RedFoxy
1 Gennaio 1918

Commenti pubblicati:
Lunedì 21 Maggio 2018, 20:33
Si Zip ma ancora non ho capito a chi ti riferisci e in quale passaggio.
Lunedì 21 Maggio 2018, 17:51
Umanamente spiace per questo ragazzo,non è messo bene e ha diritto ad avere la sua famiglia accanto. Se fosse un delinquente cambierebbe tutto ma sembra proprio non esserlo e ha diritti non in quanto italiano e integrato o altro, ma in quanto essere umano. Contesto invece chi si prende la briga di muoversi sempre per lo straniero, o presunto tale, perchè le difficoltà anche di ordine burocratico dell'italiano sono invece, per le istituzioni, fonte di guadagno. Il cittadino che ha bisogno di esenzioni o di documenti o di richieste deve rimpallare fra caaf, asl, comune, di nuovo caaf , poi distretto, di nuovo comune e dimostrare di essere alla fame e di non avere nessuno che lo accolga e di essere malato in modo serio per avere...già.Per avere cosa? Queste sono considerazioni non in linea con l'umanità che vogliono noi si abbia, ma se si occupassero anche di chi li mantiene non sarebbe male.Sinceri auguri al ragazzo, che ce la possa fare.
Lunedì 21 Maggio 2018, 12:58
Scusa zip non capisco se ti stai riferendo a me e a cosa in particolare, puoi spiegarmi per favore?
Domenica 20 Maggio 2018, 22:50
No mistolino quando scrivo che si è perso di vista il punto io generalizzavo,mica riferito a lei in particolare. Io penso una cosa che forse può racchiudere un po'il tutto, ossia, la miglior condizione nella quale venir concepiti è con la sorpresa. Davvero. Ci pensi, chi vuole un figlio per l'età, chi per lo status, chi appunto per gli alimenti, chi per incastrare,chi per altre mille ragioni che a sentir loro son tutte validissime ma, secondo me, nemmeno una nobile al punto da meritare un bambino. Ha ragione nel dire che tutto deve essere "pronto" prima (riassumo) ma mi permetto di dirle che se anche capita quando non è tutto pronto va benissimo sempre. L'unica cosa che dovrebbe coinvolgere tutti è opporsi alla strumentalizzazione dei bambini. Io non sono affatto contraria alle unioni gay, mai stata e mai lo sarò. Ma non sopporto due cose: 1-che ridicolizzino se stessi con spettacolini tipo gay pride e 2- che cerchino addozioni o gravidanze in affitto per dimostrare che loro possono. Non lo sopporto. L'omosessuale che io rispetto è quello che non sventola la sua omosessualità perchè è affar suo, come cosa faccio io è affar mio. Ma le caricature rovinano la causa, ammettiamolo. E se ls vuole tutta, purtroppo, non ho ancora visto una sola categoria di adulto esente per antonomasia alla violenza sui bambini. Che siano gli stessi genitori, i professori, baby sitter, medici, preti...nessuno si salva. Dovremmo sputare su tutti indistamente.
Domenica 20 Maggio 2018, 17:06
@mistolino penso che, tutti indistintamente, abbiano perso di vista l'unico valore importante, il bambino. Tutti presi nella personale lotta a dimostrare che si può e si deve, ci si è scordati che un bambino non è un patentino a riconoscimento di uno status. Allora si sente dire che un figlio è dovuto quando si sta insieme, meglio se sposati ovvio, o che un figlio si può anche se coppia gay, che i gay hanno diritto come tutti o che un figlio per una donna a 55 anni è cosa bellissima che parla della tua fertilità ma che se lo cerchi com un utero in affitto va benissimo lo stesso, perché è tuo diritto sentirti madre, o padre. E io mi chiedo allora quali siano i diritti di un bambino e non mi si risponda "amore" perchè l'amore si manifesta dove io scelgo contro me per te. E fare un figlio a 60 anni è amore o esibizionismo? Farlo affittando uteri o comperando ovuli o sperma è amore vero il bambino o verso l'immagine che vuoi trasmettere di te stesso agli altri? E farlo perchè sei sposato o perchè ti garantisce gli assegni alimentari è per il bene del bambino o tuo? Questi dell'articolo, sono meno genitori di una coppia gay che si sono comperati un bambino, che a loro volta sono meno genitori di chi rinuncia ad averne in certe determinante grosse situazioni. Il punto è il bambino, non a cosa mi serve per dimostrare al mondo chissà cosa.
