TecnicoHSMestre
Mestre / 1 Gennaio 1917

Commenti pubblicati:
Mercoledì 19 Luglio 2017, 14:58
Cara collega, il lavoro del "docente" non e' facile, ho avuto come studenti: giovani disabili, militari di leva, tecnici manutentori (in età avanzata) e studenti normodotati del normale percorso d'istruzione superiore. A tutti i soggetti devi applicare una griglia per una valutazione, devi anche stabilire un livello di competenze che può variare da classe a classe. Che dire poi che un DS ha già concordato con i genitori chi sarebbe stato promosso e chi bocciato a prescindere? Ho lasciato l'insegnamento ed ora coordino quando richiesto il lavoro a Turchi, Macedoni, Romeni, Albanesi, Calabresi e Napoletani...ma anche da Salzan, Robegan, Miran, Cavallin (ma anca da Rana, Macallè...) e ti assicuro che per molti di loro al posto dello stipendio darei una pagella con "Gravemente Insufficiente, meno, meno" . All right!
Sabato 1 Luglio 2017, 18:15
Da Tecnico, posso dire, con assoluta certezza che se un'installazione non è conforme, paga la Ditta installatrice e smonta anche tutto a meno che non abbiano chiamato un'impresa di pulizie e giardinaggio per installare le campane ed allora... Ma la direzione lavori era la perpetua forse?
Giovedì 29 Giugno 2017, 15:27
Periodicamente leggo queste fesserie. Probabilmente non hanno mai cercato o cercavano nell'assunzione dei contributi a fondo perduto. L'anno scorso un'azienda del territorio mi ha assunto a tempo indeterminato per i benefit, di cui però non poteva godere, concluso il periodo di prova mi ha lasciato a casa, pretendeva tra l'altro di far lavori con responsabilità di 5 Liv con un assunzione di 1 Liv. Ed ho il livello 5S... tra l'altro non sapevano nemmeno lavorare, lavori fuori norma e non avevano nemmeno le attrezzature di base. Questa è la realtà. Cari imprenditori andate a lavorare che è meglio!
Domenica 29 Gennaio 2017, 21:16
Non è una novità, sono tornato a vedere dopo 18 anni l'evoluzione impiantistica su di un mio grande impianto, ad esempio sull'ascensore, ho trovato sostituita la plafoniera della cabina, ma non era collegata a terra e non era a doppio isolamento come la precedente, in più come si fa a mettere una lampada fluorescente a circolina e starter? Che devi anche aspettare che si accenda. Ed hanno tolto quella che restava fissa accesa? Se volete vi racconto anche il resto. E' un edificio ad uso pubblico...
Domenica 29 Gennaio 2017, 17:05
Gnampolo (un nome, una filosofia di vita), per fortuna alcuni friulani non sono come te e rispettano la vita anche solo di un animale,complimenti ai soccorritori. Conosco "l'incantevole Val Resia" da più di quarantanni. Purtroppo però è vero, ho tanti esempi di spilorci, saranno stati probabilmente tutti tuoi parenti e familiari./// Eri tu in riva al Canal Grande, di fronte alla stazione ferroviaria (quello che non voleva lanciare il salvagente sennò si bagnava), pochi giorni fa per caso? Era una persona da salvare, non un cane.
Sabato 14 Gennaio 2017, 14:38
Nessuno riporterà in vita Domenico Maurantonio, ma se c'è una verità su chi lo ha ucciso "involontariamente" per gioco, salterà fuori, magari con una confessione tra vent'anni dal barbiere o qualcuno che rincontrando le persone di un tempo che non ricordano più le "inesattezze del momento", essi diranno...è passato tanto tempo cosa vuoi che ci facciano...La mia comunque è solo un'ipotesi, non un'accusa contro qualcuno.
