Voltigene

Commenti pubblicati:
Mercoledì 14 Febbraio 2018, 12:36
Il Doge era la suprema magistratura della Repubblica Serenissima, e tale carica non è da intendersi come la semplice attribuzione di un titolo nobiliare, ovvero il duca, che in questo caso non c’entra nulla. Il termine Doge difatti deriva dal “dux” romano che era una figura importante nella gerarchia amministrativa dell’impero, dapprima con poteri solo di comandante militare e di seguito anche con forti poteri governativi. Tale carica la ritroviamo nell’Impero Bizantino e per questo poi anche nella Serenissima. Il Doge era una carica elettiva e non ereditaria e poteva essere fatto decadere. E il Dogado non è mai stato un feudo di proprietà della famiglia del Doge. Non era dunque un principe ma un “primus inter pares” tant’è che la sua figura può essere sintetizzata con questa frase “In Senatu senator, in foro civis, in habitu princeps”, ovvero in Senato è senatore, nel foro è cittadino e nell'abito è principe.
Mercoledì 14 Febbraio 2018, 12:15
La Serenissima Repubblica di Venezia, che si concluse nel 1797 e non nel 1779, era veneta perché fu fondata dai Veneti nel contesto della “Venetia Maritima” che era un territorio dell'impero bizantino inquadrato nell'Esarcato d'Italia e corrispondente alla fascia costiera dell'antica Venetia. Di fatti “Venetia” è un topònimo che ha come minimo 2000 anni di vita. Peccato che “Venetia” non sia il nome della città di Venezia, anche se ci assomiglia, perché “Venetia” è un nome comparso ben prima che esistesse la città lagunare, e definisce invece l'intero territorio pertinente al mondo della civiltà veneta (el canton de i veneti – venetorum angulus - disse in latino il veneto Titus Livius). Se avessimo chiesto al primo Imperatore Romano, Caesar Octavianus Augustus, chi fossero i “venetiani”, ci avrebbe probabilmente detto che sono gli abitanti della regione “Venetia”. La Serenissima era veneta perché tutte le cariche più importanti a Venezia si rifacevano al mito Veneto, perché i Veneti erano ritenuti dagli autori classici essere una popolazione molto antica e quindi degna di superiore rispetto e considerazione (come ha già detto lei i Veneti sono citati da Omero, mentre i Latini od i Romani no, gli Etruschi nemmeno e neppure i Galli). Le famiglie aristocratiche lo sapevano bene, ed il prestigio dei Veneti veniva continuamente evocato anche nelle cariche pubbliche: ecco qui qualche esempio dell'uso aggettivale “Venetus”, cioè “Veneto”, nella Repubblica di Venezia, cioè la Repubblica Veneta: “Senatus Venetus”, “Ducatus Venetus”, “Dux Venetus” (pure sulle monete, es.: Leonardus Lauredanus Dux Venetus), nel “Novissimum Statutorum ac Venetarum Legum Volumen” (rabbreviato in “Novissima Veneta Statuta”). Per fare un altro esempio nel XVII secolo in onore di Bernardino Zendrini, ingegnere idraulico della Repubblica, il Senato Veneto fece erigere un busto definendolo “per nascita Camuno, per meriti Veneto”. E gli esempi potrebbero andare avanti ma per il momento mi fermo qui.
Martedì 13 Febbraio 2018, 23:02
Claudio Pros, perché lei fa riferimento solo alla fonte letteraria nel suo tentativo di spiegare la storia? Quello che ha scritto in merito alla “favolistica-mitografia omerica” è roba vecchia di secoli e risaputa da secoli. Ma adesso siamo nel XXI secolo e ne è passata di acqua sotto i ponti, per fortuna, tant’è che gli studiosi e i ricercatori di tutta Europa sono andati un po’ più in là dei noti poemi epici. Semmai non lo sapesse le faccio presente che si lavora su più fronti, ovvero su fonti letterarie, fonti storiografiche, fonti e reperti archeologici, ricerche linguistiche, antropologiche e anche archeogenetiche. E dal confronto di tutti questi dati e indizi vengono elaborate varie ipotesi, ma nessuno dichiara di avere la verità in mano come fa lei, in barba ai più elementari principi del metodo scientifico. Come fa a dire che i Romani presero a prestito il suffisso “venet” quando gli stessi Veneti dell’Alto Adriatico si autodenominavano, per iscritto, col nome di “Veneti”? Sta dicendo che gli storici Greci e Romani hanno deliberatamente falsificato la storia? Può provarlo?
