Pacifico Arrabbiato

Commenti pubblicati:
Sabato 12 Gennaio 2019, 16:23
Tanto, più che tenergli il broncio per qualche ora, cosa può fare la legge italiana?
Sabato 12 Gennaio 2019, 16:10
Nominare Luigi Di Maio, con il suo curriculum vitae immacolato in materia perché vuoto, ministro dello sviluppo economico e ministro del lavoro è stato come assegnare una cattedra universitaria ad un bambino cha abbia appena iniziato la prima elementare. Purtroppo bisogna ammettere che se avesse solo un milionesimo dell'esperienza, delle competenze e delle sue capacità dei suoi predecessori di destra e di sinistra, sarebbe già un passo avanti che gli impedirebbe di fare le assurde sparate fatte nei suoi (già troppi per il bene comune) mesi di sgoverno.
Venerdì 11 Gennaio 2019, 15:45
Se il ministro Toninelli avesse giocato solo qualche ora da bambino con il trenino elettrico capirebbe di trasporti più di quanto non ne capisca adesso. Peccato che Babbo Natale, Gesù Bambino, Santa Lucia e la Befana siano già passati e non possa più scrivere loro la letterina per farselo portare al ministero.
Martedì 8 Gennaio 2019, 02:58
Non discuto il valore del professor Brusaferro, ma mi lasciano molto sconcertato e perplesso le dimissioni del professor Ricciardi". Quanto a dire di "Conoscere attraverso gli Organi di Informazione e dai siti internet il blog delle Stelle e M5SParlamento" è come se un seguace di Peppone e compagni, dagli anni venti ai primi anni novanta del secolo scorso avesse detto di conoscere la Nomenklatura del Cremlino, Lenin, Stalin e Beria compresi, e di Via delle Botteghe Oscure, Togliatti compreso, solo attraverso la lettura della Pravda, delle Isvestia e dell'Unità.
Sabato 5 Gennaio 2019, 15:37
Poi da RFI, da Trenitalia ecc. gli arriverà un conto salatissimo per i treni (merci e passeggeri) soppressi o in ritardo. Credo sia quella la cura più efficace per certe sue abitudini, forse più del ritiro della patente e dell'eventuale confisca dell'auto.
Giovedì 27 Dicembre 2018, 19:32
Se abitasse in Italia chiederebbe il regalo di Natale di cittadinanza. Se fosse un lettore delle strisce dei Peanuts, come Lucy Van Pelt direbbe che nella vita non vuole alti e bassi, ma solo alti e alti ancora più alti.
Venerdì 14 Dicembre 2018, 22:09
Chi no gà pan gà denti. In questo caso ci sono sia il "pane" (in abbondanza) sia i "denti", per quanto inesperti e acerbi. Il giovane marinaio sarà imbarcato su una intera flotta di "navi scuola", così da superare a pieni voti l'esame di maturità.
Venerdì 14 Dicembre 2018, 20:54
Pane in abbondanza e denti, sia pure inesperti e quasi da latte, in piena efficienza.
Giovedì 29 Novembre 2018, 14:53
Meglio forti, bravi e danarosi che prescritti, incapaci e invidiosi.
Mercoledì 28 Novembre 2018, 18:42
Queste cose grazie anche alla prescrizione (da cui il nuovo nome della ditta), alla stregua, in altri ambiti, di altri personaggi milanesi legati al calcio.
Mercoledì 28 Novembre 2018, 17:00
Perfettamente d'accordo con lei. Non ricordo che negli anni bui tra il 1986/87 e il 1994/5, in cui la Juve ha vinto "solo" due volte la Coppa Uefa e nessuno scudetto, i tifosi bianconeri si siano lamentati degli arbitri così come fanno da sempre tutti quelli che detestano la Juve e la sua superiorità in campo. Evidentemente i tifosi della Prescrittese (la prima squadra citata da lei se non sbaglio), di quella presieduta da De Lamentiis e di tante altre, non digeriscono il fatto che la Juventus sia la prima squadra italiana ad avere la mentalità e la struttura delle grandi società europee; se ci sono gruppi industriali e finanziari che ritengono di investire nella Juve, vuol dire che lo staff e la dirigenza sono di prim'ordine. Aggrapparsi a complotti e cose del genere è degno di chi non è capace di vedere i limiti e la pochezza delle altre squadre e della propria in primis. Per il bene del calcio italiano sarebbe opportuno che ci fossero a tutti i livelli più professionalità e meno approssimazione e faciloneria; il cuore ed il tifo sono indispensabili nel calcio come nella vita, ma ci deve anche essere molta razionalità e competenza, mettendo da parte i soliti discorsi da bar sport o da rissa in tv (a maggior ragione adesso con il VAR).
Martedì 27 Novembre 2018, 19:25
I 5S, i No Tav, No gronda, No Tap, No tutto sono i diretti discendenti dei No fuoco e No ruota dei tempi di Babbut, Mammut e Figliut (chi non è over 60 può vedere chi sono su you tube).
Lunedì 19 Novembre 2018, 20:33
I No vax, No Tav, No Tap, No tutto, sono gli eredi diretti dei No fuoco e No ruota dei tempi di Mammuth, Babbuth e Figliuth (gli over 65 come me li ricordano benissimo). Se avessero vinto i loro antenati, saremmo ancora all'età della pietra. Bravissimi sia i ragazzi, sia i familiari sia gli insegnanti. Chi ha (o ha avuto) in famiglia un trapiantato o qualcuno che soffre di malattie autoimmuni (come l'artrite reumatoide) sa che ogni contatto con virus o batteri patogeni può essere fatale per l'ammalato. Non auguro ai no vax di trovarsi in una situazione del genere, anche se servirebbe loro per vedere la cosa con più razionalità e meno superficialità.
Domenica 11 Novembre 2018, 12:58
Con il reddito di cittadinanza si passa da "Proletari di tutto il mondo unitevi!" di Marx a "Fancxxxisti di tutto il mondo unitevi (e venite in Italia)!" di Di Maio e soci. Quello che ha detto in Veneto ne é la dimostrazione (se ce ne fosse bisogno).
Sabato 10 Novembre 2018, 11:00
Lo paragono ad un musulmano nominato direttore di un prosciuttificio.
Venerdì 9 Novembre 2018, 20:52
Che sia il caso di chiedere il parere all'antitrust?
Sabato 13 Ottobre 2018, 17:28
Perché Striscia la notizia non manda gli stessi inviati da Di Maio, Salvini eccetera e li smaschera per tutte le balle che ci raccontano quando parlano di flat tax, reddito e pensione di cittadinanza, Alitalia, aumento del PIL nel 2019 e seguenti? Almeno il sedicente naturopata di Prato inguaia solo poche persone (comunque troppe), mentre Pop e Folk (così chiamati da Gramellini) prendono per i fondelli tutti gli italiani, leghisti e pentastellati compresi.
Sabato 13 Ottobre 2018, 11:25
Se qualcuno definisce il governo gialloverde Armata Brancaleone, Monicelli, Gassman, Aquilante (il cavallo di Brancaleone) e gli altri, anche dall'altro mondo, hanno tutto il diritto di sentirsi offesi e di infuriarsi per essere accostati a simili elementi.
Martedì 9 Ottobre 2018, 22:25
Se non cambieranno la manovra, questi due, cioè il capitano e il bibitaro, faranno agli italiani un così grande servizietto al cui confronto il 6 per mille prelevato dai conti correnti una notte dal Governo Amato negli anni '90 sembrerà un furto di caramelle fatto da un bambino rispetto ad una miliardaria rapina a mano armata.
Giovedì 4 Ottobre 2018, 11:57
Al posto del tradizionale pane e volpe, agli interessati suggerirei, per colazione, i biscotti Rinko. Provare per credere.
Martedì 2 Ottobre 2018, 19:05
Come passare dal motto "Proletari di tutto il mondo unitevi!" di Marx ed Engels a "Nullafacenti di tutto il mondo unitevi (e venite in Italia)" di Di Maio e Salvini.
Sabato 15 Settembre 2018, 17:12
Complimenti all'esercente! Grande senso di responsabilità e grande senso civico. Speriamo che i genitori del ragazzo non prendano le sue difese come in tanti altri casi anche più gravi e che gli facciano capire almeno qualcosa, magari obbligandolo a lavorare per pagarsi l'avvocato (ma forse mi illudo).
Venerdì 7 Settembre 2018, 11:38
Se avessero emesso un francobollo con "L'armata Brancaleone", il governo gialloverde si sarebbe offeso e l'avrebbe definito un attacco dei poteri forti (i filatelici in questo caso) contro "il governo del cambiamento" e contro il "popolo sovrano".
Giovedì 5 Luglio 2018, 22:04
Le corna, sono il capo di abbigliamento più difficile da portare; è infatti rarissimo trovare chi le sappia indossare con stile ed eleganza. In ogni caso bisognerebbe, come dice il conte Mascetti, usare l'astuzia del cervo e non aggredire, a cornate proprio come un cervo, la fedifraga ed il suo amante.
Mercoledì 6 Giugno 2018, 17:11
Ho l'impressione che tutti quelli che sono d'accordo con Salvini ricordino solo la prima parte dell'art.53 della Costituzione e dimentichino la seconda che dice "Il sistema tributario è informato a criteri di progressività". Non mi sembra che passare da un minimo del 15% ad un massimo del 20% rappresenti quella "progressività" voluta dai Costituenti.
Giovedì 24 Maggio 2018, 18:19
Per l'ennesima volta: quando uno crede di aver toccato il fondo, allora è arrivato il momento di rimettersi a scavare, e di buona lena.
Giovedì 24 Maggio 2018, 12:43
Conte ha dichiarato di voler fare il difensore degli italiani. Speriamo, con questi chiari di luna, non si trasformi nell'avvocato Massimo Della Pena, difensore d'ufficio assegnato dall'Ordine agli aventi diritto al gratuito patrocinio perché non abbienti.
Mercoledì 23 Maggio 2018, 20:40
Cambia, eccome! Qui si rischia di fare la fine dell'Argentina (già al secondo default) o del Venezuela di Maduro (chiedere ai parenti o ai ai parenti di amici che ci vivono come fanno a sopravvivere). Sarebbe già bene, a confronto, fare la fine della Grecia.
Mercoledì 23 Maggio 2018, 18:57
E dove le mettiamo le conoscenze e le capacità, cose ancora più importanti? Non oso immaginare cosa potrebbe succedere con Di Maio ministro dell'Industria e dello sviluppo economico; uno che non ha mai avuto esperienze né studi in materia occuparsi di problemi come Ilva, TAP e crisi industriali varie. Il baratro ed il sottosviluppo come il Venezuela di Maduro sono assicurati.