verdino

Commenti pubblicati:
Giovedì 24 Maggio 2018, 18:12
Bravo, di sicuro il tanto bistrattato e inquinante GASOLIO non provocava l'esplosione .
Lunedì 21 Maggio 2018, 08:05
Firebird 3, sono d'accordo con te, anche per me le pizzerie potrebbero chiudere, possibile che 9 su 10, quando si mangia una pizza, la notte si deve bere il Brenta e stare gonfio come una mongolfiera per tre giorni ???..... C'è qualcosa che non va o sul processo di lavorazione o sulle farine o sulla lievitazione, e sono in tanti a lamentare gli stessi effetti collaterali.
Mercoledì 16 Maggio 2018, 16:15
Solita dinamica.....auto che svolta a sinistra e motociclo che proviene da direzione opposta, tale e quale all' incidente di Domenica scorsa in prov. di Rovigo SS 16 . Da motociclista appassionato ...... lasciamo le nostre moto in garage, troppi autisti distratti in giro, loro al massimo rischiano l'auto, noi rischiamo LA VITA !!!!
Martedì 15 Maggio 2018, 13:48
A quanto sembra, l' Alfa Giulietta stava svoltando dentro al Karma Caffè, classico.......
Lunedì 14 Maggio 2018, 14:48
Sono motociclista appassionato anch'io ho da sempre una moto in garage e non la uso piu' da anni perchè gli automobilisti da un po' di tempo, o meglio da quando esistono i telefonini, sono delle mine vaganti. Sempre pronti a tagliarti la strada per svoltare o per immettersi, oppure li hai ad un metro di distanza dietro alla moto. Non ti ho visto...ma cosa ci fai per strada se non guardi dove vai e dove vanno gli altri.......E comunque vero che anche i motociclisti a volte non fanno un uso corretto del mezzo, purtroppo quando succede sono sempre loro ad aver la peggio.
Lunedì 14 Maggio 2018, 10:26
O forse una macchina svoltava per entrare od uscire da un accesso...come fanno tutti gli automobilisti del resto....salvo poi dire mi dispiace non l'ho visto.
Giovedì 10 Maggio 2018, 16:54
Hai ragione Faraone sono d'accordo con te, i gruppi di ciclisti sono un problema per la normale circolazione stradale se vanno in gruppo, ma è l' unico sistema che hanno per preservarsi. Avevo anch'io la bici da strada, andavo da solo, sono stato investito lungo la provinciale che da Torreglia porta ad Abano Terme, gettato nel fosso e l'investitore non si è neanche fermato.
Giovedì 10 Maggio 2018, 15:04
E dato che siamo in argomento moto, che dire di quelli che sempre sui colli fanno enduro sui sentieri mettendo a rischio la sicurezza di chi li percorre sempre in bici o a piedi ???!!!! ....per non parlare del danno ambientale che provocano scavando solchi profondi sui percorsi che il corpo forestale sistema e pulisce con i soldi dei contribuenti.
Lunedì 23 Aprile 2018, 18:01
9201 veicoli controllati e 81 veicoli sanzionati pari allo 0,9 % ......Dati discutibili, basta mettersi in colonna dalle ore 7,00 alle ore 8.30 del mattino per raggiungere il capoluogo per capire il tipo di auto/euro ci sono in colonna a rendere l'aria irrespirabile. La media auto/euro si innalza notevolmente dopo le ore 9.00.
Mercoledì 18 Aprile 2018, 08:29
Il settore dei preservativi fattura tutto ed è soggetto alle leggi e alla tassazione nazionale, quindi tasse tante......quello delle casse da morto o pompe funebri guadagna soldi a vagonate perchè nessuno vuole la ricevuta per non pagare l'IVA .
