otonare

Commenti pubblicati:
Lunedì 20 Febbraio 2017, 17:02
Gli articoli che trattano di omosessualità sembrano essere particolarmente "pruriginosi" per certi "castigatori" dei gusti altrui. ..... altrui .....?
Lunedì 20 Febbraio 2017, 16:55
Certo che questo "campione di intelligenza ariana", di argomenti ne ha davvero pochi se tutto quello che è capace di rimproverare ad un avversario a a che vedere con i pigmenti della pelle. Bella lezione di educazione civica del dirigente del Dolo, ce ne fossero ....
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 17:42
Dotcom, se proprio le interessa io vivo in un modesto condominio di 8 famiglie di cui 2 sono provenienti da Bangladesh e Senegal. La mia personale esperienza di convivenza con queste famiglie (1/4 del totale!) è semplice cordialità. Tutti i componenti di queste famiglie mi salutano educatamente e con un sorriso, il più delle volte. Altrettanto faccio io. Non ci sono mai stati problemi, tutti lavorano; di quei lavori per i quali si torna a casa con l'autobus de le 3 di notte ovviamente. Di quelli per i quali i nostri giovani disoccupati con poca voglia di studiare, si "accapigliano" per avere. Certo non tutto è perfetto, l'odore di soffritto, curry e cardamomo è piuttosto persistente nelle scale .... pensa che dovrei cominciare ad insultarli e a sputargli addosso quando li incrocio?, magari anche solo perché hanno un colorito più simile del mio a quello dello spacciatore del parco vicino. Lei immagino abiti in una casa popolare circondato da disgraziati criminali, no?
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 14:15
Purtroppo il pregiudizio e l'ignoranza profonda della signora e dei sodali non si cura con la reclusione. Una giusta condanna sarebbe quella di un soggiorno a tempo indeterminato, senza un euro, in un paese di quelli in cui gente come lei rivendica di essere di razza pura. Di non avere ascendenze da tutto il mediterraneo, come i mercanti veneti. Di non parlare perfettamente la lingua del posto, e di essere li a rubare il pane ai locali. Costretta ad un ora di scuola ogni giorno in cui si studia la storia. Anche i più zucconi dopo una semplice esperienza come questa imparerebbero ad indossare, per una volta, i panni altrui. Quelli scomodi....
Domenica 12 Febbraio 2017, 10:41
C'è qualcuno che si preoccupa di cercare l'origine del ragazzo, come sempre d'altronde. Diciamo che potrebbe essere americano figlio di un orgoglioso elettore di Trump. Di quelli che dicono che è per la sicurezza dei nostri figli che si deve permettere di portare armi a scuola.....
Giovedì 9 Febbraio 2017, 18:00
Però bisogna mettersi d'accordo una volta per tutte. Siamo per il libero mercato? per la dittatura del proletariato? per l'oligopolio nazionalista? Mi pare che la maggior parte dei commentatori, tolto forse qualche nostalgico del ventennio, si dichiari liberista a parole .... Se è così perché si indigna tanto, la unica colpa dei succitati benestanti signori è fare tanti ascolti e quindi fanno vendere molto cara la pubblicità. Se Fazio, Santoro, la Clerici o Conti fanno entrare milioni di euro nelle casse della RAI inchiodando milioni di persone alle sue trasmissioni cosa volete che gli diano i 200000€ annui di un Salvini, di un Alfano, o di un Renzi qualsiasi ....
Mercoledì 8 Febbraio 2017, 12:03
Lavorare per un ente pubblico dovrebbe essere vissuto come un onore e non un privilegio intoccabile. Chi dimostra di non aver rispetto per questo ruolo, chi si dimentica che sono tutti i lavoratori a pagargli gli stipendi, dovrebbe tornare sul mercato del lavoro ad elemosinare un salario dopo aver pagato una consistente multa.
