098765
1 Gennaio 1915

Commenti pubblicati:
Giovedì 24 Maggio 2018, 19:12
Se ai tifosi non va bene che lo licenziano... Mica si può costringerlo a mangiare.
Mercoledì 23 Maggio 2018, 21:12
Bastasse una mano sul cuore cantando l'inno per fare il bene degli italiani...
Mercoledì 23 Maggio 2018, 20:06
Magari si potessero prendere i mezzi pubblici per andare ovunque!
Mercoledì 23 Maggio 2018, 16:34
@cipori: Perché non hanno i soldi per mandarli di pattuglia... Strano ma vero! L'importante è multare con l'autovelox i 10 km sopra il limite, qualunque altro comportamento contro il CDS non è pericoloso.
Martedì 22 Maggio 2018, 22:38
Andrea è femminile in usa per esempio (probabilmente non ne conoscono l'origine) così come Nicola.
Martedì 22 Maggio 2018, 17:59
Ho letto il CV e c'è scritto che ha fatto soggiorni presso diverse università. Anch'io per ricerca ho soggiornato in diverse università estere e italiane e non ero iscritta né come studente né come lavoratore, ero ospite dei gruppi di ricerca. Comunque se è così sarà facile da dimostrare.
Martedì 22 Maggio 2018, 14:21
@discovolante: assunzione di responsabilità che deve essere predisposta dal servizio legale Ikea non dalle educatrici. Capisco i genitori, ma come possono le educatrici conoscere la gravità della patologia? Le indicazioni a loro immagino arrivino dall'alto quindi è giusto per i genitori indagare e chiedere di più ma prendere di infrangere le regole con dipendenti dalle mani legate è assurdo.
Martedì 22 Maggio 2018, 13:49
Io amo i nomi italiani tradizionali e possibilmente non di moda però questo caso è strano: perché allora non richiamano i genitori di bambine italiane che si chiamano Andrea o Nicola?
Domenica 20 Maggio 2018, 20:18
Risposta per chi ha le fette di prosciutto sugli occhi: di interessante c'è che uno qualificato deve andare a trovare lavoro all'estero, pure ammettendo di voler restare in Italia. E questo dopo che lo Stato Italiano ha contribuito a pagare anni e anni dei suoi studi.
Domenica 20 Maggio 2018, 09:59
Evadi, che se non ti beccano risparmi e se ti beccano non paghi niente di più. Avanti così...
Giovedì 17 Maggio 2018, 16:49
Credo che una capacità di comunicazione migliore da parte del personale ospedaliero aiuterebbe tutti. In fin dei conti spesso si leggono sui giornali notizie di persone che vengono rimandate a casa sottovalutando la gravità. Dopotutto un paziente che si sente capito da medico/infermiere (e non liquidato perchè c'è tanto lavoro) è più sereno e sarà meno portato a non fidarsi della diagnosi, salvo evidenti malesseri che persistono.
Martedì 15 Maggio 2018, 11:55
Eppure c'è ancora gente (spolliciamenti nei commenti all'articolo precedente) che ritiene che scaricare il peso sulle famiglie sia giusto. Poi succedono cose del genere e tutti a stracciarsi le vesti. Come fa una famiglia, con genitori che invecchiano, o un marito che lavora, a prendersi cura da solo di persone che dovrebbero essere sotto continua vigilanza (per sè e gli altri)? I manicomi non erano la soluzione giusta ma un po' più di aiuto dai servizi sanitari è d'obbligo.
Martedì 15 Maggio 2018, 07:19
Giovanna: D'accordo, ma ci sono malati con crisi violente che andrebbero seguite costantemente mentre i loro genitori invecchiano (mi riferisco al signore che vedo passare per strada nel mio quartiere da quando ero bambina). Non si può scaricare un peso così sulle famiglie, né economico né psicologico.
Domenica 13 Maggio 2018, 20:26
Per un commento del genere immagino tu non abbia mai visto un raduno degli alpini ;)
Domenica 13 Maggio 2018, 19:10
Chiedere è lecito, soprattutto visto che i commenti si sprecano quando succede a ragazzi che tornano da feste la sera.
