niko61

Commenti pubblicati:
Martedì 16 Ottobre 2018, 08:48
Dimentichi il reddito di cittadinanza e la pensione di dignita.
Lunedì 15 Ottobre 2018, 13:26
Scusa e ti sei dimenticato del CONDONO AI DISONESTI che il caro di maio con i 5stelle hanno avallorato.
Domenica 14 Ottobre 2018, 13:33
L ipocrisia e tutto, sono contrario alla sanatoria per i LADRI, ma visto che e merce di scambio con la lega la voto lo stesso. Alla faccia delle critiche al PDL e al PD meno L , forse loro erano piu onesti.
Domenica 14 Ottobre 2018, 12:37
Cari signori le badanti rumene moldave ecc. fanno il lavoro che le SIGNORE italiane non vogliono piu fare ( incluse figli nuore generi e company ). E inutile che ci lamentiamo ne abbiamo bisogno, anche loro hanno una minoranza di delinquenti come d altronde anche noi.
Sabato 13 Ottobre 2018, 21:34
I 5stelle sono contrari a tutto, strade, autostrade, porti, aeroporti ferrovie, gasdotti, non c e un opera pubblica di qualsiasi genere in Italia che non abbia almeno un comitato del NO. I 5s vivono di questo, di comitati del NO, e di assistenzialismo.
Sabato 13 Ottobre 2018, 19:09
Caro Siri LADRI sono LADRI, e chi evade e un LADRO. E voi della laga li conoscete benissimo visto che dovete ancora allo Stato 49 milioni di euro.
Venerdì 12 Ottobre 2018, 13:35
Sembra aria di Cassa per il Mezzogiorno.
Venerdì 12 Ottobre 2018, 13:30
Perfettamente d accordo, forse la sorella cerca di renderlo santo non ricordando la vita di spacciatore che aveva fatto prima.
Giovedì 11 Ottobre 2018, 20:14
Forse qualcuno dimentica che Veneto e Lombardia sono le regioni piu spremute a livello edilizio, questa pacchia non puo durare in eternita siamo pèieni di seconde case e di fabbriche vuote. Ovvio che bisogna pensare ad un edilizia diversa piu verso il recupero che verso la costruzione, allora certe imprese sono destinate a chiudere.
Giovedì 11 Ottobre 2018, 17:32
Neanche di Tito Boeri che da ottimo manager non ha fatto altro che dire la verita sul presente, e l impatto di queste scellerate scelte sul futuro.
Giovedì 11 Ottobre 2018, 12:41
Tito Boeri e Cottarelli sono due tecnici super partes, pder questo al governo limoncello danno fastidio.
Giovedì 11 Ottobre 2018, 12:39
li chiami come vuole, ma LADRI sono sempre LADRI. E la lega di condoni ai LADRI ne ha fatti tanti.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 21:01
BAnkitalia Up ora la Parodi, questi sono allergici alla dialettica, tutti quelli che dicono qualcosina contro di loro vanno licenziati, alla faccia della democrazia.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 18:26
La signora Fornero ha ragione, le aziende le fabbriche le multinazionali vogliono i prepensionamenti ( a carico dell INPS ovvero tutti noi )per poi non assumere personale riducendo i costi. E assurdo pensare che pensionando 100 persone gho 100 assunzioni,non succede mai, perche tanta gente viene sostituita da computer o macchine.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 18:21
E solo un CONDONO, mascherato da tante storielle da libro Cuore, ma sempre CONDONO e'.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 15:21
Quando la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra,e tutte e due non si lavano neppure.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 13:51
Cortesemente non ditelo al governo limoncello, senno i due premier licenziano i previsori.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 08:44
Bankitalia, Corte dei Conti, Upb, Fondo monetario internazionale, Unione Europea, Mercati tutti bocciano questa manovra perche va contro l interesse dell Italia,ma e possibile che nessuno al governo si renda conto di questo. O come tutti dicono e una manovra elettorale per tirare a campare fino alle prossime europee.
Mercoledì 10 Ottobre 2018, 08:38
Cambiare la manovra sarebbe salvare l Italia, ed evitare di caricare sulle spalle delle generazioni future un debito ancora piu enorme.
Martedì 9 Ottobre 2018, 22:33
NO non cambiare la manovra sarebbe inguaiare gli italiani.
Martedì 9 Ottobre 2018, 14:54
Il debito pubblico giapponese e quasi tutto detenuto da loro stessi. Il debito lo hanno fatto e se lo sono comperato, peraltro a tassi bassissimi, noi i debiti li facciomo e con il governo limoncello aumentano alla grande, e pretendiamo che siano gli altri a pagarlo.
Martedì 9 Ottobre 2018, 13:49
Speriamo ora che anche la Banca d Italia ha fatto una velata critica alla manovra corrente, ii governo limoncello non chieda le dimissioni del governatore.
Martedì 9 Ottobre 2018, 13:02
Lo spread non lo decide la UE, quando il FMI, le agenzie di rating e soprattutto i fondi sovrani non credono in uno stato perche giudicano la manovra sbagliata, e questa lo e, non comprano piu i titoli italiani, o li comprano ad un tasso di interesse molto piu elevato. caro Gio2710 i fondi sovrani sono privati che fanno gli interessi dei privati non dell UE.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 23:27
Caro Savona l Austria ha proposto per sé un deficit pari a 0, tu invece lo porti dal1,6 al 2,4 per poi dare la colpa All Europa e scaricare i debiti sulle generazioni future.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 21:43
In gsalera ci dovrebbero finire, e da Roma in giu ce ne sono tanti, tutti quegli imprenditori a cui fa molto comodo avere per le campagne tanti extracomunitari da usare per lavorare e poi sottopagare,servendosi di caporali senza scrupoli.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 14:52
Caro Amburgo il CONDONO e sul contratto di governo, per cui anche i 5stelle che avevano giurato NESSUN CONDONO si dimostrano uguali al PDL e al PD meno L.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 13:46
Caro Ambugo questa domanda la devi fare ai 5stelle che hanno sempre dichiarato MAI CONDONI invece li fanno come il PDL e il PD meno L , e ai condonati abbassano pure le tasse a discapito dei lavoratpri dipendenti e pensionati.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 13:40
Perche la BCE garantisce la moneta per tutti gli stati Euro, non puo garantire una manovra assistenzialista senza investimenti come quella italiana.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 12:50
Classica leggina leghista sul condono fiscale, questa volta invece di FI viene avvalorata dagli onestissimi 5stelle ( movimente che aveva promesso di non fare nessun condono ).
Lunedì 8 Ottobre 2018, 07:53
Complimenti non una ma due sanatorie tanto per aiutare i ladri, poi il reddito di cittadinanza e la pensione di dignità per aiutare chi non ha voglia di lavorare e non pagare i contributi.