Martedì 13 Febbraio 2018, 18:13
Che piacere trovarla anche qui Claudio Pros, a disquisire amabilmente e pacatamente di architettura. Insomma lei è in grado di dimostrare a tutti i lettori che nel XVI secolo d.C. in tutto il mondo, tranne che nella Repubblica Veneta, oltre che ville e castelli si costruivano anche edifici di edilizia sociale residenziale per il popolo, ovvero comode abitazioni in Classe A, antisismiche e con il bagno in casa. Dappertutto tranne che dai cattivoni dei veneti. Giusto?
Martedì 13 Febbraio 2018, 18:06
I contenuti sono pubblicamente consultabili nella Delibera del Consiglio Regionale n.155 del 15 novembre 2017 contente la Proposta di legge statale n.43 da trasmettere al Parlamento nazionale, ai sensi dell'articolo 121 della Costituzione. Tale documento è gratuitamente e liberamente scaricabile in formato PDF dalla pagina web del Bur n. 113 del 20 novembre 2017 (Bolletino Ufficiale della Regione Veneto in versione telematica).
Martedì 13 Febbraio 2018, 16:21
Claudio Pros, lei tira in ballo il termine "Venezia Euganea" senza spiegare: 1) chi lo ha inventato; 2) quando è stato inventato; 3) perché è stato inventato. Non vorrà mica costringermi ad argomentare sul nulla spero… Perché finora lei si è limitato a "squadernare" una parola senza definirla e decontestualizzandola da tutto il resto. Guarda caso anche io, tempo permettendo, mi diletto nel smontare le bufale, quindi La saluto cordialmente e attendo Sue nuove.
Martedì 13 Febbraio 2018, 14:31
Il fatto che lei ripeta da tempo una certa cosa non vuol dire che questa sia esatta, anzi è tutta da dimostrare. Mi fa venire in mente un tale che ha un canale YouTube dentro il quale ogni giorno egli carica dei video che fanno da propaganda alla "Teoria della Terra Piatta". Naturalmente nulla di quanto costui dice è dimostrato e plausibile e la frequenza con la quale reitera queste sue "tesi" di certo non influisce sulla veridicità del suo pensiero.
Martedì 13 Febbraio 2018, 13:54
Nell'ambito della ricerca storiografica scientifica non esiste in concetto del "se ne prenda atto". O si è in grado di dimostrare una teoria oppure se ne prenda atto che si tratta di una semplice diceria
Lunedì 12 Febbraio 2018, 20:22
La mia domanda era rivolta a Claudio Pros. Lei è intervenuto con una risposta che poteva benissimo risparmiarsi visto che la si può condensare con il: "Se vuole i dati ufficiali li può trovare senza grandi difficoltà". Secondo io ho fatto una domanda e non ho parlato di schieramenti politici o di "idoli", quindi la cantonata colossale la fa lei a mettermi in bocca cose che non ho mai detto. Complimenti per la correttezza.
Domenica 11 Febbraio 2018, 22:32
Può dimostrarci con dati e numeri ufficiali che la Regione Veneto produce debito pubblico?
Sabato 10 Febbraio 2018, 11:50
Tralasciando i discorsi un tanto al chilo sugli “infiniti spazi siderali” e il regionalismo, che qui non c’entra niente ma sembra essere la sua ossessione, il nocciolo del discorso verte solo su una semplice questione molto pragmatica: qual è l’utilità nell’avere un prestigioso istituto che spende e investe risorse economiche, materiali e umane per formare delle persone che poi se ne vanno in giro per il mondo ad ingrassare altre economie ?
Venerdì 9 Febbraio 2018, 18:16
E' in grado di dimostrare con prove documentate questa sua affermazione?
Giovedì 8 Febbraio 2018, 20:14
Qual è la prova scientifica che dimostra, oltre ogni ragionevole dubbio, che Padova sia "euganea"?
Giovedì 8 Febbraio 2018, 20:12
E' possibile consultare la sua ricerca nella quale, dati alla mano e con stime e proiezioni, lei dimostra che la sanitĂ  in Veneto sarebbe molto ma molto melgio se amministrata dallo Stato?
Giovedì 8 Febbraio 2018, 20:06
Può indicarmi dove reperire lo studio di archeogenetica sugli aplogruppi dell'Alto Adriatico dal quale si evince che i cosiddetti "Euganei" vivono in contemporanea con i Veneti nello stesso territorio?
Giovedì 8 Febbraio 2018, 20:03
Può indicarmi dove reperire i dati che dimostrano che la Regione Veneto genera un "insostenibile" debito pubblico?
