Da imprenditore a clochard: travolto
​e ucciso da un'auto il "conte Fiocchi"

Il conte Fiocchi
ZERMEGHEDO - (v.b.) Ancora sangue sulle strade del Vicentino: poco dopo le 21.30 di mercoledì 9 agosto lungo la Provinciale 31 Valchiampo un’auto ha investito a cavallo della sua bicicletta Luigi Dal Maso, 77 anni di Chiampo, noto come il "conte Fiocchi". La dinamica del sinistro mortale è al vaglio della polizia locale Vicenza Ovest che sta valutando velocità dell’auto e fanalini in funzione o meno della bicicletta.

Luigi Dal Maso alle 21.30 stava pedalando sulla Provinciale 31 nel tratto di Zermeghedo, quando alle sue spalle è sopraggiunta una Minor condotta da una ragazza residente in zona, al momento non sono state fornite le generalità. La donna al volante ha urtato l’anziano che è volato sul cofano, ha sfondato il parabrezza ed è caduto sull’asfalto a qualche decina di metri di distanza. In pochi minuti sono intervenuti gli agenti della polizia locale, i carabinieri e i sanitari del Suem che hanno cercato di rianimare il conte Fiocchi prima di certificare il decesso per politraumatismi.
Luigi Dal Maso, molto noto nella vallata del Chiampo, era chiamato benevolmente "conte Fiocchi" per la parabola della sua vita: da imprenditore di successo in giro per l’Europa subì un tracollo economico che lo portò alla condizione di barbone. Da tempo viveva in una baracca in zona industriale a Chiampo. Benvoluto dalla gente il conte Fiocchi ospitava gli animali che trovava abbandonati.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 10 Agosto 2017, 09:22






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Da imprenditore a clochard: travolto
​e ucciso da un'auto il "conte Fiocchi"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2017-08-11 15:42:29
Giovane vizioso = vecchio bisognoso. Io penso che questo signore da giovane abbia fatto la bella vita ma...vedrò di informarmi. Non giudico quello che ha fatto ma dico: che fine del topo!
2017-08-11 13:17:03
Ci riprovo. @gixxmax28. Caro figlio di face-book, contrariamente a te, la mia vita e' altamente produttiva, anche per la societa'. Quindi gattini e pollicioni vengono generosamente lasciati a perdigiorno come te e altri tuoi amici che imperversano nell'etereo mare di internet. Poi per quanto riguarda il diritto di voto... ah ah ah... non riesco a smettere di ridere per quello che scrivi. Vai caro, vai...
2017-08-11 16:48:35
probabilmente la tua vita è altamente produttiva di stupidaggini sulla rete. Spiegami il nesso tra la storia che non conosci di quest'uomo e i clandestini. Sei il solito populista che non perde occasione per stare zitto. Votati l'autonomia caro, che Zaia vi ha intortati per bene.
2017-08-11 12:09:01
Al solito le censure. Cos'e' unilaterale?
2017-08-10 14:03:54
Come facciano le autorità, il governo e persino i principi della chiesa cattolica, a non cogliere la tragica contraddizione, l'assurda incoerenza e il crudele paradosso, nel dare asilo, vitto e assistenza sanitaria a dei pergftti sconosciuti, anche se pseudo profughi, ma pur sempre giovani e in salute, e lasciare in abbandono a vivere in una baracca un cittadino italiano anziano. Ma non sentite un profondo senso di vergogna e ingiustizia in tutto questo ? E ancora vogliono farci credere che lo fanno per spirito umanitario ... !