Giovannina, la nonna della Valbrenta spegne 103 candeline

Solagna Giovanna Cortese

di Roberto Lazzarato

VALBRENTA. Compleanno record quello di nonna Giovannina, che ha raggiunto quota 103, un traguardo che la pone ai vertici dei centenari della Valbrenta. Una grande festa per l’ultracentenaria di Solagna, attorniata dai familiari e omaggiata anche dall’intervento del sindaco.

Nata nel 1915, Giovanna Cortese, originaria di Campese alle porte di Bassano del Grappa, per molti anni con la famiglia ha vissuto a Campolongo sul Brenta, nei pressi della diga di Mignano, presso la quale il marito lavorava come guardiano. Negli anni ’70 si trasferì poi definitivamente nel dirimpettaio comune di Solagna, presso la figlia Anna Maria e da un paio di anni è entrata nella locale casa di riposo Villa Serena. Vedova dal 1990 di Liomanto Antonio Bordin, ha avuto tre figli: Giovanni, Luigi Domenico e Anna Maria che le hanno regalato cinque nipoti e ben sette pronipoti.
Prima del matrimonio, nonna Giovannina ha lavorato come operaia presso una conceria, a Campese e, dopo essere convolata a nozze, ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia. Per festeggiare il traguardo dei 103 anni, a Villa Serena, s’è concessa il bis della torta, attorniata dai figli, familiari, nipoti e pronipoti, parenti e amici, personale dell’istituto e l’intervento anche del sindaco Daniele Nervo con gli assessori della giunta comunale a testimonianza dell’affetto che nutre nei suoi confronti l’intera comunità.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Ottobre 2018, 18:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giovannina, la nonna della Valbrenta spegne 103 candeline
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti