Fiocchi
1 Gennaio 1917

Commenti pubblicati:
Domenica 10 Dicembre 2017, 17:41
Caro Phoenix, sempre un piacere, l'altra volta Ti avevo risposto, ma sono stato evidentemente un po' cattivello con qualcuno che fa il furbo e non mi hanno fatto passare... Hai totalmente ragione sai...anche il recentissimo accordo CETA è su quella linea. Boicottare la nostra economia per favorire chi ben sai.... e chi si oppone viene segato. Ma ho ancora qualche speranza... le sinistre, che sono una parte importante del problema e che sperano di raccattare voti solo con lo spauracchio del fascismo hanno ormai i giorni contati. A Macron in Francia questo giochetto ha funzionato ... ma può andar bene solo una volta... negli USA non ha funzionato e si vede da come stanno attaccando Trump, con la Brexit doveva essere una tragedia, doveva essere il caos completo anche il no al referendum e invece ... Ciao Amico, abbraccio
Domenica 10 Dicembre 2017, 17:27
Perchè siamo sul piano terreno....al primo piano non tutti ci arrivano, purtroppo ;-) guarda che non è un'offesa...
Domenica 10 Dicembre 2017, 17:23
Quando si dice avere una fame da lupi
Domenica 10 Dicembre 2017, 17:18
Lo disse Pier Paolo Pasolini, in un articolo al corsera, che non era certamente una di destra "non c'è niente di peggio del fascismo degli antifascisti. Ora la manifetsazione del PD a Como per i notissimi fatti lì avvenuti, è addirittura demenziale. Immagini agghiaccianti disse Formigli a La 7 nel suo programmma. Una sicuramente invasione di campo, ma nessuna violenza fisica, nessuno che ha minacciato, gridato...allafine hanno salutato e ironicamente invitato a proseguire....immagini agghiaccianti. Di sicuro le aggressioni alle forze dell'ordine dei no-tav, dei centri sociali, delle aggressioni fisiche a manifestazioni assolutamente pacifiche fatte dalla sinistra (verso le sentinelle in piedi, di cui si potrà dire tutto, ma non che sono violenti, video di bologna si youtube per chi volesse approfondire), quelle sono democratiche. La realtà è che così si vuole incutere un pericolo totalmente inesistente per raccattare voti come ha fatto in Francia Macron. Sembra che si possa far tutto e di tutto basta dichiararsi di sinistra... Ricordatevi cari sinistri, queste ribellioni al vostro sistema, sono l'effetto della vostra totale incompetenza, incapacità ed inefficenza... smettetela che avete veramente oltrepassato ogni limite della decenza... Concluso dicendo al sign. Franco Vicentini, che si legga qualcosa delle foibe, qualcosa degli eccidi commessi dai partigiani di sinistra anche ben dopo la fine della guerra, si legga il libro di Roberto Beretta "Storia dei preti uccisi dai partigiani" ed, piemme...
Domenica 10 Dicembre 2017, 13:27
Accidenti, Renzi se non ricordo male, è andato negli usa da Obama per avere sostegno per il referendum, l'ambasciatore americano disse come votare, la Botteri che si meravigliava e lamentava perché gli americani e italiani non avevano votato come era stato loro suggerito ... ahhh ma il problema è l'ingerenza russa
Domenica 10 Dicembre 2017, 13:22
Quali????
Domenica 10 Dicembre 2017, 13:15
Trump ha solo seguito ciò che il senato americano ha votato, e all'unanimità. Semmai sono stati gli altri presidenti, Obama compreso, che non hanno dato seguito ad un mandato preciso. Da dire poi che tutto il territorio israeliano, in tutta la storia dagli albori all'attuale, non è mai stato territorio palestinese. Per ultimo, è lampante che i palestinesi siano pieni di problemi, ma della loro situazione devono "ringraziare" prima di tutto loro stessi e un po' tutti gli arabi che hanno attorno.
