pinopin

Commenti pubblicati:
Mercoledì 20 Giugno 2018, 17:39
@Honi soit qui mal y pense - In Germania, per esempio, il loro 8 per mille e' una tassa a parte, puo' leggere l'articolo: La "tassa sulle religioni" in Germania - Il Post, non una ''distrazione'' di denaro pubblico che dovrebbe essere usato dallo Stato a favore di tutti, come l'istruzione, la salute, la viabilita', la sicurezza e via discorrendo. Chi vuole mantenere preti e cardinali lo faccia con una tassa a parte o con libere donazioni. Ma che cavolate sto scrivendo? Siano in Italia, lo Stato ''dentro il Vaticano''!!!!!
Martedì 19 Giugno 2018, 19:28
Ha perfettamente ragione, se un fatto non e' spiegabile razionalmente intervegono le credenze, le spiegazioni di ''fede'' o . . . delle fedi. Ci sono malati di cancro che si curano con il cosiddetto ''metodo Hamer'' (Ryke Geerd Hamer, radiato dall'ordine dei medici e con arresti in vari Stati dove si era recato per continuare ad esercitare abusivamente la professione ), metodo basato su premesse non scientifiche che ha provocato la morte di diversi pazienti. Su internet puo' trovare diversi articoli. Anche la medicina tradizionale non e' in grado di curare tanti e tanti casi di cancro, ma le scoperte lentamente migliorano l'efficacia delle cure, riducono gli effetti negativi delle stesse e allungano la prospettiva di vita. Quindi, in questi casi, se le leggi lo permettono, ogni malato e' libero di scegliere il metodo Hamer, Di Bella . . .o quelli tradizionali. Ha ragione lei a credere, ho ragione io a non credere a cio' che non e' provato o avere dei dubbi su su cio' che non lo e' completamente. Il discorso per me e' chiuso. Saluti
Lunedì 18 Giugno 2018, 19:29
Io accetto questa ipotesi fatta da altri: nell'Universo esistono altre forme di vita molto ma molto piu' avanzate della nostra. Gli extraterrestri sono arrivati sulla Terra e sono reponsabili dei casi definiti fenomeni paranormali. Lei puo' provare il contrario? Saluti
Lunedì 18 Giugno 2018, 18:53
Ha ragione caro Fiocchi, pero' deve riconoscere che sul sesso le norme della Chiesa sono piuttosto ''rigide e soprattutto strane''. In altri tempi in un commento scrissi che uno dei motivi che mi allontanarono molto presto della confessione fu l'ossessione del prete che, per prima cosa, dopo la domanda di rito: ''da quando non ti confessi?'' e senza aspettare che io iniziassi, mi chiedeva: ''Hai commesso atti impuri? Quanti?'' E via discorrendo. Ad un certo punto mi chiesi: ''Ma a Dio cosa importa se alla mia eta' mi faccio le . . . ?''. Ancora oggi, che certe cose, in linea di massima, le ho lasciate al passato, ogni tanto ''leggendo certi articoli o ascoltando certe notizie'', mi rifaccio quella domanda visto cio' che avviene . . in terra e soprattutto ''in ogni luogo'' con riferimento al sesto comandamento, il cui testo, tra l'altro, e' ben ben diverso da quello che Dio incise sulle tavole di pietra e considerando aqnche che Gesu' non fu mandato dal Padre per ''cambiare''. Saluti
Domenica 17 Giugno 2018, 22:26
Sig. steyr 95, lei ricordera' certamente le parole che Gesù disse durante l’agonia nel Getsemani a Pietro, Giacomo e Giovanni quando li vide sopraffatti dal sonno : ''Vegliate e pregate, per non cadere in tentazione. Lo spirito è pronto, ma la carne è debole''. Ma di fronte alla ''carne'', specie se si hanno sedici anni, sono pochissimi quelli disposti a pregare,ma a vegliare puo' star certo che saranno tantissimi, direi tutti. Questa volta debbo dare pienamente ragione a Binariciuto. Poi crescendo qualcuno preferisce pregare, pero' . . . non sempre. Comunque certe fortune sono piu' uniche che rare: peccato!!!!