Martedì 17 Aprile 2018, 17:18
Con la partita IVA non resta nulla..... vero. Sono imprenditore 30 anni di attivita' 18 dipendenti, due figli plurilaureati plurimasterizzati in economia managment e marketing che lavorano in giro per il mondo, non per me, guadagnano piu' di me. Ho lavorato 30 anni 12 ore al giorno, una settimana di ferie all'anno, per portare l'azienda alle varie certificazioni ed essere al passo con le norme vigenti e affermata nel settore. Miei figli plurilaureati C.S. in senso affettuoso mi danno del cogl..ne, come dargli torto. Quando arrivero' alla pensione, se ci arrivero', sto pensando seriamente di regalare l'azienda ai dipendenti che continuino a farsi lo stipendio, tanto non vale niente. Si perchè in uno stato di economia così vessata, dove alla fine delle imposte non ti rimane che da vivere, secondo il giusto principio economico che un' attivita' vale per cio' che rende , se alla fine non ti resta niente, l'azienda non vale niente.
Martedì 3 Aprile 2018, 09:23
Ghe voria el Doge par metare ordine. Basta fare el confronto tra ea meravegia che i ga fato na volta coi mezzi che i gaveva, e cossa che ea xe' deventada. Xe' fassie parlare o scrivare, provè a viverghe a Venexia co sta baraonda de vandai. Solo quando el meteo ghe da' ea sburianada se riesse a vivere a Venexia.
Venerdì 30 Marzo 2018, 17:46
Il telelaser , ma il distanza di sicurezzalaser noo??? sarebbe molto piu' utile e risparmierebbe tantissimi tamponamenti sulle autostrade , così pure il telefoninolaser o il tabletlaser o il giornalelaser o il smslaser o il watsapplaser altro che controllare la velocita' che ormai non si corre piu'perchè le strade sono sature.
Mercoledì 28 Marzo 2018, 17:33
Idem mio nonno, ragazzo de '99 Cavaliere di Vittorio Veneto, conservo ancora la medaglia, ha fatto il Montello e il Piave fino al definitivo sfondamento delle linee austriache. Non me ne ha mai parlato, quello che i suoi occhi azzurri hanno visto lo hanno segnato per tutta la vita, ogni tanto si fermava a fissare il vuoto con espressione cupa, gli si leggeva in faccia quello che non riusciva a dire e quello che aveva vissuto da ragazzo, solo mia nonna sapeva e con gli occhi rossi anche lei non parlava, se le sono portate nella tomba, mai una parola....Ahh la medaglia al valore, non l'ha mai esposta, l'ha sempre tenuta nel cassetto del como', come a dire : gia' ci penso di mio a quello che ho vissuto, manca anche vedere la medaglia appesa in riquadro.
Mercoledì 28 Marzo 2018, 11:41
Colesterolo colpa del Phas????.......... Cattiva alimentazione, vita sedentaria, niente attivita' sportiva, diciamo la verita', non diamo colpe inutili.
Giovedì 22 Marzo 2018, 14:10
Pfas = Goretex , tessuti tecnici sportivi , tessuti impermeabili , contenitori per tanti prodotti alimentari, pentole , prodotti per la casa pavimenti mobili.... ma di cosa ci lamentiamo ???........ Sono dappertutto e ci lamentiamo se qualche traccia c'è o non c'è nell'acqua .
Venerdì 16 Marzo 2018, 14:13
Perchè i ristoranti, quelli che si fanno chiamare SUSHI .... la ricevuta te la fanno solo se paghi con Bancomat o Carta di Credito. Se paghi contanti non te la fanno, e se gliela chiedi fanno finta di non capire.
