ruzante

Commenti pubblicati:
Mercoledì 21 Febbraio 2018, 10:30
Se potrà servire ad arginare concretamente il distruttivo turismo pendolare di massa dalla terraferma e fermare la fuga dei turisti colti e danarosi, ad arginare la trasformazione della città in un mega suq di souvenir kitsch per visitatori frettolosi e squattrinati, spesso maleducati, e trattenere gli esercizi commerciali e l'artigianato di qualità e tradizionali, a ridare dignità e decoro alla città, a trattenere e tutelare i residenti, ben venga la separazione.
Martedì 20 Febbraio 2018, 19:05
Ostrega, allora secondo il tuo modo di vedere, visto che siamo tutti uguali, sotto sotto, saremmo tutti cannibali?
Martedì 20 Febbraio 2018, 19:01
Com'è stato fatto notare, questo sistema elettorale può provocare l'annullamento di molte schede dei partiti di destra e sinistra, a tutto vantaggio del Movimento 5 Stelle.
Martedì 20 Febbraio 2018, 18:51
L'ho detto infatti che è difficile parlare oggi di destra e sinistra. E' evidente che quella che viene indicata oggi come sinistra appoggia di fatto il progetto della creazione di un nuovo uomo europeo meticcio senza identità, attuabile mediante una massiccia immigrazione, progetto che sta a cuore ai cosiddetti poteri forti, all'alta finanza e alle multinazionali. E sappiamo che chi si oppone a questo progetto, chi non gradisce che gli stati rinuncino progressivamente alla loro sovranità e i popoli alla loro identità storica e culturale, è definito spregiativamente populista. E non può essere un caso che l'attributo populista sia seguito da razzista e xenofobo, attributi propri della destra storica.
Martedì 20 Febbraio 2018, 15:53
Come sarebbe a dire diverse da noi? Non siamo tutti uguali?
Martedì 20 Febbraio 2018, 15:46
Lo sono sul serio, non per scherzo.
Martedì 20 Febbraio 2018, 14:27
Mentre nelle sedi del PD e nei centri sociali si sa che amano recitare Shakespeare.
Martedì 20 Febbraio 2018, 14:07
Non mi risulta che qualche partito politico invochi l'uomo della provvidenza, neanche a destra. La differenza tra la sinistra e la destra (se di sinistra e di destra si può ancora parlare) sta nel fatto che la sinistra fa il gioco dei plutocrati dell'alta finanza e delle multinazionali, nonché delle mafie, riempiendoci di immigrati, mentre la destra, maggiormente sensibile alle istanze popolari e alla difesa della nostra identità laica e democratica, richiede che vi sia una scrematura, accettando chi ha realmente diritto di essere accolto e respingendo chi invece non ce l'ha.
Martedì 20 Febbraio 2018, 13:32
C'è fame di lavoro. Una cosa è certa, che se tra loro c'è qualcuno preparato e motivato non tarderà a pentirsi di aver partecipato a quei concorsi.
Martedì 20 Febbraio 2018, 13:09
E non dimentichiamo la mafia nigeriana.
Martedì 20 Febbraio 2018, 11:55
Questa volta ti devo dar ragione. Se l'andazzo non cambia succederà proprio così.
Martedì 20 Febbraio 2018, 11:44
E i bengalesi e i cinesi dove li mettiamo?
Martedì 20 Febbraio 2018, 10:49
Le scuole sono diventate delle botteghe, e il cliente ha sempre ragione. Anche se ha torto marcio. Come si pensa di tirar su il livello dell'istruzione se i professori, oltre a essere sottopagati, sono anche privati della loro dignità? Penso che nessun giovane oggi con un minimo di sale in zucca desideri intraprendere il lavoro dell'insegnante, che oltre a essere ben poco gratificante è diventato persino pericoloso.
Lunedì 19 Febbraio 2018, 12:31
Giusto, la Costituzione. Il 4 dicembre 2013 il Porcellum, la legge elettorale che fece salire in carica i parlamentari italiani venne dichiarato incostituzionale dalla Corte costituzionale. Mi chiedo: in virtù di che cosa dei parlamentari eletti con una legge incostituzionale possono fare un'altra legge elettorale? C'è qualcosa che non mi convince.
Domenica 18 Febbraio 2018, 17:24
Gente affidabile i grillini, brava gente, non c'è che dire.
Domenica 18 Febbraio 2018, 16:54
Siamo ormai al quarto governo italiano insediatosi senza elezioni, dunque illegittimo, e ora andremo a votare un altro governo con una legge elettorale illegittima. Credo che in una situazione del genere se uno si rifiuta di pagare le tasse abbia tutte le ragioni di farlo, indipendentemente che sia venetista o meno. E' morale finanziare chi non ci rappresenta e obbedisce anziché al popolo a una cricca di plutocrati? Direi di no. Il punto è che il coltello dalla parte del manico ce l'hanno loro e se non paghi sei fregato.