Domenica 20 Maggio 2018, 13:07
Penso che certe nefandezze le avrebbero commesse anche se fossero rimasti single o si fossero scoperti omosessuali. Marcio ci nasci, non ci dive ti in base all'orientamento sessuale e se ti sposi in chiesa da marcio, tale rimani, così come se fai outing e sei nato marcio, tale rimani. Non sposta l'asse del discorso e ritenere migliore una categoria o un'unione significa abbassare la guardia su tutte le altre.
Sabato 19 Maggio 2018, 19:55
Troppo facile acquistare queste sostanze, bisognerebbe cominciare a regolare la vendita con la registrazione dei documenti di chi acquista e la segnalazione in questura.
Giovedì 17 Maggio 2018, 10:43
Perché maltrattamenti in famiglia e non, piuttosto, abuso di minore? Se nella sua terra questo è concesso ma qui un matrimonio con minore non lo è, perché sorvolare sull'abuso e la violenza sessuale compiuta su minori? O lo sottoponiamo al giudizio secondo la legge italiana in toto o stiamo solo cianciando.
Giovedì 17 Maggio 2018, 09:28
L'unica beffa a mio parere è metterci il tempo di 5 sedute prima di realizzare. A seno nudo e slip abbassati ci si chiede "ma chissà che razza di massaggio sarà mai...". Ok.
Mercoledì 16 Maggio 2018, 12:47
Ci rinuncio.
Mercoledì 16 Maggio 2018, 11:50
Scusate, non che non mi interessi l'articolo sia chiaro ma mi stavo chiedendo che fine avesse fatto quel sedicente mediatore culturale secondo il quale alla donna dopo i primi minutini piace lo stupro. Sapete dirmi qualcosa? Condannato? Rimpatriato? Gli hanno forse dato una laurea in medicina con specializzazione in ginecologia?
Mercoledì 16 Maggio 2018, 09:12
Adelmo non si preoccupi di spiegarmi. Mi pare ovvio che lei può pensare e sostenere qualsiasi cosa decida, per me è uguale.
Martedì 15 Maggio 2018, 17:59
Ciao Fiocchi, ti dico la verità,per mia impostazione, quelle volte in cui mi è capitato di insegnare qualcosa a qualcuno io ripeto sempre la stessa cosa "fate in modo di non imparare a vostre spese. E meno ancora a quelle altrui". Non sono d'accordo con lo scritto di Adelmo Adelmi ma non mi piace pensare che uno debba capire pagando troppo. Perciò, se crede, può tenersi il suo pensiero, per me non ci son problemi. Ciao!
Martedì 15 Maggio 2018, 17:55
Adelmo Adelmi, mi scusi. Non credo affatto Lei abbia capito cosa stesse dicendo l'utente perchè ha affermato che, se fosse stato per lui...ecc ecc. Quindi deduco non avesse proprio capito. Detto ciò rimane che forse la storia è stata tinta di eroismo e i bambini non erano sotto tiro, ergo aprire il fuoco verso chi sta manifestando l'intenzione di sparare è lecito. Giusto. Doveroso. Iera ora. Ma se davvero i bambini fossero stati sotto tiro quest'agente avrebbe dovuto ricevere una serie di calci nel didietro perchè agendo in questo modo ha alzato l'asticella. Era una rapina Adelmo e se hai un ostaggio, specie se minore, tu non puoi esacerbare la situazione. Fai fuoco solo ed esclusivamente se gli ostaggi sono fuori dalla linea di tiro dell'aggressore. Diversamente, se sei addestrata e non una mamma in panico giustificato, la responsabilità se ci fossero vittime è tutta tua. Era una rapina, non un sequestro di persona sventato, né un abuso di minori né un'aggressione con armi bianche. Per intenderci, se l'aggressore trattenesse a sé con un coltello o un'arma puntata un bambino non è pensabile fare fuoco, mai. Prima metti in salvo e poi...Ha ragione, se lo avessero fermato prima non avrebbe puntato la pistola, giusto. Ma non era quello lo scenario adatto per dargli una lezione, non a scapito di ostaggi. Se erano davvero tali, perchè io lo dubito a dirla tutta.
