Odaldelta
9 Maggio 1942

Commenti pubblicati:
Venerdì 17 Agosto 2018, 18:19
Toscani è stato per anni il deus ex machina degli spot Benetton. Ovvio che, dopo quanto accaduto a Genova, il fotografo Oliviero Toscani si sia sentito in dovere di difendere i suoi ex datori di lavoro che tanta fama e successo professionale gli hanno garantito. Alle sue parole ha replicato su Twitter il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini: "'Il popolo italiano è frustrato e infelice' dice il fotografo sinistro Oliviero Toscani, che difende i Benetton, azionisti di Autostrade, e parla di 'sciacallaggio'. Il silenzio è d'oro caro mio, e chi ha sbagliato stavolta pagherà".
Venerdì 17 Agosto 2018, 17:26
Grazie dell'informazione.
Venerdì 17 Agosto 2018, 17:22
Di questa ipotesi ne sentii parlare nei primi anni 90, ed era avvallata da altri studiosi di geopolitica e se non ricordo male era sostenuta dalla lega di allora, So che partecipai bella sala comunale di Noale o di Scorze a un dibattito proprio su questo tema tenuto da un giovane prete vestito di nero di una strana corrente cristiana, che mi sembra portasse sul lato sinistro della tonaca una croce rossa cucita, son passati anni il particolare potrebbe essere confuso.
Venerdì 17 Agosto 2018, 17:09
Mah, mi domando, perchè le islamiche vanno a lavorare, i pregiudizi religiosi degli eventuali cornuti mariti, davanti al denaro, passano in secondo piano?
Venerdì 17 Agosto 2018, 16:22
Eccellente commento, di meglio non si può dire.
Venerdì 17 Agosto 2018, 16:19
Tanto per restare in tema: Giorgia Meloni. Racconta delle "prodezze" di tre donne torinesi di etnia sinti (tradotto, zingare) si, 18,26 e 45 anni, che sono state arrestate ieri, giovedì 16 agosto, in via San Donà di Piave a Genova, nei pressi del torrente Polcevera. Le tre stavano rovistando negli appartamenti abbandonati in tutta fretta dagli abitanti dopo il crollo del ponte Morandi.Le due zingare più vecchie sono state processate per direttissima e ora si trovano nel carcere di Pontedecimo. La 18enne ha invece ricevuto il divieto di dimora nel capoluogo ligure con contestuale obbligo di firma in commissariato a Torino."Sono inorridita dalla disumanità di queste persone. Oltre una seria condanna andrebbero messe tutte e tre a scavare tra le macerie per supportare i soccorritori che da giorni tentano di salvare vite" ha commentato su Facebook la Meloni. "CIAPA E PORTA CASA" potrebbe essere anche il titolo del commento da dedicare a tutti i cattocomunisti italiani e europei.
Venerdì 17 Agosto 2018, 15:45
Lo sai cosa me ne frega di queste disquisizioni sulle regole...sui compiti e menate varie...? NULLA, le leggi non le ho fatte io, la costituzione non è passata a referendum, i comunisti l'hanno scritta e firmata, in 70 anni siamo arrivati a dare i bimbi agli omosessuali, genitore 1 genitore 2 ecc, e tu te ne vieni fuori con la spiegazione delle regolette, non so se te ne sei accorto ma ne abbiamo le palle piene di ragionare o giocare con bari e carte truccate, l'imperativo culturale è LIBERARE IL CERVELLO dall'indotto pensiero democratico, che purtroppo ha un virus che l'antivirus gratis non te lo toglie..., per nulla è gratis come il sistema italiano.
Venerdì 17 Agosto 2018, 15:28
Ti sei dimenticato un avverbio "sempre"
Venerdì 17 Agosto 2018, 15:17
Perchè spreca il suo intelletto, la sua eco vocale è muta come l'acca (H).
Venerdì 17 Agosto 2018, 15:12
Riposati, lavorare con la falce e il martello stanca sia il fisico che la mente.
Venerdì 17 Agosto 2018, 15:05
Vediamo chi ha il coraggio di oltraggiare lo striscione, INCHINATEVI politici davanti a questa verità, avete oltrepassato il limite della decenza, fate pure la passerella ora, declamate il vostro profondo cordoglio, già vi vedo contriti, addolorati, seri e perchè no, anche con la manina protesa ad accarezzare i bimbi orfani, dicendo: "lo stato non vi abbandonerà...", siete rivoltanti. Ora andate in pace, il vostro Dio vi ha perdonato.
Venerdì 17 Agosto 2018, 13:16
Consoliamoci i matti bob solo qua in Italia.
Venerdì 17 Agosto 2018, 12:54
Il verde la speranza, il nero l'arrivo.
Venerdì 17 Agosto 2018, 12:02
Da anni tecnici e semplici osservatori temevano che il ponte Morandi di Genova potesse crollare prima o poi. Da quasi trent'anni in città si discute della costruzione di una bretella, poi diventata più nota con il nome di Gronda, una strada alternativa a quel tratto della A10 che avrebbe alleggerito il traffico sulla struttura crollata il 14 agosto e che ha ucciso almeno 38 persone. Un progetto osteggiato da diversi comitati, per buona parte capeggiati dall'ex consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle, Paolo Putti, oggi nella lista civica Chiamami Genova.E la rabbia dopo il disastro è esplosa quando fuori Genova gli italiani hanno scoperto come i No Gronda si spingevano anche a deridere chi negli anni passati metteva in guardia da possibili crolli del ponte: "Ci viene raccontata la favoletta dell'imminente crollo, potrebbe star su altri cent'anni", scrivevano sulla base di chissà cosa i comitati No Gronda di Putti in un comunicato del 2013.Scoppiata la bufera, Putti è scappato da Genova per rifugiarsi in Toscana. Sulla carta, ha raccontato al Corriere della sera, per raggiungere la famiglia: "Avevo bisogno di un momento di serenità. Voglio solo evitare tensioni in questo momento di dolore".Su quella frase infame, Putti si giustifica scaricando la colpa su chi lo ha consigliato male: "Si è trattato di una frase scritta in un momento di aspro dibattito politico. E in ogni caso noi riportavamo un dato di Autostrade per l'Italia che definiva il ponte sicuro. Questo mina alla base qualsiasi certezza". Di pentimento si fatica a trovare traccia: "Dico che se non ti puoi fidare di super ingegneri di chi ti devi fidare per avere un dato scientifico attendibile? Per il resto non rinnego le mie battaglie: io volevo e vorrò sempre una Genova integrata, dove gli obiettivi imprenditoriali tengano conto delle condizioni di vita della gente, dove non ci siano altre autostrade che passano fra le case".Chi sono i No Gronda che per anni hanno frenato la realizzazione di uno sfogo indispensabile per il traffico di Genova lo spiega meglio di chiunque altro lo stesso Putti: "Si tratta di persone semplici, il lattaio, la casalinga, il pensionato, che si trovano a essere insultati e colpevolizzati per una cosa lontana dalla loro responsabilità. C'è gente che scrive cose impressionanti: 'Su quel ponte dovevate esserci voi!'"
Venerdì 17 Agosto 2018, 11:54
Condivido e mi dispiace, se una disgrazia simile fosse successa a me avrei agito come Lei, aggiungendo di essere cremato senza passare per la chiesa, ma questo foglietto con la mia volontà si trova nel mio portafoglio.
Venerdì 17 Agosto 2018, 11:35
Democrazia: Tutti hanno diritto...., demenziale, vero la Costituzione?!
Venerdì 17 Agosto 2018, 11:32
Per te la terra è ancora piatta , metafora della livella, mi spiego: hai messo sullo stesso piano lega e terroristi assassini, stessa cosa, va bene, se la vedi così, ancora mi domando perchè ti ho risposto.
Venerdì 17 Agosto 2018, 11:24
Questo famoso stato democratico ti permette solo di brontolare e di scrivere la tua rabbia null'altro di più ti è concesso, e anche sotto censura! Ahahahahah, chissà com'era il ventennio..., "molto peggio di adesso " diranno i cattocomunisti, E allora di che vi lamentate, continuate nel nome del buonismo, della comprensione, delle attenuanti, e non rompete i zebedei! Volete cambiare..., datevi da fare invece che delegare, altrimenti omologatevi e integratevi al multiculturalismo, al multirazziale, insomma al "multi" tutto!!!!!!