Sabato 14 Gennaio 2017, 11:28
La solita aria fritta. Si sapeva da giorni che a quell'ora sarebbe nevicato ed in questa precisa quantità e che questa mattina sarebbe gelato tutto. Dall'esperienza di due anni fa dove ho visto auto ferme nel sottopasso Castellana e Soccorso Stradale arrivare senza catene, ieri stessa cosa (le catene si sporcano eh... e non si possono poi mettere in lavatrice...). Il problema, tutto Italiano è la "dabbenaggine". E se non basta, una signora ottantenne con il carrellino della spesa mi ha fermato (ero in auto e pensando ad una richiesta d'aiuto), per chiedermi se potevo accompagnarla a comprare le "pastine...". Specialmente le persone anziane (evito di dire vecchie), non potrebbero starsene a casa che passa la neve e che tanto hanno scorte di viveri per un mese. Ma, e il pane fresco? E la verdura di giornata(!!!)? E la partita a briscola? Giocare al Lotto? Buona, bianca e fresca giornata a tutti.
Martedì 10 Gennaio 2017, 12:59
Il Pacinotti, come Caino, ha un segno di riconoscimento, nessuno può toccarlo. E' un edificio della Provincia, perciò è una lobby, come tutti quelli che ci lavorano all'interno. Come ex studente e come ex docente, meglio stare distanti. Molti insegnanti, personale ATA efficiente, del diurno e del serale se ne sono andati, per un'inefficienza generale che contraddistingue questo istituto, unica in Italia. E non cerchiamo risposte, non ne hanno. Le soluzioni ci sono, sono attuabili e poco dispendiose (non come i circa 20 milioni di euro già spesi...). Basterebbe il dono del saper ascoltare. Ma con loro nemmeno le pillole di saggezza funzionerebbero, sanno tutto loro.
Lunedì 14 Novembre 2016, 22:07
Viper-one, la manutenzione delle caldaie è un business, spiegare qui "perfettamente" come va eseguita, la tempistica e la documentazione necessaria, non so a chi interessi, ma la normativa in proposito è chiara e perfettamente interpretabile (almeno per me), basta non cercare le informazioni al Bar o in un negozio di termo-idraulica, dove circolano solo chiacchiere. Questo incidente, purtroppo, non smuoverà nessuna coscienza.
Venerdì 11 Novembre 2016, 08:48
Google Maps ti porta esattamente davanti alla casa del grave incidente. Si vede il percorso della tubazione gas e la posizione della presunta canna fumaria (non si vede altro), dove dovrebbe essere anche la caldaia. Sinceramente dispiace per la persona morta, come anche per quella intossicata. Senza tanta prosopopea tecnico-legale, spero che sia fatta chiarezza e giustizia (ma ho forti dubbi)./// Da parte mia sono disoccupato perché rifiuto lavori dove il pericolo è certo (cercano persone come capro espiatorio, non lavoratori professionisti), anche se assunto a tempo indeterminato ho preferito contestare il modo di installare le caldaie (a camera aperta) perché presto o tardi porta a questi risultati. Quasi povero, ma con la coscienza a posto. Ma ad un giovane in cerca di un futuro che lo mandano ad installare una caldaia cosa fa se gli succede una situazione del genere? Manca la coscienza di chi fa i lavori, degli imprenditori e molte volte i controllori non sono competenti. Ho detto tutto?
Giovedì 10 Novembre 2016, 09:26
Ricordo che nella mia scuola, mi prendevano in giro alla stessa età della ragazza (era il 1977), ma solo perché "ero sul podio". E trovavano tutte le maniere istigandomi al suicidio. Poi ho fatto come la lotta tra Orazi e Curiazi ed ho vinto "con le cattive", non c'è altra soluzione. Tornai per insegnare in quella scuola 25 anni dopo. Ma i docenti devono far rispettare le regole e non farsi firmare (da dei minori?) un patto di corresponsabilità per tutelarsi il C... Sono loro i colpevoli, insieme ai genitori, con il loro menefreghismo ed intellettualmente poveri... . In più, ho dovuto correggere molte cose che insegnavano, non erano nemmeno competenti in materia tecnica, praticamente una scuola in bianco e nero, i colori creano confusione nei ragazzi!. Due anni dopo me ne andai. E che bene che sto.
Venerdì 7 Ottobre 2016, 10:38
Bravi ragazzi per la sensibilità al problema, andate avanti e non scoraggiatevi. Da Tecnico, da ex docente. Purtroppo per ogni tecnologia di difesa ne esistono altre che le contrastano. Basta anche solo implementare un software e non servono chissà che cervelloni. Per il/i docente/i che segue/ono questi ragazzi un consiglio, insegnategli un lavoro che forse serve di più. Grazie dell'attenzione. Saluti.