otonare

Commenti pubblicati:
Giovedì 20 Aprile 2017, 21:30
quanti pochi commenti da parte dei "padroni a casa nostra" che ogni giorno fingono di indignarsi con i loro commenti. A già, no foresto no party ....
Venerdì 14 Aprile 2017, 12:00
Venire in Veneto, studiare, lavorare e tenersi al lato sta popò di "risorsa padana" e morire in questo modo, da veramente pena. Ma ancor più pena fanno i commenti degli "ultras" di sempre, il cui razzismo non ha pietà di nulla e di nessuno. Che società amorale rifiliamo ai nostri figli .....
Venerdì 14 Aprile 2017, 11:50
i suoi giudizi sono degni di lei, e non è un complimento ...
Venerdì 14 Aprile 2017, 10:19
"mogli e buoi ...." diconono.
Venerdì 14 Aprile 2017, 10:17
ci preoccupiamo degli immigrati e poi abbiamo prodotti a chilometri zero come chi scrive sto commenti penosi ....
Venerdì 14 Aprile 2017, 10:14
già, li conosciamo bene ormai ....
Martedì 11 Aprile 2017, 15:15
Detto che non ho nessuna speciale simpatia per le religioni in generale e ancor meno per quelle che, in questa fase della loro evoluzione, ancora costringono le donne ad una evidente profonda disparità di trattamento oltre che ad avvolgerle in ridicoli abiti. Va ricordato, ai "ben informati", che le chiese cristiane esistono in larghissima parte dei paesi a prevalenza mussulmana e non da ora. In Egitto, per fare un esempio, le chiese cristiane sono diffuse non solo nella capitale ma anche in molti centri minori, con tanto di istituzioni scolastiche salesiane, anche di lingua italiana (vedi Don Bosco de El Cairo), il che sarebbe come avere, oltre a varie moschee, anche scuole coraniche nel nostro territorio. Ma naturalmente noi portiamo la civiltà, è diverso ....
Martedì 11 Aprile 2017, 15:00
Solo in Italia e nel nord Africa un genitore si porrebbe una domanda cosi idiota. Ma poi ci sentiamo svedesi appena incontriamo uno un po più abbronzato ....
Mercoledì 5 Aprile 2017, 13:00
Capita! direbbe un europeo qualsiasi ....
Mercoledì 5 Aprile 2017, 12:55
Che bello quando eravamo tutti solo italiani e tutti pagavano il biglietto, le tasse, non c'erano i ladri, la mafia non esisteva e vivevamo felici .....
Lunedì 3 Aprile 2017, 08:02
Ma come, lei chiede di andare per il sottile, di distinguere, chiamare le cose con il loro nome? Lei deve proprio essere un buonistacattocomunistaboldrinianoseliprendaacasasua ....
Venerdì 31 Marzo 2017, 23:43
Gocce di umanità in un mondo in cui il malanimo, la fobia della diversità, il cinismo bieco fanno tanto rumore. Bravo Joe ...!
Giovedì 30 Marzo 2017, 22:32
ecco bravo, come quando c'era lui .....
Giovedì 30 Marzo 2017, 19:48
No, non lo penso affatto. Secondo lei un imprenditore preferisce, se può.., vendere a un paese da 58 milioni di abitanti o ritiene più interessante venderne a paesi che crescono con al ritmo del 6-8 percento del PIL e con un potenziale demografico da 2 miliardi e 400 milioni di persone ... Per cosa crede che il Berlusconi o il Renzi di turno vadano con la delegazione di imprenditori al seguito. Le regolamentazioni già ci sono e anche i dazi su alcuni prodotti, non li inventa certo Trump.
