Il pirata della strada ha 30 anni: si è presentato spontaneamente dai vigili

Il frame dell’immagine dell’auto investitrice

di Luca Pozza

VICENZA - Oggi pomeriggio, attorno alle 15, si è presentato al Comando della polizia locale di Vicenza, l'automobilista responsabile dell'investimento che ieri sera, poco dopo le 20.10, in viale Crispi, è costato la vita a Irfan Nadarevic, cittadino bosniaco di 58 anni, ucciso sul colpo mentre attraversava l'arteria. Si tratta di un giovane di 30 anni, residente in città, che era bordo di una Fiat Punto di color scuro, che non si è fermata a prestare i soccorsi. Il giovane, accompagnato dal proprio legale di fiducia, avvocato Andrea Balbo, ha dichiarato di essere scappato in quanto preso dal panico.

I vigili urbani avevano già acquisito attraverso indagini, testimonianze ed immagini riprese da telecamere sia pubbliche che private, informazioni poi confermate dalla confessione del responsabile. Presentandosi spontaneamente entro 48 ore dall'incidente, l'automobilista ha evitato l'arresto previsto per l'omissione di soccorso ed è stato denunciato all'autorità giudiziaria (anche per omissione di soccorso) oltre al ritiro immediato della patente di guida. Nel frattempo la Procura di Vicenza ha già aperto nei suoi confronti un fascicolo per omicidio colposo.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Gennaio 2017, 18:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il pirata della strada ha 30 anni: si è presentato spontaneamente dai vigili
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti