cilindro

Commenti pubblicati:
Giovedì 15 Novembre 2018, 12:36
Grazie per l'esimio, ma le mie preferenze politiche si orientano piuttosto verso chi, purtroppo, le elezioni le ha perse...
Giovedì 15 Novembre 2018, 09:54
Oggi la TAV, ieri il reddito di cittadinanza. Ormai la linea politica di questo giornale e' chiara: ora che attaccare le iniziative del PD (quali?) non e' piu' necessario, si spara ogni giorno a palle incatenate su quelle del M5S. Nulla da eccepire sulle battaglie altrettanto o piu' discutibili portate avanti dalla Lega, quelle attuali (la quota 100 sulle pensioni) e quelle future (l'aliquota fiscale al 15% anche a chi dichiara redditi a sei o sette cifre, l'uscita dall'euro e forse dall'Unione Europea). Come nessun rilievo critico e' stato mosso al fantascientifico impegno di rimpatriare seicentomila clandestini in cinque anni, ne' quando e' stato avanzato in campagna elettorale e ne' adesso che come prevedibile non si e' nemmeno iniziato a dare seguito alla irrealizzabile promessa. Pazienza: in fondo la Padania ha dovuto chiudere, e un partito politico deve pur avere un giornale quotidiano di riferimento. Pero' il Nordest meriterebbe di avere organi di stampa piu' obiettivi e imparziali e non appiattiti sulle posizioni di un solo partito politico, per quanto maggioritario nella regione.
Domenica 11 Novembre 2018, 23:18
... "Incentivare la cultura del non-lavoro e dell'assistenzialismo". Mentre invece la famosa quota 100 e il superamento della Fornero, quelle non incentivano la cultura del non-lavoro, vero? Al giorno d'oggi un lavoratore di 62 anni, a meno che non abbia svolto mansioni usuranti gia' tutelate dalla legge, e' perfettamente in grado di continuare a lavorare fino al limite previsto dalla normativa attuale. Mentre la sua speranza di vita e' tale da non consentire assolutamente l'equilibrio dei conti dell'Inps, nel caso di pensionamenti anticipati. Perche' allora non destinare una parte dei 7 miliardi l'anno che ci costera' la controriforma delle pensioni per aiutare le regioni colpite?
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 17:14
L'affermazione finale del Direttore mi sembra piu' un auspicio che una previsione, ma pochi si stanno rendendo conto che una eventuale implosione del M5S sarebbe una catastrofe anche e soprattutto per Salvini. Perche' vorrebbe dire la fine dell'esperimento sovranista-populista al governo e il ritorno della Lega ai ranghi di un centrodestra europeista classico, avente Berlusconi e Tajani come ago della bilancia. Cioe' l'esatto opposto di tutta la politica seguita da Salvini negli ultimi anni. Certo, c'e' sempre la possibilita' che Forza Italia si riduca a percentuali tali da essere irrilevante nell'alleanza. Ma Salvini sa bene che un conto sono i sondaggi (e le elezioni europee) e un altro sono le elezioni politiche.
Domenica 28 Ottobre 2018, 23:37
10 miliardi di spesa pubblica contro 2... Bazzeccole.
Domenica 28 Ottobre 2018, 23:36
Sono entrati in circolazione anche quelli. Forse che i dirigenti e dipendenti delle cooperative non fanno la spesa?
Domenica 28 Ottobre 2018, 23:32
Qualche CENTINAIO di miliardi... si', vabbe'.
Venerdì 26 Ottobre 2018, 23:13
Ma perche' lanciare l'allarme su una fantomatica liberalizzazione dell'eutanasia, quando lo sanno anche i muri che questo Paese in generale e questo Parlamento in particolare ("non fa parte del contratto") si guarderanno bene dal prendere la sia pur minima decisione in merito? L'invito della Consulta, se mai, potrebbe avere l'effetto che si arrivi a distinguere fra "istigazione" al suicidio e "aiuto" al suicidio, che come chiunque puo' capire sono situazioni diversissime fra loro, ma che attualmente sono considerate dal codice penale allo stesso modo e punite allo stesso modo. Questo si', potrebbe essere un passo avanti.
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 16:49
Veramente a me risulta che i barconi intercettati dalla Australian Navy non vengono "respinti", ma scortati nel campo di detenzione dell'isola di Nauru. Noi dove li metteremmo? Dubito che Lampedusa o Malta siano disponibili.
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 16:22
Si potra' solo quando anche in Libia ci sara' l'equivalente di un Erdogan che non si muove foglia senza che lui non voglia. Ah, che bene si stava quando c'era Gheddafi...
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 16:19
C'e' anche da dire che Beppe Grillo non ha incarichi ne' pubblici ne' all'interno del M5S, e non e' certo lui in questo momento ad avere la pretesa di cambiare il Paese (probabilmente non crede nemmeno piu' che sia possibile). Per vedere chi tira le fila del movimento bisognerebbe piuttosto rivolgersi alla Casaleggio Associati.
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 16:14
Alzi la mano chi ha visto in giro piu' law and order negli ultimi cinque mesi che non nei cinque mesi precedenti. Quanto a chiacchiere, quello si', ce ne sono state molte di piu'.
