shopUser51067_GZ

Commenti pubblicati:
Giovedì 12 Luglio 2018, 10:40
Siamo comunque in forte ritardo. Basta andare a ritroso nel tempo e trovare tutti gli articoli e le denunce da parte di cittadini e commercianti esasperati, e il grido d'allarme lanciato da un certo don Fausto Bonini. Quindi, questa operazione è sicuramente in ritardo di almeno tre/quattro anni che avrebbero risparmiato paure, disagi, insicurezze e morti, visto che Mestre è diventato uno dei centri di spaccio più grossi d'Italia. Quindi, ora si potranno pure gonfiare petti e ci si potrà vantare; ma rimane l'inefficienza dimostrata a livello nazionale e a livello locale.