ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio.

L'auto è stata scoperta e sequestrata nell'ambito dei controlli intensificati nei giorni scorsi dal personale della Polfer sulle persone in transito nelle stazioni, lungo la rete ferroviaria e sugli autoveicoli che si trovavano in zona. L'uomo è stato sanzionato e denunciato per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento dell'Autorità, falsità materiale ideologica e uso di atto falso. Gli accertamenti eseguiti dalla Polfer hanno portato a scoprire che l'uomo aveva falsamente attestato che l'auto appartenesse alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. È emerso anche che l'uomo era già stato condannato con sentenza passata in giudicato per un analogo episodio con l'obbligo di provvedere ad effettuare le opportune variazioni sul mezzo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 21 Settembre 2018, 15:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Auto "truccata": insegne ministeriali, sirene e quell'attestato ​del Consiglio dei Ministri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-09-22 12:13:41
nome?
2018-09-22 13:32:08
tale GGetto
2018-09-22 08:49:55
Paziente psichiatrico con manie di grandezza e desiderio di emulazione o furbetto stradale che con l'auto "truccata" parcheggiava gratis e aggirava divieti e multe ?
2018-09-22 07:45:29
E questa volta che fa? Se frega ancora come in quella prima? Tanto.
2018-09-22 00:01:51
Questo sarebbe capace di andare a Roma e spacciarsi per ministro del lavoro... Ah, come dite ? Ci ha gia' pensato un altro ? Ops..