Nino e la droga, l'ex della "banda delle belve" gestiva lo spaccio di coca a Vicenza

Nino e la droga, l'ex della "banda  delle belve" gestiva spaccio di coca
VICENZA - I finanzieri del Comando Provinciale di Vicenza hanno arrestato due pusher che si rifornivano da Stefano Tummolo Altomare, ex componente della "banda delle belve", un'organizzazione criminale attiva negli anni '70 e '80 a Roma e responsabile di alcuni sequestri, omicidi e rapine.

Tummolo, già condannato nell'85 a 25 anni, era stato nuovamente arrestato lo scorso settembre per traffico di droga. In quest'ultima operazione, invece, le Fiamme Gialle hanno ricostruito 127 episodi di spaccio di cocaina e 73 di acquisto della sostanza. In particolare, è stato raggiunto da un'ulteriore ordinanza di custodia cautelare in carcere lo stesso Tummolo. La misura dell'obbligo di firma è stata invece disposta per un 42enne, disoccupato, residente a Dueville (VI) che si riforniva da Tummolo per poi spacciare la droga. Ad essere coinvolto era anche un 40enne - altro cliente dell'ex componente della banda delle belve - residente a Montegalda (VI), commerciante, anch'egli indagato per spaccio e perquisito dai finanzieri vicentini. Nel giro il soprannome di Tummolo era "Nino". L'uomo era un punto di riferimento per lo spaccio di cocaina nella zona di Vicenza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 18 Febbraio 2019, 08:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nino e la droga, l'ex della "banda delle belve" gestiva lo spaccio di coca a Vicenza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-02-18 19:49:51
che è, paracetamolo?
2019-02-18 14:22:17
Tutto bene quando si arrestano spacciatori o distributori (italiani o africani che siano). Ma quando potremo leggere dell'arresto di qualche "pezzo grosso" delle Mafie che stanno impestando il Paese? Sono anni che nessuno si "pente" piu' forse per l'incapacita' delle Istituzioni di proteggere i familiari di chi potrebbe fare luce sui boss latitanti?
2019-02-18 15:55:09
Diceva bene ieri Renzi da Fazio. Dovremmo iniziare ad obbligare i parlamentari a fare qualche bell'esamino tossicologico... ne scopriremmo delle belle sul perché in Italia beccano i pesci piccoli mentre le mafie delle droghe aumentano il loro fatturato e il bilancio di morti ogni anno.
2019-02-18 16:44:10
Renzi non può dire nulla di buono, nel caso doveva fare qualcosa di buono, invece di scrivere libri che nessuno leggerà.
2019-02-18 17:07:25
E che doveva fare? Finire indagato per il reato di sequestro di persona come il "baluba" padano? No direi che Renzi non è persona avvezza alla cafonaggine istituzionale.