Domenica 17 Giugno 2018, 21:39
Legga bene le prime righe del mio precedente commento. In ogni caso lei, all'occorrenza, e' libero di ricorrere all'opera degli sciamani e dei guaritori, come sono liberi i malati cattolici di andare a cercare un miracolo a Lourdes o a Medjugorje o a Loreto dove dimora la Madonna nera. Infine le ricordo che Allan Kardec e' morto il 31-3-1869 e che la Scienza in circa 150 anni ha fatto giganteschi progressi in ogni settore dello scibile umano. Saluti
Domenica 17 Giugno 2018, 17:20
Sig steyr 95 – Anch'io ho una Fede e la mia Chiesa si chiama Scienza. La mia Fede non e' ancora in grado di dare una spiegazione a tutto cio' che percepiamo, ma piu' il tempo passa piu' cose riesce a chiarire. Puo' anche darsi che nel futuro le credenze avallate da Allan Kardec, uno dei pensatori del Cristianesino spiritista e autore di vari testi come ''Il libro degli Spiriti'' e ''Il Vangelo secondo lo Spiritismo'' (che provero' a leggere in formato PDF), siano provate in senso positivo o negativo, ma noi non ci saremo. Quindi lei segua la sua Fede tranquillamente e certamante trovara' in essa un ottimo appagamento interiore. Io preferisco restare con le mie certezze e i miei dubbi e non dare mai ascolto, per esempio, a cio' che scrisse Pascal nella sua ''famosa scommessa''. Saluti
Domenica 17 Giugno 2018, 14:02
Fiocchi – Lei continua a parlare delle coppie gay. A me il problema non interessa minimamante: c'e' una legge che regola quel tipo di unioni e quelli che sono contrari possono sempre raccogliere le firme per un referendum abbrogativo. Visto pero' che voi cattolici siete tanto ligi a cio' che e' scritto e interpretato piu' e piu' volte, non si sa bene da chi e quando, allora io le ricordo che in quei libri ci sono dei passi che condannano la pedofilia e che la sua chiesa si comporta come niente fosse nonostante i continui fatti di cronaca che dimostrano che il fenomeno e' diffuso un ogni Stato dove essa opera. Le cito un recentissimo articolo di Manuela Gatti dal titolo: ''USA, in arrivo maxi rapporto su centinaia di preti pedofili'', questa volta si tratta della Pennsylvania. Se volete fare la morale agli altri, fate prima un approfondito esame di coscienza in casa vostra. Saluti
Sabato 16 Giugno 2018, 23:08
Ho letto con molto interesse la sua risposta, ma debbo dirle che pur essendo a conoscenza del pensiero tibetano e anche ritenendolo accettabile, non riesco a condividerlo. Lei per esempio scrive: ''Il pensiero viene assorbito piano piano *in un feto in concepimento fino all'assorbimento totale dovuto alla sua nascita*''. Ne deduco che solo pochi nuovi nati avranno il piacere di ospitare un ''proprio'' pesonale spitito e questo non mi sembra logico e neanche giusto. In ogni caso cerchero' di approfondire l'argomento, ma io sono del parere che cio' che lei chiama spirito non sia altro che il ''lavoro'' di uno dei diversi organi del corpo, unamo o animale che sia, il ''cervello'', origine dei pensieri, dei sentimenti, delle senzazioni, dell'intelligenza ecc. ecc. e penso che con la morte del cervello tutto muore con lui. Saluti
Sabato 16 Giugno 2018, 22:30
Sig. Fiocchi, lei ha preso in consideazione solo l'ipotesi 1a e ha trascurato la 1b, la 2 e la 3 e fa riferinento alle ''unioni di fatto'' delle coppie gay cui la legge italiana riconosce diritti minori rispetto a quelle ''sposate'' formate da un uomo ed una donna, argomento che io non ho assolutamento preso inconsiderazione. Il Papa, come anche un qualunque prete, parla senpre di Dio come se lo comoscesse personalmente, e non puo' che essere cosi': o si crede alle cosidette Sacre scritture o no. Inoltre esistono anche i dogmi che presuppongono che coloro che li hanno stabiliti dovevano essere, come minimo, in collegamento telepatico con Dio e di questo pare che il buon filosofo San Tommaso d'Aquino non ne fosse stato informato. Questo Papa, di cui non condivido diverse sue posizioni, secondo me, vorrebbe che la Chiesa si adeguasse, teologicamente parlando, un po' ai tempi odierni, ma trova molte resistenze soprattutto su certe sue ''aperture''. Pero' mi viene in mente anche Papa Luciani e la sua tragica dipartita e oltre non vado. Saluti.