Domenica 10 Dicembre 2017, 13:07
Avanti col nero, ormai l'unica scelta per rimanere in attività
Sabato 9 Dicembre 2017, 17:53
Ogni tanto i trova queo del formaio
Giovedì 7 Dicembre 2017, 18:36
"STATO PALESTINESE? -Prima di Israele, c'era il mandato britannico, non uno stato palestinese. -Prima del mandato britannico, c'era l'impero Ottomano, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero Ottomano, c'era lo stato islamico dei Mamelucchi d'Egitto, non uno stato palestinese. -Prima dello stato islamico dei Mamelucchi d'Egitto, c'era l'Impero arabo-curdo ayyubide, non uno stato palestinese. -Prima dell'Impero ayyubide, c'era il Regno di Gerusalemme franca e cristiana, non uno stato palestinese. -Prima del Regno di Gerusalemme, c'era l'impero omayyade e Fatimide, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero omayyade e Fatimidi, c'era l'Impero Bizantino, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero bizantino, c'erano i Sassanidi, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero sassanide, c'era l'Impero Bizantino, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero bizantino, ci fu l'Impero Romano, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero romano, c'era lo stato degli Asmonei, non uno stato palestinese. -Prima dello stato degli Asmonei, c'era quello seleucide, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero seleucide, c'era l'impero di Alessandro Magno, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero Alessandro Magno, c'era l'impero persiano, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero persiano, c'era l'impero Babilonese, non uno stato palestinese. -Prima dell'impero Babilonese, c'erano i Regni di Israele e di Giuda, non uno stato palestinese. -Prima dei Regni di Israele e di Giuda, vi era il Regno di Israele, non uno stato palestinese. -Prima del regno di Israele, c'era la teocrazia delle dodici tribù di Israele, non uno stato palestinese. -Prima della teocrazia delle dodici tribù di Israele, vi era un agglomerato di cananei città-regni indipendenti, non uno stato palestinese. In realtà su questo pezzo di terra c'è stato di tutto, TRANNE UNO STATO PALESTINESE." (cit.)
Giovedì 7 Dicembre 2017, 17:02
Non è timore di risvolti Foxy, è semplicemente che dove è stata approvata e legalizzata l'eutanasia, il piano è diventato sempre più inclinato. Ma perfino l'allarme è stato dato da "medici" olandesi che si sono accorti che la situazione è totalmente sfuggita di mano. Gente che è stata uccisa senza il loro consenso,e niente affatto aspiranti suicidi....tra l'altro in modo assolutamente legale... ora questo è un prezzo che io non sono disposto a pagare. Legalizzare,che vuol dire rendere lecito, che vuol dire che è cosa buona in questa materia è pericolosissimo... Sull'aborto lo sai non solo come la penso ma anche come agisco, per cui non aggiungo altro....se non che i bambini con trisonomia 21 che nascono in Italia, ringraziano di non essere danesi o islandesi.
Giovedì 7 Dicembre 2017, 15:20
"Un medico un uomo" film del 1991 con William Hurt. Come le dicevo l'altra volta, il medico più che la malattia, dovrebbe curare l'essere umano.
Giovedì 7 Dicembre 2017, 13:34
Con tutto il rispetto, Dalmagold, la chiesa non invita affatto a sopportare il dolore. Anche lo stesso Gesù in croce si è ribellato... Concordo che moltissimi in passato, ma anche adesso lo vedono come una espiazione, ma è un errore che ha contribuito a farne un luogo comune.... Lo scrisse Dostoevskij in un suo libro, di fronte al dolore gratuito di un bambino e di una bambina, dove ha raccontato i due episodi... "se questo dolore servisse per entrare in paradiso, io restituisco il biglietto di ingresso".
Giovedì 7 Dicembre 2017, 13:28
Ciao Red, apparentemente, in teoria, siamo distanti su questo tema, ma non credo nella pratica. Tu hai scritto poco tempo fa un post di cui parlavi di queste cose e dicevi che eri contraria ad una forma di suicidio generalizzata. Ti ho risposto che condividevo mi pare al 90%, se non mi sbaglio, non so se ricordi. Mi sei piaciuta perché davi valore alla vita, anche nelle difficoltà.... Qui i problemi ci sono, c'è quello sacrosanto che poni tu, dove è evidente che c'è una mostruosità di sofferenza a cui bisogna dare una risposta, ma siccome la sofferenza è di chi soffre, e noi non la sentiamo , almeno fisicamente, e vogliamo parlarne senza conoscerla e il solo vederla ci mette a disagio, vengono fuori molte cose strane. Un po' pontificare su chi soffre la fame stando bene bene con la pancia piena... Non c'è proporzione tra cure e benefici, quindi si tratta di non opporsi a quello che è il destino, anzi, semmai agevolarlo (nella mia tragica esperienza è successo esattamente questo).... C'è però anche il rovescio della medaglia, che non è affatto un pretesto (di qualsiasi natura vuoi tu, etico, morale, religioso ecc..) cioè, cercare di risolvere delle situazioni estremamente difficili con una legge che invece prende in mezzo tutti...perché è vero che puoi mettere dei paletti, ma se il suicidio o l'eutanasia diventano un fatto socialmente ed eticamente accettato, chi potrà fermarli anche nei casi dove il problema è ben altro? In tutte le nazioni dove si è legiferato in tal senso si è andati ben oltre, e anche la legge italiana in discussione è sulla stessa linea.... Qual è, fondamentalmente, il rischio... Lo ha detto molto bene una donna francese, Sylvie Menard, una sessantottina che fece le barricate il cui motto era "proibito proibire". Ella, al riguardo, dice " Per me la libertà è una cosa importantissima. Ma la mia libertà non deve togliere la libertà agli altri. In uno Stato dove l'eutanasia è permessa, sarà difficile, per chi è contrario e vuole vivere, continuare a chiedere assistenza e cure senza farsi condizionare dalla società circostante. Lo sforzo che deve fare il sistema sanitario per fornire assistenza ai malati rischia di rallentare, favorendo la scelta del paziente di morire, qualora l'assistenza fosse ritenuta insufficiente." In pratica succederà ciò che succede in Belgio, Olanda, dove ai malati terminali, di prassi, vengono indirizzati verso l'eutanasia.... per non parlare poi dell'Islanda, che "previene" quando ancora devi nascere... Tu sei una esperta dell'induzione di massa, materia di cui hai parlato tante volte qui e di cui ho grandissima considerazione di ciò che dici al riguardo,... ritieni che questo sia un problema trascurabile? E' chiedere tanto se fosse possibile affrontarlo partendo dalla dignità di ogni SINGOLA vita umana e non generalizzare? Perché, carissima amica, quando la porta è aperta, passa il buono, il meno buono e sempre più spesso il cattivo.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 19:08
Avrei da dire, non sulla scelta di dj Fabo perché chi sta male la sofferenza è solo sua, ma sulla sua strumentalizzazione portata avanti proprio da Cappato. Ma non mi soffermo sul caso particolare, altrimenti si dovrebbe fare una legge su misura per ognuno di noi, viste le diverse variazioni su un tema così personale e delicato. Riguardo la legge sul fine vita o DAT, la chiesa non fa appello al diritto di morire di morte naturale e neppure fa appello ad un sadico concetto di "necessaria" sofferenza e non vuole neppure convincere nessuno ad un concetto religioso della morte. E' pure scritto nel catechismo, dove dice che quando c'è una sproporzione tra cure e benefici, si tratta di non avere un accanimento non terapeutico, ma nei confronti della morte stessa. La chiesa invece preme su un'idea del bene comune della società e della convinzione che essa verrebbe minata dalla legalizzazione del suicidio assistito o peggio, dell'eutanasia. La legge deve prendere una posizione, comunque la si pensi... Due sono le questioni, o considera la morte una sorta di terapia, oppure difende la vita. Se il suicidio, diventa legale ed eticamente accettato, vuol dire che lo Stato ha sancito il diritto di togliersi la vita. Il problema nasce quando si pretenderebbe che questo "diritto" sia riservato solo ai malati, più o meno