Venerdì 17 Agosto 2018, 11:11
Doppia linea parallela, una istituzionale l'altra non. Che palle questa Italia....
Giovedì 16 Agosto 2018, 18:39
Traduzione:"spegassa muri", lordare, sporcare, scarabocchiare un muro, così Elise ha imparato anche questo "detto"
Giovedì 16 Agosto 2018, 18:26
I primi segnali non sono confortanti. Certo, le indagini sono ai primi passi e il processo, se e quando si farà, avrà verosimilmente tempi lunghi. Ma le ipotesi di reato che la procura di Genova ha fin qui formulato fanno già pensare quel che temono un po' tutti: che anche questa volta, difficilmente qualcuno finirà in carcere per il crollo del ponte Morandi sulla A10 a Genova. Nonostante i 38 morti (destinati a diventare purtroppo di più), le decine di feriti e le centinaia di persone sfollate per sempre dalle loro case. I reati ipotizzati, infatti, sono quello ex articoli 432 e 449 del codice penale ("Attentato colposo alla sicurezza dei trasporti"), ex articoli 434 e 449 ("Disastro colposo dovuto a crollo") ed ex articolo 589 comma 1 e comma 3 ("Omicidio colposo plurimo"). E' proprio quel "COLPOSO" a fare temere il peggio: chi mai per un reato "colposo" è finito in carcere in questo paese sbullonato, oltretutto in riferimento a un disastro relativamente al quale sarà difficile indicare le responsabilità e i confini delle responsabilità dei soggetti coinvolti (Autostrade per l'Italia e ministro dei Trasporti)? Ad ogni modo sono i rossi (non il cognome) ad averne la colpa hanno governato loro in questi ultimi anni, loro hanno votato la costituzione la lega allora non era ancora nata, e poi il ponte di Littorio è ancora in piedi, si proprio quello che unisce Mestre e Venezia altri anni, altro che Saragat o sarà can col suo amico che ha progettato il ponte di Genova, poi il papa vuole costruire ponti...un'altro ingegnere. ahahahahahah.
Giovedì 16 Agosto 2018, 18:00
Finalmente su "tenti più attivi" non vedo più quel cerchio con la falce e il martello.
Giovedì 16 Agosto 2018, 17:50
...Bombe comprese, ahahahah, ma lascia perdere la costituzione non vale un fico secco, la realtà è ben altra, apri gli occhi, io ti ho dato un consiglio, poi vedi te, mica ti voglio male sai! E' un pezzo di carta come la bibbia in cui c'è scritto tutto ma in sostanza cosa ha prodotto? Chi ha rispettato la costituzione? A cosa è servita a non farci invadere? Son diminuite o scomparse le aberrazioni? I ponti crollano lo stesso! I partiti tanto democratici fin dalla sua nascita hanno rubato, depredato, suicidi fatti passare per omicidi e viceversa, ci sarebbe da riempire un elenco telefonico... comunque ciao, domani telefono a Bossi e gli faccio presente che vuoi una risposta sui milioni.
Giovedì 16 Agosto 2018, 17:23
Traduzione per Elise: ciuciar un .....caenass......! succhiare un .....catenaccio........! Ancora non ha imparato l'idioma!!!
Giovedì 16 Agosto 2018, 17:19
Ahahahahahahahahahhahahahhahahhahahahahhahahahhahah!!!!!!!!!!
Giovedì 16 Agosto 2018, 17:16
E' scontro a muso duro tra Movimento 5 Stelle e Pd dopo il crollo del ponte. Stamattina Luigi Di Maio (al pari di Matteo Salvini) si era duramente scagliato contro Atlantia (la holding del gruppo benetton che controlla Autostrade per l'Italia), invocando la fine della concessione e contribuendo al crollo in borsa del titolo, che a un certo aveva perso quasi la metà del suo valore. Poi aveva anche aggiunto: "Non pagheremo nessuna penale, visto che Autostrade per l'Italia non ha rispettato le condizioni della concessione".Più tardi lo stesso vicepremier grillino ha sferrato un durissimo attacco, pur senza citarlo, al Pd e ai precedenti governi di centrosinistra. "Una norma nella notte nel 2015 (quando in carica governo Renzi) fu inserita nello sblocca-Italia per prorogare la concessione ad Autostrade in barba alla concorrenza e senza fare le gare. Si è fatta perché legalmente si finanziavano le campagne elettorali. Ma a me la campagna elettorale non l'ha pagata Benetton. Quindi abbiamo la libertà di revocare le concessioni". Bene bravo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Odaldelta applaude.