Sabato 16 Giugno 2018, 16:43
Sono sostanzialmente d'accordo con lei e il Papa, ma non completamente. Un uomo e una donna sposati solo civilmente formano una famiglia a immagine di Dio? Se una coppia, dopo in matrimonio, non risulta in grado di procreare (o si rifiuta di procreare), secondo lei, si tratta ancora di una famiglia a immagine di Dio? Nel caso di una ragazza madre cattolica con i figli rigorosamente battezzati, secondo lei, siamo ancora in presenza di una famiglia a immagine di Dio? Saluti
Sabato 16 Giugno 2018, 16:20
Lei e' fenomenale: scrive che la finanza non e' il mio forte, ma non dice niente per dimostrarlo. Se vuole io le posso citare decine e decine di articoli che affrontano il grave problema ''finanziario'' (e non solo quello) che questa incontrollata invasione sta causando al popolo italiano. Lei, ''probabilmente'', da buon catto-comunista la pensa diversamente ed e' pienamente libero di farlo, ma dopo aver dato dell'incompetente a qualcuno deve anche dire il o i perche', in modo che si possa instaurare in contraddittorio. Questo si chiama DEMOCRAZIA. Mi stia bene.
Sabato 16 Giugno 2018, 16:03
Anch'io vorrei poter credere nell'esistenza e nell'immortalita' dello spirito solo perche' avrei la gioia di rincotrare e riumirmi a quello della mia adorata meta', ma non vorrei che i nostri presunti spiriti si reincarnassero in altri corpi. Io leggo le cosidette sacre scritture solo per potere essere in grado di ribattere a coloro che cercano di imporre a credenti e ''non'' i loro presunti principi irrinunciabili e le loro presunte verita' indiscutibili, anche con la complicita' di determinate forze politiche, e che nello stesso tempo ne fanno di cotte e di crude alla faccia delle loro presunte sacre scritture. In ogni caso concordo su quanto dice nella seconda parte del suo commento. Saluti.
Venerdì 15 Giugno 2018, 16:33
Io, da ateo, tanti anni fa mi sono confrontato con i TdG, in particolare con un rappresentate venuto a Venezia per una confererenza. Ci siamo incontrati diverse volte confrontandoci sulla Bibia e i Vangeli in particolare, e prima di partire il gradito ospite e' venuto a ringraziarmi per una mia osservazione (che avevo letto in altro testo) relativa al secondo miracolo dei pani e dei pesci che, stranamente, come si legge sui Vangeli, desto' la meraviglia dei discepoli che gia' avevano assistito al primo miracolo. Il chiarimento che gli riferii lo aveva usato con successo alla conferenza. Io mi confronto sempre sugli argomenti della fede e cerco sempre di tenere alto il vessillo della non credenza in un presunto Creatore. Saluti
Giovedì 14 Giugno 2018, 11:21
Dopo aver letto questa straordinaria notizia, chiedo se ci sono dati suddivisi per ciascuna religione. Appena ne verro' a conoscenza mi convertito' a quella credenza che allulga di piu' la vita e faro' di tutto per essere accolto tra i suoi fedeli: voglio vivere il piu' a lungo possibile, spero per l'eternita,' ma solo se in buona salute e con tutti i conforti possibili!!!!
Giovedì 14 Giugno 2018, 11:07
@#gazzettino160783-Nessun errore di calcolo. L'errore e' stato quello di aver lasciato scritto 933 invece di cambiarlo con 932 nel testo scritto relativo al calcolo fatto con il 933, per distrazione ho cambiato solo il risultato finale dopo aver sentito il video e rifatto i calcoli con la calcolatrice. In ogni caso mi iscrivero' ad un corso di recupero. Saluti
Mercoledì 13 Giugno 2018, 17:28
Quando ci costeranno? L'articolo parla di 937 migranti di cui due deceduti, il video di 932. Prendo per buna la cifra minore. 933x35x365=11.906.300 EURO l'anno, e saranno pochi i fortunati italiani che ne avranno il vero profitto, saranno molto di piu' gli italiani che, (probabilmente, forse, non sono sicuro, spero di no . . .), subiranno qualche conseguenza negativa. Dalla foto sembrano tutti giovani e forti. Quando avranno dato agli scafisti per poter ''migrare''? In ogni caso faccio le condogliaze alla famiglie dei due deceduti.
Lunedì 11 Giugno 2018, 16:10
Forza Salvini, sei l'ultima spreranza: rimandanda a casa tutti quelli che non hanno niente a che fare con le tante presunte guerre, vicine e lontane che siano. Inoltre se sono giovani perche' invece di andare a conbattere per il proprio Paese fuggono da vigliacchi?
