bilfab74

Commenti pubblicati:
Mercoledì 22 Febbraio 2017, 11:44
La filosofia dell'accontentarsi e' suicida, in particolare in una nazione come l'Italia, dove i titoli di studio sono a pagamento e il lavoro pure. La filosofia dell'accontentarsi e' come una strada a senso unico, in discesa e senza uscita; quando la imbocchi non tornerai più indietro. La filosofia dell'accontentarsi è tipica del debole e non ha nulla a che vedere con la ricchezza o con la povertà.
Martedì 21 Febbraio 2017, 10:45
Transiat per le nazioni africane in guerra, ma fidatevi che in Nord Africa e in medio Oriente se un uomo - peggio se occidentale - si accovaccia e defeca in un posto pubblico, lo mettono in galera. Gli incivili siamo noi che non ci facciamo rispettare. Nelle nazioni di questi signori non hai neanche diritto di parlare se prima non paghi chi ti sta di fronte.
Martedì 21 Febbraio 2017, 09:38
Se li liberano così in fretta viene da pensare passano una tantum al giudice che li scarcera. La mia sarà blasfemia, ma le bestemmie spesso arrivano molto vicine alla verità. Sarei molto contento se costoro rubassero ad un albanese o a un marocchino di prima generazione, i quali non sono ammalati di buonismo e non hanno paura come gli italiani, così farebbero un servizio di pubblica utilità.
Domenica 19 Febbraio 2017, 19:07
I metodi drastici e pratici usati durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi naturalmente sono inammissibili ed innominabili nella nostra stupida e pingue società. Loro ridono, noi paghiamo. Fanno bene !
Venerdì 17 Febbraio 2017, 09:37
Il problema non esisterebbe se non ci fosse l'assistenzialismo. Ma poi i furbi italici e stranieri che farebbero ? Non vogliamo un modello statunitense né un modello ex sovietico, giacché si inneggia al comunismo senza nemmeno sapere lontanamente cosa sia. Quando ero più giovane e sognavo di più, mi sarebbe piaciuto un mondo dove la gente si ama e dove tutti sono uguali, con pari diritti e doveri. Ma la realtà almeno in Italia è ben diversa. La ricetta perfetta non esiste, ma se dipendesse da me toglierei l'assistenzialismo ripristinando l'Italia pre seconda guerra mondiale, anche perché andando avanti di questo ci arriveremo da soli. Non è possibile che il sistema vada avanti sempre con quei quattro deficienti che pagano per tutti; anche perché i quattro deficienti diventeranno tre, poi due, poi uno....
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 12:38
Condivido in toto. La soluzione non la scrivo qui, ma tanto la sappiamo tutti. Meno internet e facebook e più....
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 11:47
Io sono libero di circolare quando voglio. Questo ragionamento giustifica e legittima la microcriminalità.
Mercoledì 15 Febbraio 2017, 11:46
Per chi comanda dobbiamo andare avanti così. Il degrado, la violenza, l'insicurezza sono poca cosa di fronte ai miliardi che lo stato italiano fa grazie a questi "cosi". I cittadini italiani che non si ribellano sono equiparati a pecore e non verranno mai presi in considerazione se non si ribelleranno compatti, uniti e con la forza di fronte in primis a questi personaggi e poi di fronte al governo. Prendere esempio dalla Romania !
Lunedì 13 Febbraio 2017, 14:21
Per il risarcimento ci vogliono anni. Comunque , se venissi condannato a risarcire piuttosto preleverei tutti i soldi dal mio conto, li nasconderei, venderei casa e se non potessi farlo la brucerei. Non accetterei mai di risarcire un criminale, anche se fosse protetto dallo stato perché prima di tutto sono un essere umano, non uno schiavo !
Sabato 28 Gennaio 2017, 19:09
"Quando si spara, si spara. Non si parla." Tuco Benedicto Pacifico Juan Maria Ramirez.... Fate come Tuco: poche parole e tanti fatt.
Giovedì 26 Gennaio 2017, 07:32
Caro ministro degli interni, non siete voi che dovete decidere come dove e quando. E' il popolo che deve decidere. Si fa un referendum con la semplice domanda: "Volete voi italiani l'importazione di cittadini africani e/o mediorientali apolidi che graveranno sui conti pubblici ? Si o no ?" Altrimenti le vostre dichiarazioni sono totalitarie e fumose, perche' costringete chi non e' d'accordo a sorbirsi immigrati illegali con tassazione diretta dai conti pubblici. Piantatela con la colossale bugia che i soldi sono di provenienza europea. Bruxelles paga per chi presenta la richiesta di asilo con documentazione alla mano. Le dichiarazioni verbali non sono valide. Lo sa Bruxelles e lo sapete pure voi, ma non ve ne importa niente perche' dovete fare cassa e accontentare i mercanti di carne umana che il politicamente corretto ha trasformato in onlus e cooperative varie. Dei 4 miliardi di euro spesi nell'anno 2016 solo una piccola parte proviene dai fondi comunitari, perche' e' profugo vero solo una piccola percentuale della moltitudine che state facendo entrare. Concludo riallacciandomi alla tesi del ministro degli interni riguardo ai rimpatri e agli accordi con la Libia che fino a ieri sembravano impossibili. Ma quando partiranno questi rimpatri ? Quale sara' la spesa per i rimpatri ? Che senso ha fare uscire 10 per farne arrivare 1000 ? E il blocco navale ? Ieri Bruxelles lo ha proposto e tutti hanno esclamato "Geniali, siiiii, bisogna faaaarlo..." Sono anni che la corrente di destra italiana lo proponeva, ma li avete tacciati di razzismo, fascismo, nazismo, aridità di cuore, ecc. Ora che lo propone Bruxelles, applausi da scorticare le mani. Come politici valete meno della tasca del mio jeans stravissuto di 20 anni comprato per poche lire al mercato delle pulci.
Mercoledì 25 Gennaio 2017, 10:57
Uno: se fosse stato uno del sud Italia, zero polemiche. Due: dubito altamente che chi è pro clandestino immigrazionista si sarebbe buttato a pesce in una delle acque più sporche d'Italia e con 2 gradi sopra lo zero. Pace all'anima sua e chi contesta indignandosi, è il primo che si sarebbe girato verso le gioiellerie del Ponte Rialto.
Mercoledì 25 Gennaio 2017, 10:26
L'ex sindaco sig. Bitonci è stato tolto di mezzo per continuare l'opera di "sinistrazione" della città patavina. Di materiale Bitonci fece poco, ma il solo essere contrario a parole verso l'apparato governativo vigente è ragione sufficiente per venir eliminati. D'altro canto, la dittatura democratica attuale che si reputa anti-fascista, applica tutti gli strumenti usati dal regime fascista a suo tempo. Non auguro il ritorno del sig. Bitonci, ma nemmeno la venuta della sinistra.
Mercoledì 25 Gennaio 2017, 10:21
Per quanto mi riguarda, la sig.ra Serracchiani potrebbe benissimo essersi inventata tutto, per apparire una vittima. Chi garantisce sulla veridicità del fatto ? Lei ? Allora siamo freschi....
Mercoledì 25 Gennaio 2017, 10:19
Copiare dai mediorientali: fermezza, velocità di esecuzione e tolleranza zero ! Se si discutesse a Riyadh la questione di indossare o no il crocifisso, la mozione verrebbe approvata in tempo zero.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 18:13
In vino veritas 2017-01-23 15:55:18: Abbia almeno il coraggio di mettere Foto e nome. Il mio è FABIO QUADRINI.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 11:23
I dissapori interraziali sono lo strumento di controllo dei governi democratici sulla carta ma totalitari e corrotti di fatto. Paradossalmente, sono proprio le dittature che riescono a far convivere le razze. Parafrasando Mosé, non ci può essere libertà senza legge e aggiungo che gli uomini non sono ancora pronti per vivere in pace ed armonia.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 10:45
Si può scrivere che sono contrario a questa manifestazione ? Non hanno ancora abolito l'art. 21 della Costituzione, giusto ?!? Grazie.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 09:47
Daranno la colpa sicuramente ai turisti che sono andati in vacanza in quell'albergo o agli addetti ai lavori che dovevano scavare più celermente. In Italia funziona così. Un presidente del consiglio che affossa una nazione è portato su un palmo della mano; un operaio che sbaglia lo stampo di una pressa diventa peggio di una piaga d'Egitto.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 09:44
L'unico posto per questa gente squilibrata è il manicomio, che naturalmente in Italia hanno chiuso.
Lunedì 23 Gennaio 2017, 08:41
Lascio all'immaginazione collettiva come viene gestito un simile evento in Nigeria sia da parte delle forze dell'ordine che dalla popolazione. Se quell'uomo si comporta così ha in disprezzo popolo italiano e leggi....
Domenica 22 Gennaio 2017, 16:26
Quel cartellone è affissione abusiva. Questo recita il codice civile. Che poi si chiuda un occhio se lo mette qualche papavero dei centri sociali, è un'altra cosa. Tanto risultano tutti nullatenenti. In Italia non è una questione di essere di destra o di sinistra, di essere italiani o stranieri. Se sei nullatenente e ancor meglio finto-nullatenente, puoi fare quello che ti pare. Al signore che dovrà pagare la multa e che di sicuro è proprietario di qualcosa, la prossima volta il cartello se lo faccia mettere da qualcun altro e possibilmente di notte quando non c'è nessuno!