terminali... questa è una posizione assolutamente arbitraria, non sarà così.... C'è anche un altro aspetto da considerare. In un contesto del genere, a lungo andare, come sta succedendo in Belgio, ma non solo, l'idea di morire di morte naturale, che la natura faccia il suo corso (o Dio per chi ci crede) diventerebbe una scelta facoltativa...per certi versi perfino strana, eccentrica...addirittura egoistica (ti colpevolizzano perché diventi un peso, costi, crei disagio ad altri, togli risorse a chi sta bene..ecc..). Tanto è vero che i malati più o meno gravi che chiedono diritti, medicine e terapie appropriate per le loro cure, l'unico diritto che si vedono proporre (Cappato) è proprio l'eutanasia. Insomma, chi sceglierà di vivere potrebbe venir visto come un irrazionale egoista, un peso per gli altri e sicuramente verrà incoraggiato a ritenersi tale. Questo è un rischio troppo grande che mina la libertà e l'autonomia di cui facciamo tanto sfoggio di volere... libertà e autonomia solo se produci, se sei un buon consumatore, ma che svanisce nel momento stesso in cui il tuo standard di vita deciso da altri non corrisponde più a quei criteri.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 18:38
Caro Pinopin, Lei ha un modo veramente singolare di leggere Giobbe. Giobbe non fu tentato... Giobbe non si fidava di Dio, questo il sunto. Nel momento in cui lui si è affidato ebbe tutto. Qui sta la letture teologica. Visto che ci siamo, volevo dirLe che ho avuto uno scambio di battute con il suo "amico" teologo Vito Mancuso su un suo post su FB. Copie e incollo cosa scrisse " Penso che la religione non debba essere scomoda, affiancandosi alle tante altre cose scomode che la vita già ci presenta di suo; penso piuttosto che la religione debba essere come un paio di scarpe, che più sono comode più ci fanno camminare bene lungo il sentiero della vita. Il fine della vita non è la religione, è la vita autentica; la religione è uno strumento, proprio come un paio di scarpe, che più sono comode, addirittura “su misura”, meglio è. Gli esseri umani sono meno aggressivi quando il loro cuore e la loro mente indossano un paio di scarpe comode." Vede, caro Pinopin, perché non mi piace Mancuso? Vuole una religione a suo uso e consumo, a suo piacimento... Allora forse non è di una religione che ha bisogno, ha necessità di qualcos'altro...secondo me. E' un ninin presuntuoso il volere un Dio al proprio servizio come piace a noi... forse allora è meglio la lampada di Aladino... o di un dio tappabuchi, come disse il grande Bonhoeffer... non crede? Saluti sempre carissimi
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 17:41
La Bibbia intanto non è un libro storico, non è neppure stata scritta cronologicamente (la genesi è successiva a tanti profeti).Hanno cominciato a scriverla intorno al 700 ac o giù di lì ....solo perché prima non esisteva la scrittura. I primi scritti erano oracoli, cioè dei pezzetti di terracotta in cui veniva inciso la parola dallo scrivente e messi in un cesto di vimini. Erano solo piccoli pensieri. Era scritta in greco, eccetto qualche piccolo passo in aramaico. Steyr, i rotoli di Qumran non è che si possano dimenticare. In quanto ai presunti disastri, l'illuminismo (non quello buono di Kant) in poco più di 200 anni ha fatto ben di peggio, ma di gran lunga di peggio.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 17:28
No Steyr, sbagli. Lascia stare i film,quelli hanno una bella dose di romanzo e Stanley kubric ne ha fatto buon uso a quel tempo..... detto questo ripeto sbagli. La crocifissione non veniva data a rivoltosi o ribelli o prigionieri di guerra oppure a ladri e assassini. La crocifissione era esclusivamente riservata agli schiavi. I gladiatori erano schiavi. Poi, sarebbe bene che ti leggessi qualcosa sul Gesù storico... ti sorprenderà. Ma comunque, te la taglio io la testa al toro, per il non credente nessuna prova sarà mai sufficiente, e al tempo stesso, per il credente, nessun argomento lo farà ripensare.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 12:25
Steyr, Steyr, io parlavo della profezia di Isaia, non del NT. E poi la tua citazione è sbagliata. Giuseppe in tutto il vangelo non pronuncia una sola parola. È semmai Maria che dice, quando l'angelo le da l'annuncio "Come è possibile, non conosco uomo" del dopo non si parla. Steyr, sii più precisino dai...