Lunedì 11 Giugno 2018, 15:53
Il Papa e i suoi sottoposti invocano l'accoglienza ma non nei loro momasteri o nei loro''resort'' per turisti, non utilizzano l'otto per mille che per oltre il 75 per cento non viene destinato alle opere caricatevoli, non fanno ricorso al patrimio in immobili, in denaro sonante e alle enormi giacenze aure per aiutare i migranti, non si preoccupano di tutti gli spacciatori, dei ladri e . . . via diceno che arrivano da tutto il mondo per farsi mantene e che aborrono cercare un onesto lavoro preferendo trarre profitti commettendo reati e facendo affidamento sulla misericordia divina e sulle buoniste leggi di questo paese chiamato Italia. Allora mi chiedo: a chi si riferiva Mt 25,31-46? A tutti o solo alle pecorelle?
Venerdì 1 Giugno 2018, 16:40
Sara' pure causa del Diavolo, ma resta il fatto che Dio sta a guardare e lascia fare. Siamo messi proprio ''bene''!!!!!
Martedì 29 Maggio 2018, 16:00
Lei afferma: ''Dove c'e' la cultura cristiana il problema e' semmai l'opposto....con un pericolosissimo processo di denatalita' ''. Due sono le cose: 1) quei cattolici praticano poco sesso e al suo posto pregano; 2) contravvengono ai precetti della Chiesa e usano alla grande i mezzi di contraccezione. I problemi di denatalita' sono dovuti a fattori che con la religione hanno poco a che fare, anzi sono le famiglie cattoliche a fare piu' figli. Le faccio notare che nella mia risposta non ho detto una parola sull'aborto se non che la legge lo consente ed ora aggiungo che obiettori o non obiettori la legge deve essere rispetata. In Cina ''a partire dagli anni ottanta il controllo statale fu leggermente ridotto e, nel 1984 fu concessa maggiore flessibilità a livello provinciale sulla possibilità di avere due figli. Negli anni novanta si stabilizzarono le varie politiche. Gli ufficiali che lavoravano per la pianificazione familiare erano trecentomila ai quali si affiancavano centinaia di migliaia di volontari o quadri, membri del partito. ''Furono incentivati i *metodi contraccettivi per frenare il ricorso all'aborto ''indotto''* . . . .'' (Da Wikipedia). La Chiesa prenda esempio dalla Cina: gli aborti si controllano evitando le nascite ''non volute o non consentite'' con il massiccio ricorso ai metodi contraccettivi. Saluti.
Lunedì 28 Maggio 2018, 15:28
Caro Fiocchi, lei puo' dire quello che vuole, ma l'aborto in Italia ed ora anche nella cattolicissima Irlanda e' un diritto previsto dalla legge. In questo mondo soprappopolato il fatto che milioni di bambini muoiono di fame e malattie dovrebbe indurre tutti gli Stati a cercare di favorire, e in certi casi a imporre, la riproduzione ''responsabile''. La sua Chiesa, secondo me, ha una grossa, grossissima responsabilita' quando ''pretende'' che ogni rapporto sessuale debba essere aperto alla fecondazione e quindi vieta l'uso, non solo dei vari tipi di pillole anticoncezionali, ma perfino l'uso del profilattico e . . . il salto della quaglia o coito interrotto (metodo tral'altro molto poco sicuro). Per me, quindi, la Chiesa e' la prima responsabile se nel mondo si ricorre all'aborto. Io penso inoltre che se gli aiuti unanitari a certi Paesi prevedessero l'invio, oltre che di cibo e medicine, anche di abbondanti scorte di anticocezionali, le sorti di quei Paesi migliorerebbero di molto, anzi di piu'. La scelta di avere figli senza se e senza ma non puo' essere imposta, come non puo' essere imposta la castita' per non averli. Saluti.
Lunedì 28 Maggio 2018, 14:28
@mistolino. Si sbaglia, io e Fiocchi siamo su due versanti opposti e da anni, dico anni confrontiamo le nostre idee anche se ognuno alla fine rimane con le proprie, ma in ogni caso io rispetto le sue ed egli le mie. Saluti.
Lunedì 28 Maggio 2018, 12:32
Bene, pieghiamo la testa alla Germania. Non mi risulta che l'Italia abbia il ''potere'' di fare altrettanto, cioe' interferire sulle persone che debbono costituire i governi di altri Stati. Oltre che in chiesa gli italiani si debbono inginocchiare e piegare la testa in altri ''luogi'' e credere in altri ''dei''. Sono schifato. Quanti soldi buttati al vento per inutili votazioni, e poi mi vengono a parlare di volontà del popolo ''sovrano''!!!!.