Giovedì 16 Agosto 2018, 16:29
Troppo buono e comprensivo, questi sono indietro di secoli, se ci fermiamo a raccoglierli (metaforicamente) siamo perduti arretriamo in tutti i sensi, bisogna lasciarli al loro destino, che a me qualsiasi sia, non me ne frega niente, tanto in 30 anni abbiamo visto che progresso hanno fatto, è come la ritirata di Russia di Napoleone e quella italo-tedesca, chi si abbandonava ai margini doveva restare lì altrimenti moriva anche il soccorritore, e non ti dico balle.
Giovedì 16 Agosto 2018, 16:10
Ponte Morandi, Paolo Gentiloni: "Insopportabile teatrino minacce, insulti alimentato da governo". Il suo governo, al pari di quelli precedenti, è tra quelli che hanno tenuto in piedi il sistema delle concessioni autostradali che garantivano ai Benetton e agli altri operatori introiti enormi cui non corrispondevano investimenti adeguati nella manutenzione, il suo predecessore Matteo Renzi, attraverso il ministro Del Rio, stava trattando il prolungamento della concessione ad Autostrade per l'Italia, prevista con scadenza 2038, fino al 2045. Ma oggi Paolo Gentiloni su Twitter parte all'attacco non del gestore autostradale, ma dell'attuale governo italiano: "Siamo un paese ferito, consapevole delle responsabilità da accertare e perseguire, unito nel sostegno a chi soffre. Il teatrino di proclami, minacce, insulti e baggianate è insopportabile. E che il governo lo alimenti è inaudito". QUESTO E' IL PD, non dico altro.
Giovedì 16 Agosto 2018, 16:04
Ci siamo eh, i compagni bombaroli si sono svegliati come agli inizi del primo 900 bombe di qua, bombe di là, poi è arrivato il fascismo coll'olio e il manganello e tutto si calmò..., memoria corta eh, è già, ma erano i fascisti i cattivi, cari signori cattocomunisti all'epoca la gente per bene e rispettosa nulla aveva da temere, il fascismo è stato voluto e osannato dagli italiani ne più ne meno come la lega ora, se volete ripercorrere i tempi addietro non fate altro che accomodarvi, vi sarà spiegato non "democraticamente" che sbagliate.
Giovedì 16 Agosto 2018, 15:31
Genova, ponte Morandi: lo schifo della stampa inglese: "Senza vergogna persino per i loro bassi standard, la gang di populisti che sta cercando di governare l'Italia ha tentato di sfruttare per fini politici il collasso del ponte a Genova". Inizia così l'articolo del sito inglese independent.it su quanto accaduto l'altro ieri sulla A10. Il giornale inglese va all'attacco in particolare di Matteo Salvini, il quale avrebbe dato la colpa all'Unione europea per le perdite umane conseguenti al crollo del ponte Morandi. "Le sue argomentazioni sono quelle che i limiti ai budget spesa imposti dall'Unione europea ai Paesi membri, come l'Italia, avrebbero impedito di portare avanti costosi progetti infrastrutturali. Ma ce n'è anche per i 5 Stelle, perchè subito dopo l'Independent se la prende coi grillini che si sarebbero "opposti ai lavori di ristrutturazione del ponte Morandi". Mentre, come è noto, i grillini si opposero alla Gronda di Genova e certo non ai lavori di ristrutturazione del ponte, che infatti avrebbero dovuto essere ultimati a partire dal mese di ottobre, una volta terminata la stagione estiva...., vuoi vedere che la perfida Albione è andata via dall'europa per colpa dell'italia, che "ciucciava i soldi all'Impero Britannico?