Martedì 15 Maggio 2018, 16:36
Temo lei non abbia capito, o finga di non capire. Anche solo nel ricevere un colpo può partire a sua volta un colpo all'aggressore. Se questi avesse avuto la pistola puntata contro i bambini, la possibilità che il colpo partisse era altissima, pari all'85% nello studio comparato con trattative verificate in scenari diversi. Ora, le cose sono due: l'agente in borghese aveva ragionevoli motivi per stabilire che non avrebbe messo in pericolo i piccoli e ha agito con determinazione e sangue freddo. Oppure ha agito d'istinto senza badare a conseguenze e questo nelle trattative indipendetemente dalla loro duranta (secondi, ore giorni non conta) non si fa. Mai. Acqua esprimeva il ragionevole dubbio chiedendosi se sotto tiro fossero stati i figli della donna come avrebbe agito.
Martedì 15 Maggio 2018, 12:04
Verosimile. Quel che è certo che piace vincere facile in certe occasioni. Nonostante tutto.
Martedì 15 Maggio 2018, 09:30
Ricordo che la Signora Regeni lamentava una strumentalizzazione a carico di un esponente che volle rendere omaggio al figlio. Era del partito sbagliato quell'esponente, la Boldrini invece perorerà la causa senza dubbio, infatti se fosse per lei accoglierebbe in Italia anche i mandanti dell'assassinio Regeni ma... non è strumentalizzazione. È banale comunismo.
Martedì 15 Maggio 2018, 09:17
La finanziaria 2006 aboliva il compenso per i docenti in uscita. In realtà ogni istituto stabilisce in consiglio come comportarsi tenendo conto dei fondi a disposizione. Dovrebbe contattare la dirigenza di quell'istituto e scoprire se loro hanno fondi per le uscite. Se ne avessero scoprirebbe se quei docenti sono davvero pazzi,come sostiene lei,o interessati, come sospetto io.
Sabato 12 Maggio 2018, 09:24
A rendere gli insegnanti degli "spettatori" in questi casi sono stati i genitori degli ultimi decenni. Hanno messo in discussione su tutta la linea sia autorità che autorevolezza dei docenti, non calcolando che sono quelle sentinelle la cui figura arriva immediatamente dopo a quella famigliare. È anche vero che alcuni insegnanti hanno ampiamente approfittato del loro ruolo istituzionale sfogando frustrazioni e commettendo consapevolmente ingiustizie assurde. Ciò non toglie, però, che anche in presenza di docenti professionisti i genitori hanno mostrato ai loro figli una pericolosa via d'uscita alle responsabilità sia oggettive che inerenti al comportamento. La critica verso i docenti, il loro lavoro, i loro metodi (anche quando educativi intendo), i rimproveri, i castighi arrivando a contestare la quantità di lavoro che assegnano, ha concesso ai figli di ritenerli poco più che baby sitter al soldo di mamy e papy. Non vale ora lamentarsi se ieri avete detto ai vostri bambini che il professore è un imbecille o la maestra una frustrata. In casi come quello riportato dall'articolo non hanno potere per intervenire in modo incisivo, se non con i discorsetti blandi e politicamente corretti perché questo è ciò che avete costruito voi e il vostro permissivismo verso i tatini che avete messo al mondo. La soluzione non è nemmeno una denuncia, a meno che non crediate sul serio che il questore chiami il bamboccio e lo fustighi a sua volta. Rimane una soluzione: andare alla fonte senza ulteriori perdite di tempo. Far comprendere a mamy e papy dell'imbranatino che tutto ciò che il loro pupo fa al vostro, voi lo farete a loro. Con la maggiorazione data dall'età. Generalmente funziona.
Venerdì 11 Maggio 2018, 20:08
E magari è proprio così. Io sospetto però che siano stati 47 anni così. Più di quanto abbia trascorso io in questa terra, allucinante vivere così. Che triste.
Venerdì 11 Maggio 2018, 20:04
Mi conceda di rincarare Franco; mi spiace dirlo ma ritengo che l'eco della lettera della Signora lo si debba, in questo caso, proprio solo al Gazzettino. La Signora scrisse e si rivolse all'URP, si legge, avrebbe anche potuto rivolgersi al Tribunale per i diritti dell'ammalato. Avrebbe concluso ben poco e solo dopo anni. Portando a conoscenza del fatto invece si son mossi e contriti rispondono ciò che non avrebbero risposto. Spiace ma funziona così.