Lunedì 28 Maggio 2018, 11:16
@Fiocchi - Caro Fiocchi, io, come lei, non penso affatto che l'equazione prete =pedofilo sia corretta. Quello che io trovo inaccettabile sono le inutili richieste di ''perdono'' del Papa e altri per i peccati di pedofilia commessi da ''alcuni'' parroci e prelati, anche di alto rango, e soprattutto il fatto che la Chiesa (i vescovi per primi) normalmente protegge i ''pochi'' preti pedofili non denunciando i misfatti di cui e' venuta a conoscenza alle autorita' dello Stato, ma si limita a ''punirli'' spostandoli ad altra sede, a volte con compiti che hanno ancora a che fare con minori (ho centiaia di articoli sull'argomento). Saluti.
Domenica 27 Maggio 2018, 22:15
Caro Fiocchi, io, come lei, non penso affatto che l'equazione prete =pedofilo sia corretta. Quello che io trovo inaccettabile sono le inutili richieste di ''perdono'' del Papa e altri per i peccati di pedofilia commessi da ''alcuni'' parroci e prelati, anche di alto rango, e soprattutto il fatto che la Chiesa (i vescovi per primi) normalmente protegge i ''pochi'' preti pedofili non denunciando i misfatti di cui e' venuta a conoscenza alle autorita' dello Stato, ma si limita a ''punirli'' spostandoli ad altra sede, a volte con compiti che hanno ancora a che fare con minori (ho centiaia di articoli sull'argomento). Saluti.
Domenica 27 Maggio 2018, 21:52
@mistolino. I soldi dell'otto per mille non sono una tassa sulla fede, ma soldi che lo Stato toglie dalle tasse pagate e che potrebbe destinare ad ''opere pubbliche'' invece che pagare delllo stipendio ai parroci, per esempio. Pensi alla storia degli insegnanti di religione, agli stipendi dei cappellani militari, alle spese per restaurare chiese e . . . mi fermo qui, pero,' ripeto, spetta al fedele finanziare la fede con una tassa a parte, oppure permettere ai non credenti di destinare l'otto per mille, per esempio, ad associazioni laicistiche come l'UAAR. Saluti.
Sabato 26 Maggio 2018, 17:45
@ mistolino. A dirla tutta questo Papa ha fatto anche della aperture ai divorziati, senza naturalnente approvare il divorzio. Io sono ateo, sposato (il divorzio me lo ha imposto il Dio dei credenti, facendo ammalare e morire la mia meta') con figli e nipoti e di quello che la Chiesa afferma su cosa e' giusto fare o non fare ''per i suoi seguaci'' non mi importa un fico secco. Cio' che non sopporto e l'imposizione dei suoi ''valori e principi irrinunciabili'' a chi credente in essi non e'. Un solo esempio tra tanti: la sacralita' della vita sin dal momento del concepimento e di tutto cio' che da essa discende, come per esempio il divieto ad una morte dignitosa, al poter ricorrere all'Eutanasia. Io ogni anno mi trovo in difficolta' nel decidere a chi lasciare il mio otto per mille, dato che lo Stato, il mio Stato che si dichiara laico e' il primo a foraggiare la Chiesa cattolica con una legge assurda: in altri Paesi, per es. la Germania, i credenti se vogliono finanziare la propria Chiesa debbono pagare una tassa a parte. Sull'argomento potrei andare avanti per ore. Saluti.
Sabato 26 Maggio 2018, 15:25
Ho molto spesso criticato questo Papa, ma gli devo dare perfettamente ragione quando afferma: ''. . . ma se la coppia e' infelice e' meglio una separazione''. Si badi bene che Egli, . . . da cattolico praticante, non ha accennato minimamente al divorzio (su questo posso pure capirlo, anche se io la penso diversamente).
Giovedì 24 Maggio 2018, 18:22
Mi sembra una forma di minaccia da parte di un appartenente ad uno Stato estero che l'Italia ospita e foraggia, Stato che finora ha spesso occultato e chiuso gli occhi su tante cose ''poco chiare, discutibili e perfino condannabili moralmente e penalmente'' dalla Giustizia italiana. Spero anche che il nuovo Governo ''vigilera' su quello che farà l'esecutivo della Santa Sede e sara' la coscienza 
critica verificando se i principi irrinunciabili di questo Stato Straniero sono rispettosi della Costituzione e soprattutto del volere della maggioranza del Popolo Italiano''. Il presidente della Cei incominci a far rispettare i propri i principi irrinunciabili al suo ''gregge'' e a coloro che seguono le idee del buon Pastore. L'Italia non e' uno Stato confessionale, e' un Paese democratico indipendente e non una Colonia di una monarchia assoluta.