Ettore ha fretta di nascere: partorito nel salotto di casa

Ettore ha fretta di nascere: partorito nel salotto di casa
CAMISANO VICENTINO - Probabilmente aveva così tanta voglia di sorridere a mamma Veronica, a papà Matteo e alla sorellina Linda di 3 anni che Ettore è nato due settimane prima della data prevista. Per i genitori una gioia straordinaria per l’arrivo del secondogenito, nato la notte scorsa sul tappeto del salotto della loro villetta di via Battaglione Monte Berico. Mamma Veronica, quarantenne, verso la mezzanotte di ieri a letto ha avvertito delle contrazione e verso le tre ha intuito che il parto poteva essere vicino. Dopo avere sistemato la figlia Linda dalla nonna che abita nelle vicinanza, papà Matteo è sceso in garage a prendere l’auto per accompagnare la moglie, ma il viaggio verso il San Bortolo di Vicenza non c'è stato, perché il papà,  Matteo Giaretta, si è improvvisato ostetrico dopo avere chiesto aiuto al 118 per un parto in casa. I sanitari al loro arrivo hanno trovato il piccolo Ettore abbracciato alla mamma, da pochi minuti nato sul tappeto del salotto con l’aiuto di papà. Non si è reso necessario il ricovero in maternità: mamma e bimbo stato bene.   
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Novembre 2017, 10:44






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ettore ha fretta di nascere: partorito nel salotto di casa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-18 12:39:55
Il ricovero in maternita' potrebbe NON essere necessario se ostetrica e pediatra verificano con controlli quotidiani che madre e neonato stiano bene, controllando peso, allattamento, evacuazioni, effettuando la profilassi oculare e con vitamina K, verificando l'eventuale comparsa di ittero (con determinazione del gruppo sanguigno di entrambi) e, soprattutto, effettuando sul bambino il prelievo per lo screening neonatale delle malattie metaboliche. In pratica utilizzi a livello domiciliare risorse che "basterebbero" per 10 neonati.
2017-11-19 08:54:50
Nella maggior parte dei casi pratiche inutili o dannose.