Mercoledì 24 Ottobre 2018, 15:53
Il signore che ha ideato questo sondaggio potrebbe gentilmente spiegare come si fa, in pratica, a "respingere i profughi in mare"? No perche', se fosse una cosa possibile, potrei valutare anch'io l'eventualita' di unirmi a quel 47%, ma cosi' a naso mi pare che qualche piccola difficolta' ci sia.
Martedì 23 Ottobre 2018, 16:54
Se il PD avesse voluto rientrare dalla finestra, lo avrebbe fatto ai tempi del mandato esplorativo al presidente Fico. Quante volte bisogna ripeterlo?
Giovedì 11 Ottobre 2018, 11:44
Un partito nazionalista-sovranista che concede l'autonomia alle realta' locali non si e' mai visto in nessuna parte del mondo. Poi puo' darsi che la Lega abbia mantenuto un pochetto del dna che aveva prima della cura Salvini, ma per l'intanto io non mi farei troppe illusioni.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 15:41
Le ricordo che si puo' essere cattolici (come il sottoscritto) e allo stesso tempo non essere convinti che l'aborto sia un reato da punire "con la reclusione da due a cinque anni", come da legge precedente alla 194. Si possono avere sensibilita' diverse sull'opportunita' e urgenza di azioni volte a prevenire e contrastare l'aborto, ma almeno l'idea che la donna che abortisce non sia una criminale da incarcerare dovrebbe essere comune a chiunque militi in un partito di centrosinistra, a prescindere dalle proprie convinzioni religiose.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 12:40
Mi perdoni, ma quando in una mozione sono affermate cose come "la legge 194 ha contribuito ad aumentare il ricorso all'aborto come strumento contraccettivo e non ha affatto debellato l'aborto clandestino", non ci vuole chissa' quale salto logico per capire che lo scopo finale di chi scrive e' la cancellazione della legge. Il che va benissimo per un leghista, ma un eletto nelle file del PD, se auspica il ritorno alla proibizione dell'aborto, dovrebbe avere la coerenza di dimettersi. Esattamente come dovrebbe fare un pentastellato contrario al reddito di cittadinanza o un leghista contrario alla chiusura dei porti ai richiedenti asilo. Il PD sara' pure un partito nato da sensibilita' diverse, ma un minimo comun denominatore ci vuole, come anche per tutti gli altri.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 09:47
"Chi non vuol lavorare, neppure mangi" (San Paolo). "Chi non vuol lavorare, prenda il reddito di cittadinanza. Se questo San Paolo non e' d'accordo, si presenti alle prossime elezioni" (Luigi Di Maio).
Martedì 9 Ottobre 2018, 22:55
Direttore, il testo integrale della mozione approvata dal Comune di Verona e' liberamente disponibile in rete e puo' essere letta da tutti. Chiunque ha quindi la possibilita' di rendersi conto se la mozione sia o no contro la legge 194 e se ne auspichi o no - implicitamente, non esplicitamente - la cancellazione. Secondo me si', senza alcun dubbio. E, con l'aria che tira, non mi sembra sbagliato vigilare perche' cio' non avvenga. Fermo restando che qualsiasi iniziativa pubblica o privata volta a dissuadere le donne in difficolta' dall'abortire e' benvenuta e meritoria, ma senza mettere in discussione il principio che l'aborto e' un dramma, non un crimine da perseguire.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 23:24
No, e' lei che non vuole capire. La mozione consta di due righe in cui si impegna il Comune a finanziare iniziative di prevenzione all'aborto quali il Progetto Gemma (meritorie, per carita') precedute da due pagine di accuse e falsita' nei confronti della legge 194. Altro che "applicare la legge". Con l'aria che tira, non c'e' da stupirsi se alcuni paventano il ritorno ai tempi in cui l'aborto era solo clandestino e le donne che abortivano erano passibili di arresto (solo in teoria, perche' poi la normativa precedente alla 194 era una grida manzoniana se mai ce ne sono state). Per il resto, non scrivo su Repubblica e non sono iscritto a partiti, ma questa storia di rispondere a qualsiasi critica con "e allora Renzi? e allora il PD?" starebbe anche diventando stucchevole.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 15:10
A parte il fatto che la legge in questione e' la 194 (la 190 e' la legge Severino anticorruzione), la mozione approvata a Verona non si limita a prevedere finanziamenti per le associazioni cattoliche che cercano di prevenire gli aborti. Fosse stato soltanto questo, pochi avrebbero avuto di che ridire. Al contrario, chi ha redatto la mozione si e' premurato di inserire tutta una serie di premesse ideologicamente orientate a colpire la 194 quando non apertamente false, quali: "la legge 194... ha contribuito ad aumentare il ricorso all'aborto quale strumento contraccettivo" (e chi l'ha detto?); oppure: "l'art. 1 della legge 194 e' stato in gran parte disatteso... l'opera dei volontari che vorrebbero informare la donna sulle possibili alternative all'aborto viene spesso ostacolata" (come? quando? da chi?); o addirittura "manca all'appello una popolazione di 6 milioni di bambini, che avrebbero impedito il sorgere dell'attuale crisi demografica" (e quanti di questi 6 milioni non sarebbero nati comunque, anche in assenza della 194? Tutti, con ogni probabilita'). Si puo' essere a favore della vita quanto si vuole, ma negare che questa mozione sia un attacco diretto alla legge 194 significa negare la realta'. E se uno vuole attaccare la 194 e' padronissimo di farlo, ma non dentro il PD, grazie.