Giovedì 30 Marzo 2017, 14:29
Viviamo in un paese famoso in tutto il mondo per: la moda, il design e tutta l'industria manifatturiera che ne consegue (mobili, auto di lusso, ecc.), l'industria alimentare, i prodotti agricoli, il vino ed altri famosi alcolici, tutti prodotti di cui l'Italia riempie il mondo e che sono tra i pochi a sottrarsi alla inevitabile competizione al ribasso del costo, una bilancia commerciale verso l'estero decisamente positiva. Migliaia di aziende che nella crisi assoluta del mercato interno sono sopravvissute e in molti casi prosperate esportando il 50-60 70% dei suoi prodotti all'estero. Perché il "made in Italy" è al 6 posto nella valutazione per qualità del prodotto. Cina, India, oltre che esportatori sono enormi mercati in cui vendere prodotto e immagine del paese, e qui ci ritroviamo con i "tifosi" che vorrebbero l'autarchia (quella vissuta da piccoli in qualche caso...), se vi leggesse un qualsiasi medio imprenditore veneto si scompiscerebbe dalle risate ....
Mercoledì 29 Marzo 2017, 19:12
Ohhhhh .....!!!
Lunedì 27 Marzo 2017, 13:24
No RedFoxy, ha ragione, in effetti le italiane sono in buona compagnia nel irretire questi poveri uomini incapaci di intendere e di volere. Magari razzisti di giorno e terzomondisti di notte ....
Sabato 25 Marzo 2017, 14:25
guarda che la Merkel è del equivalente tedesco del partito Democristiano italiano. Quello che hai votato per anni ....
Giovedì 23 Marzo 2017, 15:11
GiovannaCarla, le sue parole non necessiterebbero ulteriori commenti, ha colto il punto. Ma deve pensare che i soliti 5 energumeni da tastiera, non potendo dire che "lei se l'era cercata", si scatenano contro il "foresto", in questo modo la triste giornata assume un senso e avanti così, è la vita del tifoso ....
Martedì 14 Marzo 2017, 08:38
E' sempre curioso e anche piuttosto divertente, leggere i commenti dei cosiddetti "indipendentisti veneti" che commentano immediatamente gli articoli che parlano della battaglie indipendentiste Catalane. Il vostro "indipendentismo" razzista, nostalgico del ventennio ma in salsa al radicchio, centra con quello catalano come i cavoli a merenda. L'indipendentismo catalano ha esattamente le opposte radici. Anti fascista, di sinistra, repubblicano anti monarchico, ecc. E l'aria che si respira in Catalunya non ha niente a che vedere con quella intollerante Veneta. Basti pensare alla manifestazione di un paio di mesi fa che ha portato nelle strade e piazze di Barcellona migliaia di persone al motto di "volem acollir" per facilitare l'accoglienza dei rifugiati Siriani. Va riconosciuto che a questa tradizione si sono nel tempo aggiunte istanze liberali come quelle appunto di "Convegencia i Unio" di Arthur Mas, e purtroppo, come in tutti i paesi del mondo, non sono mancate le conferme che quando c'è da "magna", in "Padania" come in Catalunya, se magna. E quindi si scopre che il padre carismatico dell'indipendentismo liberale catalano, Pujol, si era messo in conti svizzeri fortune per se e i suoi discendenti (vs Bossi), che l'amministrazione Mas distribuiva lavoro in cambio di tangenti, ecc. ecc. Ma naturalmente l'ideologia del "ma noi siamo geneticamente diversi" se ne frega anche dell'evidenza e continua a ciarlare quando non può mettersi in saccoccia qualcosa ...
Domenica 12 Marzo 2017, 10:36
Cosa non si fa per raccattare i voti di quattro gringos da due soldi ....
Domenica 12 Marzo 2017, 10:30
e c'è chi ci vede un disegno divino. Un abbraccio alla famiglia e al fidanzato di questa povera ragazza.
Domenica 12 Marzo 2017, 10:25
E non serviva certo ce lo confermasse per l'ennesima volta ....
Venerdì 10 Marzo 2017, 10:36
Continua lo stillicidio di uomini incapaci di stare soli. Non c'è paese in Europa, all'infuori del nostro, in cui ogni santo giorno appaia una notizia come questa. Siamo la nazione che idolatra la mamma, il paese in cui milioni di maschi esce di casa solo quando pensa di avere per le mani qualcuna che gli lavi le mutande e stiri le camicie. E le madri, anziché dare una sonora pedata nel didietro agli attempati e pigri virgulti, se li coccolano e li difendono. Il risultato sono maschi insicuri, viziati, incapaci di qualsiasi condivisione degli oneri famigliari e tanto piccoli da non riuscire nemmeno ad immaginare un esistenza senza la compagna che di loro si è stancata. Ma quand'è che diventeremo adulti in questo paese ....