Martedì 7 Febbraio 2017, 15:16
Che gli architetti non "tocchino palla" a Venezia non solo, è un dato di fatto. Ma il problema è politico, non è certo nella scarsa disponibilità degli architetti che immagino, non vedano l'ora di fare la loro parte. E' la politica che ha abdicato al ruolo della pianificazione, specie quella a lungo termine, e che non sa approfittare del potenziale di idee che potrebbe arrivare anche dagli architetti. In molti paesi d'Europa il ruolo dell'architettura è stato centrale nella valorizzazione del patrimonio esistente e nella costruzione di nuovi ed innovativi edifici. Pensiamo negli ultimi decenni a città come Rotterdam, Barcellona, Bilbao, Berlino e moltissimi altri esempi. Questo obbiettivo lo si può raggiunge con uno strumento come quello del concorso internazionale, che permette di mettere a confronto i migliori progetti. Non è con gli incarichi fiduciari a gente di capacità spesso modeste ma ben inserite nella politica locale che si cambia una città. E' incredibile che Venezia continui ad avere una visione tanto provinciale e miope. Venezia e Mestre, la laguna e le spiagge sono un sistema con potenzialità uniche che meritano visione di lungo periodo per poter progettare e realizzare cose utili e belle. Quindi, passiamo dai proclami ai fatti, ma cambiando il chip ...
Domenica 5 Febbraio 2017, 13:15
Eventi come questo pongono tutti di fronte alla precarietà della vita. Una combinazione di fattori determina un incidente che cambia le esistenze di tante persone per sempre. Discutere di chi ha ragione o torto in un evento come questo arrivati a questo punto sembra quasi ridicolo. Ognuno dovrebbe ringraziare per quel messaggio letto senza conseguenze distraendosi alla guida, o la fortuna che i propri 21 anni e le tante sciocchezze che un giovane uomo commette a quell'età, non abbiamo presentato un conto così salato e definitivo. Così come la fortuna di avere ancora accanto una persona amata.
Venerdì 3 Febbraio 2017, 18:44
RedFoxy, le rispondo e chiudo. Guardi che quando faccio riferimento ai "suoi figli" uso una figura retorica per seguire la sua, nella quale lei cita appunto "i suoi figli", e con loro i figli di tutti, altra figura retorica, e li raffigura come vittime dell'internazionale delle lesbiche e dei gay pro "gender"; spero le sia chiaro, perché è evidente. Lei parla ora di informazione sessuale inadeguata tra i giovanissimi, nelle scuole e nelle famiglie. Guardi che l'educazione sessuale, che è materia scolastica in tutti quei paesi che hanno fatto pace con il sesso e con l'influenza della religione, è fortemente ostacolata dalla parte conservatrice del nostro paese che pretenderebbe di fornire schemi "semplici" a fenomeni complessi, e se qualcuno non la pensa così, diventa automaticamente "radical chic". L'identità sessuale è nella realtà materia melliflua e difficile da schematizzare. E le identità sessuali dei giovani, meno condizionate e definite da gli schemi che han condizionato le generazioni precedenti, che ci piaccia o no, sono la cartina al tornasole di questa complessità. Certo se il mondo lo riduciamo allo schema semplicistico: il 90% della popolazione è etero (al 100%) e il 10% è gay (al 100%) qualsiasi cosa ci dimostri che la realtà è diversa, ci appare come un attentato ai sacri testi. Da questi schematismi che implicitamente colpevolizzano chi riconosce di non rientrarci, nascono le mostruosità violente e machiste che ogni giorno riempiono le pagine dei giornali. Insomma, qualsiasi approccio scientifico prevede che alla teoria segua la verifica della realtà, e se la realtà ci pone di fronte a qualcosa che esce dai nostri schemi, forse è la teoria che va aggiornata senza moralismi veri o falsi. In ogni caso la faccenda merita altro spazio e tempo che un commento di poche righe.
Venerdì 3 Febbraio 2017, 14:21
Redfoxy, siccome non è mia intenzione offendere nessuno, ho riletto quanto da lei scritto e da me risposto e non vedo una sola riga in cui io abbia fatto illazioni nei suoi confronti anche perché, ovviamente, non ho la più pallida idea di chi lei sia. Mi pare evidente, ma lo avrà ben inteso ...., che nel fare riferimento a lei facevo un esempio generico. La sua aggressiva e assai permalosa risposta non entra nel merito della mia osservazione, se poi le sono tanto cari gli slogan tipo "radical chic", che non significano nulla se non chiarire il suo orientamento ideologico e chiudere un dialogo, faccia pure, me ne farò una ragione. La questione è complessa ma al tempo stesso molto semplice: La realtà delle cose supera le nostre ideologie, la sessualità delle persone segue i suoi canali, le sovrastrutture ideologiche, religiose, socio-politiche certamente ne influenzano il naturale decorso, è una banalità sottolinearlo. Ed è proprio di questo che sto parlando. Nell'ambito della sua professione come meglio di me sa, gli orientamenti disciplinari sulla materia sono vari e certamente la sua autorevole opinione cozza con quella di tanti autorevoli colleghi. I quali per esempio sostengono, a mio avviso con argomentazioni ragionevoli che la cosiddetta e fantomatica "Teoria Gender" sia una grandissima .......
