Profugo di Cona spaccia nei bagni della stazione e picchia un agente

Profugo di Cona spaccia nei bagni  della stazione e picchia un agente

di Vittorino Bernardi

SCHIO – Lotta allo spaccio da parte della polizia locale Alto Vicentino nei bagni della stazione ferroviaria, luogo scelto per lo smercio di droga. Agenti in borghese con l’ausilio di una videocamera hanno registrato movimenti sospetti e nella serata di ieri, 19 giugno, alla guida del comandante Giovanni Scarpellini hanno fatto un blitz. Alle 20.30 un uomo, con casco da motociclista in testa, è entrato nei bagni davanti ai binari, seguito subito dopo da un altro uomo. Appena entrati, la videocamera ha registrato uno scambio: il secondo uomo ha estratto dalla bocca una piccola confezione per cederla in cambio di banconote.

Usciti dalla stazione i due hanno preso strade diverse. Il motociclista è stato fermato e messo di fronte alle proprie responsabilità ha ammesso l'acquisto di due palline di cocaina per 20 euro. Nell’identificazione ha consegnato agli agenti la cocaina per 0,565 grammi. Lo spacciatore salito in bicicletta nel riconoscere un agente in borghese ha abbandonato la bici, si è messo a correre, ha perso le ciabatte, ha continuato la fuga a piedi nudi sempre rincorso dall’agente ha quindi oltrepassato i binari, per raggiungere in via Baccarini dove si è nascosto in una siepe. Rintracciato dall’agente lo ha aggredito prima di essere ammanettato. Condotto al comando di via Pasini è stato identificato: si tratta del nigeriano Endurance Akhidenor, classe 1989, domiciliato a Cona (Ve), in possesso di permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Venezia il 9/4/18 e in scadenza il 16/8/18 con lo status di "richiedente asilo". L’africano è stato arrestato per spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale. Trattenuto in camera di sicurezza questa mattina al tribunale di Vicenza nell'udienza di convalida con rito direttissimo, ha patteggiato la pena di 6 mesi di reclusione.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Giugno 2018, 17:59






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Profugo di Cona spaccia nei bagni della stazione e picchia un agente
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-06-21 14:29:50
perche rincorrerli? bastava bloccarli in bagno...
2018-06-21 09:43:30
#risorseboldriniane
2018-06-21 05:22:17
Via Subito. Fuori dall'Italia.
2018-06-20 19:35:28
.. se gli agenti le prendono sempre un motivo ci deve essere.. la loro è sudditanza psicologica a prescindere..
2018-06-20 19:18:58
Ecco uno di quelli cui hanno messo in mano la bandierina rosso gialla, mandandolo a sfilare con la pretesa di maggiori diritti... I DOVERI invece restano in fondo da qualche parte, ma proprio in fondo: esattamente come nella testa dei fancazzisti che li hanno indottrinati!!!