Venerdì 11 Maggio 2018, 17:06
Questo accade perchè ci si ostina a stare insieme quando non si deve più farlo. Allora se restate insieme per la pensione e per avere "un bicchiere d'acqua al bisogno" cuccatevi la contropartita di un coniuge ottuagenario che vi vorrebbe morto ogni giorno della vostra vita insieme. Alla faccia del matrimonio che è l'unica forma vera di unione, e dell'impegno a vita e dell'assistenza in vecchiaia. Questi si cavavano gli occhi anche dalla fossa. Squallido.
Venerdì 11 Maggio 2018, 16:55
Un abuso non ha tutti i confini che vuol vedere lei. Non ci sono usanze o coordinate che dovrebbero permetterlo in un mondo di uomini e non di mezze seghe. Non basta, lei a soli 13 anni in quel paese che a suo dire li abitua tutti così, lei a 13 anni si è difesa. E lo schifo è che ora intendono uccidere lei.
Venerdì 11 Maggio 2018, 11:14
Incontro fra un giallo e un arancione. E intanto il rosso avanza dall'est e il nero dal sud. Quando gli usa tendono la mano è sinonimo che non sei più di nessun interesse, povero cicciobello, ha terminato i suoi 15 minuti di notorietà.
Giovedì 10 Maggio 2018, 20:52
Avremmo? Perchè. Chi pensi invece di avere? Vedi chi è il comunista fra me e te? Non te ne accorgi nemmeno quando te li siedono in salotto pensa come stai messo
Giovedì 10 Maggio 2018, 20:40
Nossignore. Se firmi non ti rilsciano proprio una mazza se non il documento che attesta le visite che hai eseguito, i consigli che ti sono stati datie i trattamenti cui sei stato sottoposto nel periodo in cui sei stato in ospedale. Quando esci hai la cartina che dice il signor xy rifiuta il ricovero (per esempio) ed e consapevole dei rischi anche letali che questo può comportare. Punto maurizzzio e lei lo sa. Nessun medico ti dice sottovoce cosa fare se hai deciso di portare via un bambino con 40 di febbre perchè NESSUN MEDICO SI ASSUME RESPONSABILITA' che esulino da quelle necessarie e coperte dalle assicurazioni maurizzzio e lei lo sa! Inoltre che continui a battere la strada che se lo son portato via contro il volere dei medici è inutile perchè è una sua ipotesi alla quale contrappongo ciò che è scritto, ovvero, il bambino aveva avuto una terapia da seguire a casa quindi non hanno firmato o non avrebbero avuto la terapia. Inoltre detto fra noi,miss simpatia non avrebbe solo urlato che al telefono c'era la mamy rompi... perche se la sua indole è quella che abbiamo letto ci scommetto quello che non ho che le rispondeva "avete firmato? Bene torni al pronto soccorso e si metta in fila, noi abbiamo chiuso la pratica " sì o no maurizzzio?? Se aveva firmato come insiste lei perchè un medico avrebbe dovuto darle indicazioni addirittura telefoniche?
Giovedì 10 Maggio 2018, 19:51
Certo che è pentito. Ha già potuto fare ciò che voleva fare. Ora può anche pentirsi.
Giovedì 10 Maggio 2018, 18:50
Questo stava giocando a COD. Pensa che gran presidente che twitta una decapitazione del genere eh? E tutti in Iraq pure. Quelli si muovono come un presidente e un vice, non trovandosi cioè mai nello stesso territorio tutti contemporaneamente e loro li hanno beccati tutti insieme. Giocavano a canasta mi sa. Intanto il Belgio lo bypassano olimpicamente però. Provate a dargli uncharted che vediamo cosa twitta domani...
Giovedì 10 Maggio 2018, 18:36
Il bambimo era in osservazione dalla sera prima, dimesso la mattinata stessa. Devo dubitare per forza dei genitori? Perchè maurizzzio un altro articolo mi spiega che colleghi pediatri hanno presonun'emorragia interna per una gastrite in una bambina di 2 anni. Morta. Ora, se la mamma fosse stata la classica apprensiva esagitata dubito fortemente che avrebbe richiesto la dimissione anticipata. Lamprassi è che se firmi non ti danno terapia. Lo sapeva? Sull'articolo c'è scritto che "nonostante la terapia la temperatura è aumentata". Quindi maurizzzio se i genitori avessero firmato NON avrebbero avuto la terapia per il bambino perchè quando firmi tu ti assumi la responsabilità di ogni conseguenza e ti rispondono anche "se ci fossero problemi torni ma deve passare dal ps ancora una volta" dico male?