Ragazza distrugge casa. La madre: «È posseduta dal demonio»

PER APPROFONDIRE: demonio, escandescenze, medico, prete, ragazza, vicenza
Il pronto soccorso dello stadio Menti

di Luca Pozza

VICENZA - Quando gli agenti della squadra Volanti della Questura di Vicenza sono arrivati sul posto, attorno alle 21 di ieri sera, in un appartamento in zona Stanga, nella zona est della città, hanno trovato una scena irreale: una ragazza di 20 anni, ospite dei nonni, che dando in escandescenze, stava distruggendo mobili, suppelletili e ogni cosa che le capitava in mano. A quel punto i poliziotti, senza forzare la situazione, sono riusciti a calmare solo in parte la giovane e nel frattempo hanno chiesto l'intervento dei sanitari del Suem 118, il cui medico è riuscito poi a riportare la calma.

Ancora più sorprendente quanto hanno detto a loro la nonna e la mamma della ventenne, a sua volta chiamata sul posto dopo le prime intemperanze. «Questa ragazza è posseduta dal Demonio», hanno spiegato le due donne, che hanno poi raccontato di essersi rivolte ad un parroco della città. Secondo quanto appreso, la giovane sarebbe stata sottoposta a cure farmacologiche psichiatriche che, però non avrebbero sortito effetto. E così la scelta della famiglia è stata quella di rivolgersi a un prete, con il quale si era arrivati alla decisione di mandare la ventenne a un ritiro spirituale, che sarebbe dovuto iniziare in questo fine settimana ad Assisi. La situazione in casa è invece degenerata e così la giovane, presa in cura dai sanitari, è stata poi trasportata in ambulanza all'ospedale San Bortolo per essere curata. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Marzo 2018, 15:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ragazza distrugge casa. La madre: «È posseduta dal demonio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-03-10 10:43:34
Ha bisogno di potenti sedativi di cura altro che demonio, questi chiamano il prete, poveretti, come nel Medio Evo,,,
2018-03-10 12:43:35
La nostra epoca, costellata da dogmi, tabù e certezze preconfezionate, dove la parola dubbio non fa più parte del nostro vocabolario perché considerata espressione di debolezza, è un'epoca più oscurantista del medio evo.
2018-03-09 22:02:17
20 anni di spaccamento da quelle due confuse di madre e nonna.....non ce la faceva piu' ed ha sclerato ....accch
2018-03-10 11:00:06
Quanta ignorante saccenza nel dare delle confuse a chi non si conosce.
2018-03-09 21:24:55
questa ragazza finira' imbottita di psicofarmaci per tutta la vita. poveraccia