Giovedì 9 Marzo 2017, 13:26
Senza riferimenti al caso in questione di cui si sa poco o niente, in generale, il primo problema nel nostro paese è come sempre, quello culturale. Questo enorme problema, purtroppo, condiziona in molti campi questo paese, ovvero in sintesi, l'insofferenza alle regole. L'altra un debordante machismo da due soldi che impedisce, specie ai maschi italiani, di usare gli indicatori di direzione in ogni circostanza, perché considerato atto di debolezza a cui si risponde con un, "vado dove voglio e di te me ne frego". Altro punto, la repressione del fenomeno, perché se è vero che nei paesi "normali" i primi due aspetti sono assai meno presenti, è anche vero che lì vanno giù pesanti. Mentre l'italiano (e il veneto quanto il campano...) si lamenta degli autovelox anche se annunciati dai cartelli, in Austria, giusto per stare vicino, gli autovelox li mimetizzano, perché quando ti ho avvisato che devi rallentare, se lo fai, ti bastono. Ma noi siamo diversi e le regole le vogliamo, ma per gli altri ....
Lunedì 6 Marzo 2017, 00:28
E dov'è la notizia? la prostituzione è il più antico mestiere di chi non ha altro da vendere e da sempre riguarda le classi sociali più disagiate. Hanno riguardato migliaia di italiane quando facevamo la fame, riguarda migliaia di emigrati che vengono dalla parte povera del mondo e che trovano in Veneto come in tutto il mondo ricco, numerosi clienti paganti. Fra questi tanti bacchettoni che ce l'hanno con gli immigrati, sposati e con prole ma che non disdegnano esperienze esotiche ....
Domenica 5 Marzo 2017, 09:59
Senso di responsabilità verso la persona che si lascia e quella libertà dalla schiavitù del proprio ego che in rari casi ci permette di considerare la libertà e la felicità dell'altro come più importante della propria. Una bella storia d'amore e di rispetto.
Domenica 5 Marzo 2017, 09:25
Forse pensa che lo promuoveranno Kapò, appena tornano al potere ...
Venerdì 3 Marzo 2017, 19:26
Quello che scrive non corrisponde alla realtà della maggior parte degli appartamenti turistici e camere in affitto su Airbnb. Qualsiasi addetto della polizia postale, oltre che qualsiasi cittadino, può accedere molto facilmente a tutti i nomi dei gestori sul sito di AIRBNB e può addirittura "fare i conti in tasca" guardando i giorni prenotati, il costo giornaliero della camera. Non credo quindi siano molti gli sciocchi che sapendo di essere così facilmente rintracciabili mettano a rischio questa attività con una cedolare secca del 21%. Per non parlare della tassa di soggiorno che ciascun occupante deve pagare al Comune di Venezia per ogni giorno trascorso. Tutti gli ospiti vengono puntualmente registrati presso il sito degli alloggiati della Polizia di stato e la mancata o tardiva registrazione costa 1000€, quindi direi che prima di sentenziare bisognerebbe informarsi meglio.
Venerdì 3 Marzo 2017, 19:09
Questa criminalizzzazione di Airbnb mi sembra una montatura gonfiata dagli albergatori che si vedono, in alcuni casi, superati da appartamenti turistici che offrono più qualità e ad un costo di molto inferiore. Io invece credo che siano, almeno nei numeri più che ragionevoli attuali (300 tra camere ed appartamenti a Mestre e dintorni), un buon modo per incentivare il turismo anche nella terraferma. E non mi riferisco solo a Mestre che certamente beneficia soprattutto nei mesi estivi di un turismo che cerca ristoranti, pizzerie, bar, e negozi, quando i Mestrini sono in ferie, ma anche l'entroterra veneto, Padova, Treviso e Vicenza e i loro dintorni. Quello che dovrebbe fare un comune come quello di Venezia è mettere a sistema queste risorse ed incentivare un turismo alternativo che spinga a conoscere zone del nostro territorio non abbastanza conosciute, prodotti locali, feste e tradizioni. Naturalmente facendo pagare le dovute tasse e controllando che ciò avvenga.