Cesareo in ritardo, nasce tetraplegica: maxi-risarcimento da 5 milioni

Un reparto dell'ospedale di Rovigo
ROVIGO - Tetraplegica ed ipovedente, invalida al cento per cento una bimba che ora ha quasi 10 anni, Eleonora Gavazzeni, ha visto i genitori vincere una causa civile per 4 milioni e 693 mila euro di risarcimento a carico dell'Ulss polesana e di due ginecologhe ritenute responsabili in egual misura delle gravissime lesioni all'integrità fisica delle quali è affetta la piccola.

Lo ha deciso il giudice del Tribunale di Rovigo, sezione civile, Pierangela Congiu che ha deciso anche per un risarcimento per la madre della bambina da 402 mila euro. La sentenza potrà essere appellata ma è immediatamente esecutiva. Il denaro servirà alla famiglia della bambina per pagare l'assistenza 24 ore su 24 e ad assicurare una vita più dignitosa alla figlia
.

I servizi su Il Gazzettino di Rovigo in edicola giovedì 20 settembre
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 19 Settembre 2018, 22:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cesareo in ritardo, nasce tetraplegica: maxi-risarcimento da 5 milioni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER