Martedì 7 Agosto 2018, 20:54

Bimbi no-vax in classe: la figlia costretta a restare a casa. Famiglia fa causa

PER APPROFONDIRE: causa, no vax, treviso, vaccini
Bimbi no-vax in classe: la figlia deve  ​restare a casa. Famiglia fa causa

di Elena Filini

TREVISO - Bimba sana ma con deficit immunitario costretta a stare a casa da scuola perché due compagni di classe non vaccinati hanno contratto una malattia infettiva: ieri la famiglia ha presentato denuncia contro ignoti in Procura a Treviso. «La dirigente ha infranto la legge: mi aspetto che venga rimossa.

IL CASO DI PADOVA I bambini senza vaccino restano fuori

E che i genitori dei bambini vengano multati», afferma la mamma della piccola. Un caso destinato a fare giurisprudenza quello avvenuto in una scuola materna del centro di Treviso la scorsa primavera. Una bambina sana e vaccinata ma con deficit
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimbi no-vax in classe: la figlia costretta a restare a casa. Famiglia fa causa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 121 commenti presenti
2018-09-11 14:29:46
Ma io chiedo in che cavolo di società stiamo vivendo!! Quando io ero piccolo, anni 60, mi ricordo che erano obbligatorie le vaccinazioni antipolio, antivaiolosa e antidifterica (se non ne dimentico qualcuna). Tutti i genitori vaccinavano i figli, tutti d'accordo e senza nessun problema. Adesso, negli anni 10 del 2000, viene fuori tutto un casino e tutta una polemica. OK, sono ignorante, ma c'è qualcuno che sa spiegarmi come mai tutto sto casino improvvisamente? Se le vaccinazioni sono obbligatorie sono obbligatorie e basta, come era una volta.... !!
2018-08-09 14:48:05
Noni, hai dimenticato quelle che superano i limiti di velocità, sorpassano con linea continua, tradiscono il marito senza profilattico, praticano il paracadutismo, hanno il colesterolo alto, sono sovrappeso, non praticano attività fisica, non rispettano le tabelle di decompressione mentre risalgono da un immersione.....
2018-08-09 13:55:31
Dato di gennaio 2018: medici e infermieri non si vaccinano, solo il 10% di loro lo fa. E non si parla di "mamme informate" e fanatici no-vax, ma di operatori che lavorano nel settore. Avranno i loro buoni motivi o non si vaccinano per pigrizia, dimenticanza o perchè va di "moda"? Cosa temono, se il buriano ha detto che non ci sono rischi? Se non si vaccinano loro che sono ogni giorno a contatto con malati perchè dovrei farlo io? Qualcosa non quadra, ma proprio per niente.
2018-08-09 19:19:38
"Non sa, non risponde", ma spollicia...
2018-08-10 14:47:55
Il personale sanitario si vaccina poco. Certo. Intanto perche' le vaccinazioni dell'infanzia le ha fatte "da piccolo" avendo dei genitori intelligenti. E forse fanno il lavoro che fanno perche' sono stati vaccinati (e non sono morti PRIMA di polio, difterite, tetano, morbillo). Gli adulti dovrebbero fare dei richiami ogni 10 anni per difterite, tetano, pertosse e polio. Ma chi lavora in sanita' venendo quotidianamente a contatto con virus e batteri spesso si e' gia immunizzato (non essendosi ammalato o morto PRIMA). Quella che i sanitari fanno davvero poco e' la vaccinazione per influenza. Molti si immunizzano sul lavoro, agli altri fa comodo farsi qualche giorno di malattia ... Negli USA se ti ammali e attacchi l'influenza ai pazienti se va bene ti licenziano