Domenica 18 Febbraio 2018, 14:00
Se ci mettiamo a parlare di delinquenti, allora bisogna vedere chi è più delinquente dell'altro. Ascoltiamo quanto dice in proposito il generale dei Carabinieri (generale dei Carabinieri, non un Pinco Pallino) Antonio Pappalardo.
Domenica 18 Febbraio 2018, 11:04
Quanti plebisciti vogliamo fare? Roma è come Madrid, non riconoscerà mai un referendum d'indipendenza, non ce lo farà neppure mai fare. Uno l'abbiamo fatto, aggirando furbescamente l'ostacolo, autogestito. E abbiamo visto il risultato clamoroso, con una netta maggioranza di veneti favorevoli alla nascita (anzi rinascita) di una Repubblica Veneta Indipendente e Sovrana. Acqua fresca. Ne abbiamo fatto pure un secondo, questa volta istituzionale, travestito da referendum per l'autonomia, visto che era quello che passava il convento. Stesso risultato, più o meno. Ancora una volta acqua fresca, almeno per ora. Però si tratta di autonomia, non di indipendenza. Il destino è comunque segnato, all'indipendenza si arriverà, ma come e quando è impossibile dirlo. Si spera pacificamente. Se tutti facessero come Maurizio Mascalchin si farebbe presto, ma mettere d'accordo tutti è impossibile.
Sabato 17 Febbraio 2018, 20:44
Salvini può aver sentenziato ciò che vuole ma il popolo è sovrano, e il popolo veneto non rinuncerà mai alla secessione.
Sabato 17 Febbraio 2018, 16:44
A me piuttosto che un gesto encomiabile, di alto significato, pare il comportamento, obtorto collo, conseguente a un dictat dai piani alti: o fai il bonifico o sei fuori. Siccome, una volta espulsi dal movimento, quei ragazzi si sarebbero trovati a girare i pollici, hanno pagato. Non Tutti, qualcuno sperava di farla franca.
Sabato 17 Febbraio 2018, 12:17
Sì il posto. Per quei ragazzi la politica è l'equivalente di un posto di lavoro.
Sabato 17 Febbraio 2018, 12:07
Non era un becher. Anzi a pare che non fosse neppure un luganegher bensì un biavarol. Non vendeva carcasse di animali ma affettati, insaccati nonché formaggi e altri generi alimentari.
Sabato 17 Febbraio 2018, 12:02
A me pare invece che la risposta del Direttore, al quale va tutta la mia stima, sia assolutamente calzante e intellettualmente libera. Personalmente la trovo assolutamente condivisibile. Come lui sono convinto che non esistano partiti o movimenti onesti o disonesti ma singole persone oneste o disoneste. Se il Movimento 5 Stelle ha fatto dell'onestà il suo cavallo di battaglia è mera propaganda politica. Essendo nato come unica alternativa alla casta corrotta, alla quale si sarebbe dovuto sostituire e con la quale non si sarebbe mai dovuto mischiare (ma non mi pare che sia così) non poteva del resto essere altrimenti. L'onestà è una virtù che tutti dovrebbero avere, indipendentemente dal colore politico, ma è presuntuoso, velleitario e sciocco farne una bandiera.
Sabato 17 Febbraio 2018, 10:13
Se i grillini (salvo alcuni) hanno rinunciato a parte del loro stipendio, non l'hanno di certo fatto per onestà o generosità, ma per paura di perdere il posto. Contrariamente ai politici navigati della cosiddetta casta, sono molto più sprovveduti e vulnerabili e dipendono dai dictat dei guru.
Sabato 17 Febbraio 2018, 09:58
Perché divieto anziché obbligo di espatrio? Che senso ha? Non sarebbe meglio mettere lei e tutta la scolaresca con genitori al seguito in un aereo con destinazione Dacca?
Sabato 17 Febbraio 2018, 09:33
Perfetto, così in piazza San Marco arriveranno ogni mattina anche turisti provenienti da Treviso.
Sabato 17 Febbraio 2018, 08:05
Anziché esser bruciati si dovrebbero tradurre in tutte le lingue orientali e africane e paracadutati in Asia e Africa assieme a tonnellate di preservativi e pillole anticoncezionali. Per la salvezza dell'umanità e del pianeta.
Venerdì 16 Febbraio 2018, 21:27
Ha letto le parole della titolare? "Mia figlia non se la sente di proseguire l'attività da sola. Dovrebbe essere aiutata da almeno un dipendente, ma gli introiti ormai non sono tali da permetterci di pagare personale". Come vede il negozio non rendeva miliardi. Vicino hanno aperto una COOP, e a pochi passi c'è pure un supermercato CONAD.
Venerdì 16 Febbraio 2018, 21:14
Qualche commentatore parla di macelleria, l'articolo parla di salumeria, mentre era un biavarol. Cioè vi si vendevano salumi ma anche formaggi e altro. Un altro pezzo di Venezia se n'è andato. Ormai la città è in mano a cinesi, bengalesi e arabi.
Venerdì 16 Febbraio 2018, 14:54
Mi sa che non ha capito quello che ho scritto.