Giovedì 8 Febbraio 2018, 20:02
citazione da Claudio Pros: "Nel prestigioso Studium Euganeo, i cervelli non sono in fuga ma seguono le strade del mondo com'è giusto che sia. Questa è una università, non una congrega chiusa… Forgia pensiero e capacità, occore investire sempre più in questo senso." Questo è la corretta e ineccepibile descrizione dei meccanismi che stanno alla base di uno stato del cosiddetto Terzo Mondo: esportare risorse umane e beni materiali e allo stesso tempo importare armi, droga e immondizie varie.
Giovedì 8 Febbraio 2018, 15:01
Quale conoscenza? Quella che fa comodo a lei?
Mercoledì 7 Febbraio 2018, 20:14
Claudio Pros, adesso metto io il dito nella piaga: lei è in grado di spiegare, a chi sta leggendo, qual è la differenza, dal punto di vista scientifico, tra lingua e dialetto? Ha una vaga idea di quali siano i pilastri fondanti che stabiliscono se un idioma può essere ritenuto una lingua oppure no? Glielo chiedo perchè finora lei non è riuscito a spiegare nulla.
Mercoledì 7 Febbraio 2018, 17:37
certo. come quella di coloro che parlano senza cognizione di causa
Mercoledì 7 Febbraio 2018, 11:33
No Claudio Pros, non funziona così. Questo blog è uno spazio pubblico virtuale dove la gente viene a scrivere delle opinioni. Incluso lei che da anni non fa altro che "ripetere a iosa" (parole sue) i soliti slogan senza aver mai dimostrato nulla. E non potrebbe essere altrimenti visto che la vera ricerca e il vero studio vengono fatti in altri contesti nei quali, chi propone delle toerie, si preoccupa anche di dimostrarle e motivarle dal punto di vista logico-scientifico. Che il veneto sia una lingua oppure un dialetto è una questione tecnico-linguistica che può essere dimostrata o smentita a prescindere dal fatto che lei viene qui tutti i giorni a ripetere a macchinetta una sua semplice opinione che non ha alcun fondamento.
Martedì 6 Febbraio 2018, 11:54
Claudio Pros, sarebbe disposto a sostenere le sue tesi storico-linguistiche in un pubblico contraddittorio?
Martedì 2 Gennaio 2018, 01:33
Gentile Doriano, in tutta sincerità io non sarei propenso a parlare di "disputa" tra me e il sig. Pros. Più semplicemente ritengo di trovarmi di fronte ad una persona che pretende di fare una rivoluzione storiografica in un contesto dove già ci sono fatti in abbondanza (e consolidati attraverso i secoli) ed evidenze comprovate e concatenate tra di loro. Nessuno vieta al sig. Claudio Pros di riscrivere la storia fermo restando che l'onere e il dovere della dimostrazione spettano a lui. E, con tutto il rispetto, non mi pare che il forum del Gazzettino sia il luogo più adatto per fare studio, ricerca e divulgazione scientifica. A meno che non ci si voglia limitare ai proseliti e alla propaganda. Se poi andiamo a valutare il caso di Padova i fatti dimostrano che è stata, ed è, una città autenticamente veneta a prescindere dalla vicende della Serenissima. Padova è stata città della Repubblica Veneta per “soli” 392 anni, ma in un periodo antecedente di parecchi secoli (a partire dall'Età del Bronzo) è stata un centro di primaria importanza per la Civiltà Veneta. Se Venezia è stata fondata dai Veneti, allora tutti i Veneti sono veneti a prescindere dalle vicende, comunque gloriose e importanti, della Serenissima.
Lunedì 1 Gennaio 2018, 17:12
Claudio Pros, lei pensa seriamente che io, o altri lettori, possiamo prendere per buona una risposta del genere volutamente lacunosa e imprecisa? Lei pensa che io possa prendere seriamente il suo tentativo di fare scienza e ricerca "al contrario"?. La sua tecnica di far finta di spiegare tutto dicendo praticamente nulla? Per caritĂ , non si preoccupi per la mia memoria. Pensi piuttosto all'onestĂ  intellettuale. Le auguro anch'io un buon 2018.
Domenica 31 Dicembre 2017, 17:00
Che cos'è "l'Euganea"?
Sabato 30 Dicembre 2017, 02:26
sarebbe interessante sapere chi siete, quanti siete e dove siete. E se ricevete finanziamenti pubblici.
Sabato 30 Dicembre 2017, 02:18
E se si fossero chiamate Autovie "Euganee" lei sarebbe venuto qui a commentare?
Sabato 23 Dicembre 2017, 15:33
Claudio Pros, lei può dimostrare scientificamente che "non siamo mai stati "veneti", infatti siamo euganei". E' disponibile a pubblicare le sue ricerche, se non lo ha mai fatto finora, e confrontarsi con il mondo accademico nazionale e internazionale?