Giovedì 4 Ottobre 2018, 17:08
Non bastava Saviano, adesso ci si mette anche Sgarbi. Ma qualcuno dei richiedenti asilo a cui l'asilo non e' stato concesso ha poi fatto la stessa fine degli ebrei deportati dai nazisti? Chi ne e' convinto sarebbe bene che fornisse dei dati, o se no che si facesse una bella cura di senso delle proporzioni.
Giovedì 4 Ottobre 2018, 16:58
Le considerazioni del Direttore sono di assoluto buon senso, ma il titolo della pagina e' fuorviante. Leggendolo si ha l'impressione che la sinistra tutta si stia mobilitando per fare di Domenico Lucano un eroe. E invece l'unico che abbia usato questa parola e' lo scrittore Saviano, lo stesso che accusava il ministro Minniti di "stringere mani sporche di sangue" e che all'indomani delll'approvazione del decreto sicurezza del 2017 invitava tutti i simpatizzanti del PD a "cambiare partito immediatamente" (poi gli elettori purtroppo l'hanno ascoltato, ma questo e' un altro discorso). Questo per dire quanto il PD sia lontano da questo modo di agire e di ragionare. Comunque, visto che il sindaco Lucano fino a prova contraria e' stato arrestato, l'unica domanda dovrebbe essere: "Domenico Lucano e' un criminale?" E a questo dara' risposta solo e soltanto la magistratura giudicante.
Mercoledì 3 Ottobre 2018, 16:54
Ma allora Luxottica? Cosa impediva ad altri imprenditori di adottare scelte e strategie simili a quelle portate avanti da Del Vecchio? Forse non ne avevano lo stesso coraggio o le stesse capacita'?
Martedì 2 Ottobre 2018, 15:47
Il difetto dei sussidi di disoccupazione e' che vengono erogati esclusivamente a chi il lavoro l'ha perso, non a chi (spesso non solo per propria colpa) non e' mai riuscito a trovarne uno. Un Paese civile dovrebbe comunque prevedere una qualche forma di sostegno economico anche a questi ultimi. Per il resto le considerazioni del Direttore sono condivisibili, anche se non e' ben chiaro in che modo si dovrebbe "incentivare le altre persone a trovare un lavoro" che in molti casi non c'e'. Facendo pagare meno tasse ai benestanti, come da programma economico del Centrodestra? MAH. Non sarebbe meglio sfruttare il "tesoretto" del deficit per avviare un piano serio di messa in sicurezza delle infrastrutture, dalle scuole ai ponti ai canali, la cui urgenza e necessita' dovrebbe ormai essere sotto gli occhi di tutti?
Giovedì 27 Settembre 2018, 14:08
Io non so se ci sia veramente tutto questo "nervososmo" e "disagio" da parte del M5S nei confronti della Lega, ma una cosa dovrebbe essere chiara a tutti: se si fa un accordo, questo deve essere rispettato da entrambe le parti e non da una soltanto. Nessuno puo' aspettarsi ne' tanto meno auspicare che la Lega possa realizzare il suo programma con i voti del M5S senza che avvenga anche il contrario (fermo restando che io personalmente vedo come il fumo negli occhi il programma tanto degli uni quanto degli altri). Altrimenti si fa saltare l'accordo e si cerca di farne un altro, coinvolgendo anche il PD, tanto per essere chiari, visto e considerato che il centrodestra da solo NON ha vinto le ultime elezioni.
Venerdì 21 Settembre 2018, 23:24
"...Non mi rassegno all'idea di vivere in un Paese in cui la maggioranza dei cittadini continua a non capire che..." Ma allora la maggioranza dei cittadini puo' anche prendere dei clamorosi abbagli? A leggere il tenore dei commenti alla sconfitta elettorale dei partiti di sinistra, mi ero quasi convinto di no.
Venerdì 21 Settembre 2018, 10:25
"Invasi dagli stranieri? Lo siamo gia'." Esagerato. "Con Salvini e Di Maio lo stato fara' bancarotta." Esagerato. Ma un minimo di senso delle proporzioni, mai?
Venerdì 21 Settembre 2018, 10:19
"Questo e' il dramma del nostro tempo: i competenti non capiscono i problemi della gente comune, mentre gli incompetenti li capiscono, ma non hanno idea di come risolverli" (Massimo Gramellini). NOVANTADUE MINUTI DI APPLAUSI!
Venerdì 21 Settembre 2018, 10:07
Che la presenza e il comportamento dei clandestini possa dare fastidio, ci sta. Ma che si tratti del problema dei problemi dei problemi di questo Paese, NO, assolutamente no.