Sabato 16 Febbraio 2019, 12:47

La droga arrivava in treno e veniva scambiata in pasticceria: due in manette

PER APPROFONDIRE: belluno, droga, luca svalduz, spaccio
La droga arrivava in treno e veniva scambiata in pasticceria: due in manette

di Olivia Bonetti

BELLUNO - Era entrato in pasticceria, ma quello che voleva non erano certo i dolci. Era in attesa della consegna della droga dal fornitore. Peccato che alle sue calcagna ci fossero i carabinieri del Nucleo Investigativo, che lo hanno beccato in flagranza. È così che Luca Svalduz, 36enne alpagoto residente a Belluno e Ugwum Nwaobiara, 34enne nigeriano residente a Conegliano (Tv), sono finiti in cella a Baldenich con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e in particolare per aver violato l'articolo 73 del Testo unico sulla droga. Le manette sono scattate ieri sera alla stazione di Polpet di Ponte nelle Alpi dove i due dovevano scambiarsi la merce. Dopo l'arresto dei carabinieri anche un piccolo giallo: una persona che è stata segnalata nella zona del Mc Donald's fuggire di corsa sulla statale 50.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La droga arrivava in treno e veniva scambiata in pasticceria: due in manette
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-02-16 13:55:23
Poi dicono che la droga non è libera di circolare. Fino in Alpago fanno consegne a domicilio...
2019-02-16 13:10:48
... globalizzante integrazione.. avanti così, quasi ci siamo..
2019-02-16 12:56:07
c'e' qualche Nigeriano/a che lavora onestamente in Italia? Fatemelo sapere. Grazie!
2019-02-18 12:17:15
forse qualche"diplomatico"(ambasciator non porta pena)