Venerdì 3 Febbraio 2017, 10:43
RedFoxy, lei pensa realmente che i suoi e gli altrui figli sviluppino il proprio orientamento sessuale sulla base di un'opera teatrale? Lo pensa davvero? Io credo che come genitore dovrebbe più rispetto alla loro intelligenza e al loro istinto. Lei sente minacciato il proprio orientamento sessuale da persone con gusti sessuali differenti dai suoi? Pensa di poter sviluppare un attrazione verso persone dello stesso sesso solo perché qualcuno ne parla? Io no. Naturalmente, escludendo a priori come tutti i genitori, che l'orientamento sessuale dei suoi figli sia quello eterosessuale e che "il problema" non la tocchi. Provi invece ad immaginare, per un secondo, mettendosi in panni più scomodi di quelli che pigramente usa ogni giorno, che sia proprio uno dei suoi figli ad avere un identità "fluida" come dice lei!! Provi a pensare come si sentirebbe difronte ad una realtà che non lo giudica e non lo etichetta come diverso. Provi a chiedersi cosa vorrebbe come madre per suo figlio se fosse questo il caso. Le consiglio la visione di un film del 2011 che potrebbe farla riflettere un po sul tema - Tomboy - Spero possa far vacillare i suoi pregiudizi senza aprire in lei voragini interiori ....
Giovedì 2 Febbraio 2017, 17:26
lapasoa, ma lei conosce il contenuto di questa rappresentazione teatrale o si fida del "capo ultras" Donazzan? La signora è sempre pronta a scaldare gli animi del popolo rancoroso, bellicoso e armaiolo. Lei lo fa per garantirsi una lucrosa carriera politica ancorché di piccolo cabotaggio. Io credo che prima di parlare di argomenti di cui non si sa, bisognerebbe documentarsi e poi, eventualmente, contestare nel merito e senza etichette. Ma in effetti un ultras che tifa solo quando a chiaro se il fallo cera o no, se il rigore era giusto o ingiusto .... nessuno lo ha mai visto.
Martedì 31 Gennaio 2017, 09:04
Come sempre, molti degli "ultras da tastiera" che ogni mattina si mettono alla caccia dell'articolo "interessante", dimostrano come i talebani siano omogeneamente distribuiti sulla faccia della terra. Si potrebbe dire che 2 guerre mondiali, stermini di milioni di persone in Europa e nel resto del mondo, ecc. erano già una bella prova del pacifismo Europeo e delle sue "radici cristiane" .... E invece no, corrono in soccorso di un disadattato sociale e forse mentale che un giorno decide di fare una strage con i primi che reputa un obiettivo facile perché fermi inermi e, diventa all'improvviso un eroe "cristiano" che rende pan per focaccia. Insomma il neurone attivo è lo stesso di quello di "Genny la Carogna" ma d'altronde, così "pensa" il vero "ultras" ....
Sabato 28 Gennaio 2017, 12:14
Nibbio Reale, è tipico delle persone depresse cercare sollievo nei mali altrui e le cause della propria personale infelicità, negli altri. Spero che il cinismo a basso costo che propina con numerosissimi commenti quotidiani tutti tesi a minimizzare le disgrazie altrui con tono compiaciuto di quello che la sa lunga le diano almeno un po di sollievo. Oggi minimizza il suicidio di questo ragazzo colpevole di essere nero, anche se lo negherebbe, domani giudicherà con cinismo quello dell'operaio veneto, come in molte occasioni a fatto. Provi ad uscire, scoprire la bellezza del mondo che la circonda perché il tempo passa ed è triste, anche se non dannosa per glia altri, un esistenza infelice.
Venerdì 27 Gennaio 2017, 16:30
Zaia, li educate all'odio per lo straniero (povero), ci fate una lucrosa carriera politica sopra e poi quando rigurgitano la loro frustrazione umana ripetendo il vostro mantra gli dite che sono da condannare. "Il rispetto per la vita"? "La dignità umana va oltre il colore politico"? guarda che questi ti rispondono a rutti ...
