Il cugino di Ermes rinuncia all'eredità
i due nomadi dovranno citare lo Stato

Il cugino di Ermes rinuncia all'eredità  i due nomadi dovranno citare lo Stato
ARSIERO - Il cugino Luigi Mattielli, unico erede di Ermes Mattielli, il rigattiere morto da alcuni mesi e al centro della vicenda che lo vide sparare 14 colpi di pistola a due ladri penetrati nel suo deposito, si tira indietro. Non acquisirà l'eredità di Ermes, e davanti al notaio ha già messo nero su bianco la sua rinuncia. Non intende finire nelle tagliole delle cause che i due nomadi, titolari secondo sentenza di un diritto al risarcimento, potranno attivare per "soddisfarsi" sui beni lasciati da Ermes.

Ora, chiamatosi fuori il cugino, i due, Cris Caris e Blu Helt, dovranno semmai vedersela con lo Stato. Ermes Mattielli è morto a 62 anni nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Alto Vicentino di Santorso dove si trovava da 4 giorni per un infarto accusato tra le mura della sua casa di via Scalini. Il risarcimento da lui dovuto era stato quantificato in 135 mila euro dal tribunale di Vicenza il 7 ottobre scorso. «Per la legge a pagare il risarcimento devono essere gli eredi - spiegò tempo fa al Gazzettino l'avvocato Maurizio Zuccollo di Thiene -. Ermes non aveva discendenti e neppure fratelli e sorelle. In ogni caso gli eventuali eredi dovranno pagare i 135 mila euro solo nel caso di accettazione dell’eredità». 

Si chiude così una vicenda molto penosa. Sempre Zuccollo aveva spiegato: «“Non sono certo in grado di affermare che la condanna abbia indotto l’infarto che ha portato alla morte Ermes Mattielli. Comunque Ermes era provato, soffriva molto per la situazione: viveva da solo, senza parenti e senza risorse economiche, si faceva bastare una piccola pensione d’invalidità (120 euro/mese per la gamba di legno). Era preoccupato per il futuro, temeva il pignoramento della casa per pagare i 135 mila euro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Febbraio 2016, 10:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il cugino di Ermes rinuncia all'eredità
i due nomadi dovranno citare lo Stato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2016-02-22 15:32:43
Chi mette pollice giù è pregato di farsi riconoscere. Grazie. Che siano ladri ?
2016-02-18 14:06:41
Ho scritto: "Alla fine nessuno la comprerà perchਠsarà malvisto dai paesani di Ermes! Chi ha letto superficialmente può pensare che si tratti di campanilismo! No di sicuro ma constatazione che essendo il frutto di una rapina nei confronti del fu Ermes la gente maledirà di sicuro chi l'ha comprata per far avere i soldi ai delinquenti! Per me Ermes...sotto sotto un eroe che difende i suoi miseri averi anche a costo di avere guai peggiori! Rubare qualche decina di chili di rame a un riccone non fa nulla (controvalore circa 5 euro al chilo come rottame) ma rubarli a uno che prende 120 euro al mese di pensione è simile a un furto da un milione di euro in casa di un riccone! La giudice ben retribuita ha infierito contro un poveraccio fino a condannarlo di fatto a morte...ora se la vedrà con il più terribile giudice: la sua coscienza che non la farà dormire la notte. Ho visto tante persone oggetto di maledizioni da parte di tanti che sono finite male non per atti violenti ma perchè si sono ammalate prima nella testa e poi nel corpo. Inveire contro la giudice e3 minacciarla: tempo perso perchè chi la giudicherà in questa vita sarà il Dio degli Eserciti. E' sufficiente il disprezzo della gente che la segnerà a dito anche quando va a far la spesa. Se qualche frase del mio commento non va bene vi autorizzo a censurarla. Grazie!
2016-02-18 08:05:55
Eddaje con questi fini giuristi che conoscono la norma perché gliela suggerisce il pancreas. Lo stato non pagherà nulla. Le spese restano a carico dell'eredità giacente e il danno verrà risarcito con quello che rimane. Se rimane qualcosa una volta pagate le spese e il risarcimento, viene incamerato dallo stato.
2016-02-17 21:04:37
ignotus: e chi ci dice che gli acquirenti devono essere per forza paesani Veneti? L'esperienza mi dice che un appartamento della mia città è stato vinto all'asta da un compratore napoletano. Comunque, spero tanto che i due delinquenti non riescano a cavare un ragno dal buco. Il colmo per me, è che questi riescano ad intascare ciò che non sono riusciti ad ottenere rubando.
2016-02-17 18:18:05
La casa del fu Ermes più che una casa mi sembra una toppaia. Prezzo base a farla grande 30000 euro molto trattabili. Base d'asta ancora più bass. Primo esperimento deserto con calo del 30% del valore di stima. Alla fine nessuno la comprerà perchè sarà maolvisto dai paesani di Ermes! E poi i vagabondi per avere i soldini debbono fare causa allo stato che resisterà nei tre gradi di giudizio: il gioco per loro non vale la candela visto che gli avvocati non lavorano "a gratis"!