Mercoledì 14 Marzo 2018, 14:20
Ehh si .... Ivano è stato proprio un grande. Da produrre biciclette a produrre moto e vincere " 56 Titoli " , a scoprire ed allevare personaggi del calibro di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Max Biaggi, Loris Capirossi, Testuja Harada, Manuel Poggiali e tanti altri, a creare una scuola di squadra corse con Jan Wittheveen, Gigi dall'Igna e staff di ingegneri seconda a nessuno tantomeno ai giapponesi. Solo con il passaggio ai 4T i giapponesi si sono riscattati, col 2T erano sempre ad inseguire nelle piccole cilindrate che sono poi quelle che scoprono i talenti e li trasformano in campioni. Ha dato lavoro ad un migliaio di persone locali, Noale , Scorze', voleva dire Aprilia. Economia reale, basata su numeri reali, le banche non lo hanno sostenuto nel momento di maggior espansione, hanno preferito investire nei "derivati" salvo poi fare i mega buchi che tutti noi italiani stiamo contribuendo a sanare perchè in Italia le banche non possono fallire, L' Aprilia ora è passata sotto la guida di Colaninno e adesso ricorre la parola esuberi esuberi esuberi. Eppure Ivano era un Italiano vero, le sue moto con le grafiche replicavano la bandiera Italiana, il tricolore colorava con una stupenda livrea le moto di serie degli anni '70 - '80. Solo chi come me ha corso e segue e vive le competizioni sportive motociclistiche puo' capire e dare un valore a cio' che Ivano ha fatto e proprio perchè non ha avuto remore a confrontarsi con dei competitors del calibro di Honda, Yamaha e tanti altri e a fargli passare notti insonni . Ha scritto pagine di storia e il suo nome " Ivano Beggio " è scritto su quelle pagine e ci restera' per sempre
Martedì 13 Marzo 2018, 14:54
Ha fatto miracoli negli anni della crescita, all'avanguardia per scelte e imprenditore coraggioso. Quando il mercato il mercato si è trasformato da nazionale a mondiale è stato ancora piu' bravo perchè l'80% dei produtturi nazionali di motocicli ha chiuso, lui ha continuato a produrre e a vincere anche se vessato dalle banche. Fosse nato in un paese che agli imprenditori porta rispetto e considerazione avrebbe avuto sicuramente piu' successo economico, quello delle competizioni no, devi averlo dentro devi averlo nel sangue, scrivo da ex pilota. Grande Ivano, ti siamo grati per tutto quello che hai fatto, riposa in pace , sarai sempre con noi.
Giovedì 8 Marzo 2018, 15:31
Transitano un TIR appresso all'altro, appena uno rallenta, quello che lo segue, distratto , telefonino o altro e boom è fatta. Per non parlare se devi uscire e prendere uno svincolo od un' area di servizio devi mettere la freccia a destra e sperare che ti lascino lo spazio, e questo non è scontato. Ma stessero a distanza di sicurezza no ?????.....
Giovedì 8 Marzo 2018, 10:10
.....Continuate a viaggiare con i TIR uno appresso all' altro, questi sono i risultati. Mantenere la distanza di sicurezzaaaa..... La nebbia non ha colpe .
Venerdì 2 Marzo 2018, 14:41
Santiago Calatrava, un nome una garanzia. La stazione ferroviaria dell'alta velocita'di Reggio Emilia, lunga circa un chilometro si erge maestosa e bellissima parallela e a pochi metri dall'Autostrada A1. Ma altri posti dove fare un'opera da guardare no..??? Andassero a guardare l'incidentalita' della tratta, dal 2008 in avanti, dopo la realizzazione di quest' opera, che la gente che transita in A1 a guardarla zigzagano per un un kilometro. Ma in fondo che colpa ne ha Santiago Calatrava? Ha fatto cio' che gli è stato chiesto ed è stato profumatamente pagato con soldi nostri.