Domenica 22 Gennaio 2017, 09:14
Nei paesi civili i mezzi pubblici si pagano, nei paesi del quarto mondo pure. Le differenze stanno nei prezzi e nella qualità del servizio. Se in Italia la gente arriva a mettere le mani addosso ai controllori perché sprovvista di titolo di viaggio vuol dire che la situazione è fuori controllo da decenni e non si vuole applicare la legge.
Sabato 21 Gennaio 2017, 18:55
Ne fanno entrare 500 mila in tre anni e poi si lamentano perché vivono stipati come topi. Accoglienza finta e vergognosa. Era meglio farne entrare 500 in tre anni ed accoglierli sul serio, con percorso studi, un lavoro e un futuro vero, no da miserabili !
Venerdì 20 Gennaio 2017, 15:32
In risposta ad altri commentatori a cavallo tra il serio e il faceto: e' improbabile che riempiano l'hotel Plaza di Padova. E' come mettere i profughi a Via Condotti a Roma. Poi, mai dire mai.... Comunque lo ritengo improbabile. Riguardo i sindacati, quando un'azienda chiude non ci sono rappresentanze che tengano. Chi vuole trovare lavoro lo dovrà fare con le proprie forze. I sindacati sono tanti anni che non servono a niente !!!
Venerdì 20 Gennaio 2017, 15:23
Perdere il lavoro in una nazione che ha tasse equiparabile a nazioni nord europee dove hai più servizi, di qualità, maggiori opportunità lavorative e addirittura in qualche caso lo stato che aiuta a ricollocare, è umiliante e riempie di rabbia. Consiglio a chi ha perso lavoro e ha una certa età di cercare all'estero. Londra ha molte offerte di lavoro nel settore alberghiero. Sconsiglio vivamente di perdere tempo ed energie a cercare lavoro ad Abano Terme, Venezia, Milano, Roma o altre zone turistiche. Se troverete qualcosa sarà a salari imbarazzanti ed inaccettabile per vivere dignitosamente. I sacrifici si fanno anche guardando al futuro: carriera, paese in cui si vive, opportunità e più possibilità per i figli che verranno. Auguri di cuore. Un ex collega.
Giovedì 19 Gennaio 2017, 09:25
Non c'è nessun rigore sugli stranieri che vengono in Italia, sia di chi arriva con i documenti che chi arriva affidandosi alla criminalità organizzata. Non viene richiesto nulla a parte il passaporto. Si arriva senza un piano, senza soldi, ci si affida al caso o al massimo alle amicizie per trovare casa e lavoro. Ma di quale piano regolatore sta parlando il nostro presidente ? Suvvia, l'Italia non è né il Giappone, né tantomeno l'Australia o addirittura la Russia dove quando entri per motivi di lavoro pretendono un versamento da tenere come cauzione in caso le cose vadano male e non hai nemmeno la scusa confezionata del "Non ho i soldi per poter tornare a casa." Noi siamo semplicemente l'Italia, la nazione di tutti e di nessuno, dove il suo popolo predica la teoria del "no borders" e che siamo tutti fratelli, quando non si toccano gli interessi personali. Noi siamo l'Italia del senza regole e della stampa sbattuta al 77° simo posto. Suvvia sig. presidente, non siamo tutti stupidi come crede.....
Martedì 17 Gennaio 2017, 15:27
Due grandi lezioni portati dai migranti sono che: 1. è la paura che governa il mondo e 2. l'unione fa la forza. Giacché queste persone non hanno nulla da perdere sono pronte a tutto e danno molto da pensare a chi è chiamato a tenere ordine e rispetto delle leggi. Muovendosi poi per il comune interesse (il loro), riescono con i numeri ad ottenere quello che vogliono. Praticamente due grandissime lezioni di vita che gli italiani hanno perso, per via del benessere.
Martedì 17 Gennaio 2017, 15:19
Se i nigeriani vessano i bengalesi non è razzismo. Se gli italiani vessano nigeriani e/o bengalesi è razzismo. Cosa dicono le menti illuminate che hanno fatto entrare a spese degli italiani questa gente ? Niente, come al solito. Ormai hanno incassato e non è un problema loro "gli effetti collaterali".
Sabato 14 Gennaio 2017, 12:50
Ci sono stati in passato vari episodi di razzismo a danno di studenti meridionali nelle scuole del nord est. Quali clamori hanno suscitato ? Che le famiglie di questi ragazzi hanno dovuto cambiare la scuola o al massimo formalizzare una denuncia, che non è servita a nulla. Adesso si licenzia, addirittura... Qualcosa non torna !