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 12:19
Sulla Bibbia c'è scritto anche di peggio, se è per questo....se prende una frase o un capitolo e lo estrae dal contesto e dal significato globale...come ci sono scritte parole in senso totalmente opposto, ma vedo che lei non ci vede da un occhio. Nella Bibbia Geremia uno dei maggiori profeti, ma non solo lui, è molto vicino alla bestemmia, per alcuni la sua è proprio una bestemmia...eppure è sempre parola di Dio. Comunque, per tirarsi su, potrebbe leggere quello che è considerato il primo libro erotico della storia, ed è nella Bibbia..."il cantico dei cantici"
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 12:10
Allora Steyr, non posso stare qui a spiegare punto per punto ogni cosa, stiamo parlando della Bibbia, il libro più antico, il più stampato al mondo e il più studiato. Le spiegazioni ci sono e pur essendo molto semplici, addirittura banali portano via molto spazio. Ti dico una cosa, che se contestualizzi la capisci. Sai cosa voleva dire a quel tempo, in quella zona e in quella situazione cosa poteva significare un ebreo crocifisso? Era il peggio del peggio, inaccettabile, improponibile da rimuovere. Ma lo sai lo sforzo che hanno dovuto fare, specialmente i primi cristiani per accettare e dare quel significato che oggi ci sembra "normale, un Dio crocifisso? Ricordi? I primi cristiani, quelli del primo annuncio,quelli del Kerigma, avevano come simbolo un pesce, per via delle iniziali. Per accettare la croce, simbolo cristiano per eccellenza, dovettero aspettare altri 300, 400 anni. Tutta la Bibbia, vecchio e nuovo Testamento è un cammino...che non è finito e non finirà mai. Non si dice che la chiesa è Semper reformanda? Ciao e saluti.
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 11:55
Guarda, quando siamo in chiesa e il prete comincia con il "Salve Regina", mia moglie si alza ed esce. :-))))
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 11:52
Steyr, "in principio era il Verbo...."così inizia sia la Bibbia che il vangelo di Giovanni. Per Verbo non si intende solo la Parola, ma anzi, si intende, e così è scritto in lingua originale, la "ragione".
Mercoledì 6 Dicembre 2017, 11:49
Ma caro Steyr, tu fai l'errore di tanti che leggono la Bibbia, che è già una tradizione, quindi interpretazione, in modo letterale. Leggere un testo lo si può fare in tanti modi....letterale, ironico, storico, poetico, allegorico ecc... ora, se leggiamo la Bibbia come fai tu, in forma letterale, che sarebbe come gli islamici, in modo integralista, dovremo credere che nella Bibbia, per esempio, i serpenti parlano. Forse ci sono altri modi di leggerla e interpretarla...e confermo, se uno lo vuol fare seriamente, lo fa in lingua originale. Ti va bene come spiegazionè? Ciao.
Martedì 5 Dicembre 2017, 19:37
Legga ciò che ha scritto in lingua originale, avrà delle sorprese. Saluti.
Martedì 5 Dicembre 2017, 19:25
Caro Grasso, è facile proclamare "liberi e uguali" quando lei è mooooolto più libero e mooooooooooolto più uguale degli altri. Magari provi ad essere uguale con 1500 euro mensili.
Martedì 5 Dicembre 2017, 19:19
Orpo Foxy, che sorpresa :-)))))
Martedì 5 Dicembre 2017, 19:17
Lei già sbaglia... infatti "vergine" è una delle traduzioni improprie... Nella lingua originale infatti è scritto "almah" che tradotto significa giovane donna. La prima traduzione, quella detta dei 70, dall'ebraico antico e alcune parti in aramaico in greco, fu una traduzione fondamentalmente letterale che cercò di conservare la forza del messaggio originale ... I rotoli di Qumran in seguito, dettero un importantissimo contributo.
Martedì 5 Dicembre 2017, 19:05
Ce ne sono parecchie di traduzioni sbagliate in tutta la Bibbia. Alcune veramente improprie. C'è da dire che qualsiasi traduzione di qualsiasi testo, in particolar modo antico, è sempre una interpretazione per un semplicissimo motivo, spesso le parole e il loro senso nella lingua originale, non trovano corrispondenza nella lingua tradotta. Basti pensare ai nostri comuni modi di dire (in bocca al lupo, il mattino ha l'oro in bocca, fare l'avvocato del diavolo...ecc.) o a parole che proprio non esistono, intraducibili...le più famose venete...freschin, oppure imboresarse... Uno straniero, come le tradurrebbe? Di sicuro non avranno la resa che hanno nella lingua originale. La lingua ebraica poi è ancora più difficile perché loro non hanno parole astratte (amore, felicità, dolore....) Per questo ci sono ancora, anzi, sempre di più, persone che studiano la Bibbia nella lingua originale...ed è un piacere ascoltarle perché ti spiegano cosa significava in quel tempo una certa frase che a noi non direbbe niente....
Martedì 5 Dicembre 2017, 13:45
E' il pensiero di tutto il mondo islamico?