Venerdì 2 Marzo 2018, 14:05
No, ma ha sperperato centinaia di migliaia di euro in prostitute (che gli si sono ritorte contro) viaggi e auto di lusso con soldi di finanziamenti destinati ad altri scopi ben piu' nobili, e ora vuole cavarsela con poco...???!!!! Sicuramente ci riuscira'
Mercoledì 28 Febbraio 2018, 13:25
Girare in citta' ci vogliono occhi a 360' per andare in sicurezza per se per gli altri per i ciclisti e per i pedoni, in extraurbano oltre agli occhi a 360' ci vogliono prudenza e calcolo delle distanze e dei tempi di azione reazione in funzione della maggior velocita', in autostrada ci vogliono le attenzioni di cui sopra aumentate all' ennesima potenza. Questo per dire che mettersi in strada vuol dire mettersi a rischio per se e per gli altri, usiamo le dovute attenzioni nel rispetto delle regole e utilizziamo le strade che sono piu' alla nostra portata. Riconoscere i propri limiti non si subisce un'onta. Tolleranza zero con chi usa le strade per farci le corse. Condoglianze al marito, tanti auguri alla piccoletta.
Martedì 27 Febbraio 2018, 16:15
Non è un'osservazione fuori luogo la tua. In Germania sulla polizza di assicurazione c'è un coefficiente maggiorativo in base al colore del veicolo, colori evidenti come giallo e rosso pagano meno di grigi e neri.
Martedì 27 Febbraio 2018, 14:34
SS16 Adriatica, SS309 Romea, SS53 Postumia, SS47 Valsugana e tante altre ancora sono strade nazionali di grande comunicazione, mettere rotatorie ad ogni incrocio vuol dire snaturare il scopo progettuale. Non sono le strade che sono pericolose, è l'uso che ne facciamo noi utenti che è pericoloso; quando ci mettiamo alla guida dobbiamo farlo con cognizione e quando utilizziamo queste vie di comunicazione dobbiamo farlo con le dovute maggiori attenzioni. Il maggior traffico, le velocita' piu' elevate fanno si che quando succede quel che non deve succedere, avvenga con conseguenze piu' pesanti. Dispiace vedere ste cose, ma se tutti facciamo la nostra parte con responsabilita' si possono evitare. Condoglianze alla famiglia
Lunedì 26 Febbraio 2018, 17:45
Le maledizioni corrosive di chi come me è stato multato sul ponte della liberta' per 1 dico 1 Km/h oltre il limite rilevato dagli autovelox su postazione fissa. Ma i proventi delle sanzioni non dovrebbero essere investiti in sicurezza stradale ????..... non lo dico io , lo dice la legge...
Lunedì 26 Febbraio 2018, 17:38
20 anni e nessuno è mai andato a controllare ??? Si chiama manutenzione, all' estero quando si collauda un' opera si fa il piano di manutenzione che segue l'infrastruttura per tutta la sua durata utile e le risorse vengono messe a bilancio, la manutenzione si sa non porta voti non la nota nessuno, fare nuove opere si, salvo poi lasciarle alla loro naturale obsolescenza. Ogni tanto pero' ci ricordano che le abbiamo trascurate...
Lunedì 26 Febbraio 2018, 17:22
La distanza di sicurezzaaaaa...... nessun TIR la rispettaaa... nessuno controllaaaa...
Lunedì 26 Febbraio 2018, 16:31
20 anni di nebbie saline, sale sulle strade, nessun controllo, anche i materiali, per quanto buoni, non sono eterni, specie in situazioni limite come l' ambiente marino. Serve un mansionario che preveda manutenzioni e verifiche periodiche delle infrastrutture. Quello che manca in Italia è la cultura della manutenzione preventiva programmata, serve proprio a evitare queste cose, all' estero al momento del collaudo viene redatto il piano di manutenzione della infrastruttura per l'intera vita utile della stessa e l'ente gestore, le risorse economiche della manutenzione, le mette a bilancio in un apposito piano di manutenzione programmata. In Italia quando un' opera viene collaudata non la si tocca piu'finchè non mostra evidenti segni di cedimento. Ma si sa la manutenzione non porta voti, il piu' delle volte passa inosservata, meglio fare sempre nuove opere e poi lasciarle alla loro naturale obsolescenza. Pero' ogni tanto ci ricordano che ci sono e sono e che sono state trascurate......