Domenica 13 Maggio 2018, 09:40
Magari, se l'IVA la facessero versare quando ti pagano effettivamente e non quando emetti fattura si risparmierebbero tanti processi. E ancor meglio se punissero come si deve chi non paga, ripristinando magari il registro delle aziende insolventi... Ma siamo in Italia.
Giovedì 10 Maggio 2018, 17:16
Peraltro non è detto che la crisi ipoglicemica si risolva con un po' di zuccheri.
Giovedì 10 Maggio 2018, 17:07
Io leggo: Dopo una lunga assenza, si è presentata con il bambino senza prima avvisarci della nuova situazione, pretendendo che fosse la scuola ad assicurare la necessaria assistenza. Bene e se poi qualcosa va storto? Che ne sanno a scuola di quanto grave è davvero la situazione del bambino? Gli insegnanti non sono nè infermieri nè dottori. Almeno avvisare prima.
Giovedì 10 Maggio 2018, 15:23
L'insulina è annoverato tra i farmaci salvavita quindi la scuola lo gestisce secondo la legge e secondo la legge bisogna seguire questa procedura. Come dici se poi succede qualcosa la colpa ricade sull'insegnante la dirigente quindi la scuola ha fatto benissimo a richiedere di seguire l'iter corretto.
Giovedì 10 Maggio 2018, 13:11
Mi sembra abbia chiaramente sbagliato la famiglia. Per la somministrazione di farmaci salvavita a scuola è necessario avvisare prima la dirigente che individuerà il personale su base volontaria che dovrà somministrare i farmaci e questo personale deve essere anche aver effettuato il corso di formazione in primo soccorso. Se il bambino è arrivato a scuola senza che sia stato avvisato a scuola mi pare logico che la responsabilità della somministrazione se la debbano prendere i genitori.
Martedì 8 Maggio 2018, 23:31
Ognuno cerca il meglio per la sua salute, conosco veneti che vanno in Emilia Romagna e nessuno li addita. Non è mi piaccia mandare tutti quei soldi alla regione Sicilia ma credo che da condannare siano i politicanti, anche nordici. Quanto potrà essere difficile fare piazza pulita dei corrotti? Peccato che cane non mangia cane.
Martedì 8 Maggio 2018, 23:21
Se è per quello nemmeno io potevo portare il figlio al lavoro. Non è una fiera aperta al pubblico, che razza di polemica è??
Lunedì 7 Maggio 2018, 20:31
Se la macchina andava piano evidentemente i pedoni si sono buttati. Ho capito che abbiamo la precedenza sulle strisce ma dobbiamo anche controllare che le auto ci vedano e facciano in tempo a frenare!
Lunedì 7 Maggio 2018, 19:29
Sono del tuo stesso parere, evidentemente chi spollicia ha un concetto di maleducazione diverso dal mio.
Lunedì 7 Maggio 2018, 10:13
Ma il posto era per tutti i residenti o era assegnato ad un solo appartamento?
Domenica 6 Maggio 2018, 22:09
Coppertone parli sempre di sicurezza ma stavolta i platani vanno bene. Non si esce di strada solo perché si gioca col cellulare o perché si va veloci, chi ha in gestione la strada dovrebbe renderla sicura. Anche a costo di togliere del verde e spostarlo in zona più sicura e fruibile magari.
Domenica 6 Maggio 2018, 18:45
Magari senza il padre i figli non avrebbero un modello negativo. Cosa potrà insegnare loro?
Venerdì 4 Maggio 2018, 21:57
Togliere i figli ai genitori in Italia è più difficile di quanto si pensi purtroppo.
Venerdì 4 Maggio 2018, 21:53
Grazie se tamponi un camion. Se tamponi un'auto normale penso che la peggio ce l'abbia il tamponato ma non ho statistiche a supporto. Comunque se avesse tamponato una cinquecento dubito che non ci sarebbero stati danni.
Venerdì 4 Maggio 2018, 16:30
È per chi non ha i soldi per comprarsi un'auto di ultima generazione? O per chi sceglie la comodità del parcheggio con un'auto piccola? L'autista guidava ubriaco e andava veloce, vogliamo scusare tutto? Poi vorrei vedere quale statistica dice che chi tampona si fa più male del tamponato.