Giovedì 26 Gennaio 2017, 23:25
Qualcuno degli infelici abituè appassionati del genere, che ieri hanno riempito di commenti nauseabondi la notizia, visto questo video vogliono tagliar corto. Chiaro, un consistente numero di persone nel video, tutte venete e veneziane dall'inflessione, ricoprono di meritati insulti la razzista dalla "salute precaria". Per fortuna la maggioranza, anche quella silenziosa, di accettare tanto degrado umano non ci sta.
Mercoledì 25 Gennaio 2017, 12:25
#Namudi - La penso tristemente come lei. Per fortuna è una comunità molto più ristretta di quanto possa apparire da questi commenti. Una "comunità"(qualche volta la stessa persona con differenti nomi), Interessata solo ad articoli che abbiano qualcosa che odori di "foresto" per scatenare il loro malanimo. Presi singolarmente, senza potersi nascondere dietro a una tastiera, adotterebbero i vecchi toni democristiani. Purtroppo l'eccesso di tempo a disposizione e l'assenza di altri interessi nella vita li inchioda alla tastiera sperando che il pollice su indichi una personale risalita che mai arriverà ....
Martedì 24 Gennaio 2017, 13:26
Povero ragazzo. Ha abbandonato la tua terra e la sua gente, probabilmente per cercare una prospettiva migliore di quella che la vita gli aveva assegnato, affrontare tante insidie e sentire il peso della solitudine e la paura di non poterle superare. Non volersi mettere nei panni degli altri, non sforzarsi di capire che nascere nella parte ricca del mondo non è un merito ma semplice fortuna è una condizione penosa. Ma il conto di tanta insensibilità umana lo presenteranno le prossime generazioni che sapranno esserlo altrettanto con chi ha scelto di pensare e vivere da miserabile, e non sarà ancora abbastanza.
Venerdì 20 Gennaio 2017, 08:51
piereto, il suo ragionamento non fa una grinza ma purtroppo "i penultimi", gli "energumeni da tastiera" che fanno trascorrere le loro tristi esistenze sputando veleno appena sentono odore di qualche povero cristo, se ne infischiano delle sue sagge parole. E' un problema di sopravvivenza il loro, senza un nemico, un debole ovviamente, la loro vita è il nulla. Complimenti per la lucidità di pensiero piereto
Lunedì 16 Gennaio 2017, 12:03
Che uomini piccoli e insicuri. Disabili emozionali. Nel unico paese in cui appena inquadrati da una telecamera un mare di beoti non riesce a dire altro che «ciao mamma», si consuma ogni giorno l'assassinio di una donna. Mi convinco sempre di più che i figli devono uscire di casa molto presto e imparare a diventare uomini non bambinoni cresciuti che passano dalla madre alla moglie aspettandosi che quest'ultima esista solo come surrogato per accudirli. Quanta strada deve fare questo paese per diventare un paese normale ....
Domenica 15 Gennaio 2017, 23:40
«mogli e buoi dei paesi tuoi», dice .....
Sabato 14 Gennaio 2017, 14:43
Nibbio Reale, quando sono stranieri provenienti della parte povera del mondo fa il "duro da tastiera" poi quando i criminali sono italiani fa il "poeta".
Sabato 14 Gennaio 2017, 11:39
Ben fatto, di educatori del genere non c'è bisogno nella scuola.
Sabato 14 Gennaio 2017, 11:37
«mogli e buoi dei paesi tuoi» ....
Venerdì 13 Gennaio 2017, 17:17
«mogli e buoi dei paesi tuoi» ....
Mercoledì 11 Gennaio 2017, 16:50
Le cronache di mariti, padri, amanti italiani, maschi piccoli piccoli, riempie ogni giorno le pagine dei giornali, ma c'è qualcuno che, nonostante questo, invece che combattere il maschilismo atavico che caratterizza i popoli più arretrati, tra cui il nostro, non riesce a far altro che soffermarsi sulla provenienza dell'ultimo per lavare la coscienza propria e dei suoi simili, l'importante è avere un nemico ....
Martedì 10 Gennaio 2017, 15:15
Questione da addetti ai lavori informati sui fatti in modo approfondito su cui qualsiasi commento appare superfluo
Domenica 8 Gennaio 2017, 13:40
I soliti furbetti, all'italiana (o alla "padana", che son la stessa cosa...). Nessuno potrebbe sbagliarsi se non per la solita mediocre irresponsabilità che caratterizza questo paese e i sui cittadini. Toccare loro il portafoglio, è l'unica maniera per ottenere un po di rispetto civico da un popolo che detesta le regole per se, ma invoca il "ducetto" del momento, per gli altri ...