Ilpierovante

Commenti pubblicati:
Mercoledì 17 Ottobre 2018, 12:30
Questa purtroppo √® la sinistra attuale in Italia...e si chiedono ancora perch√© non li vota pi√Ļ nessuno.
Domenica 30 Settembre 2018, 16:22
√ą solo uno spot. Provate a farlo, magari ci riuscirete, ma quanto sia agevole lo si capisce dal fatto che chi ha provato a farlo finisce (immagino molto volentieri) in un articolo di giornale. Si pu√≤ fare, ma a che prezzo?? Pagando un'utilitaria come una berlina?? Dovendo programmare un viaggio come se si viaggiasse nel deserto del Sahara?? Bisogna semplicemente capire quale sia lo scopo del viaggio: ognuno di noi viaggia per lavoro, per visitare in luogo, ecc. Se lo scopo del viaggio (come in questo caso) √® il viaggio stesso, beh c'√® pure chi li fa in bicicletta e a piedi. Viaggia da solo, senza bagagli, impiega tre giorni a fare un viaggio che con un'utilitaria diesel si fa in meno di 24 ore...oggettivamente, mi pere proprio che stia involontariamente dimostrando che attualmente fare un viaggio del genere con un'auto elettrica √® un'avventura. Comunque bravo per averla portata a termine (quando arriver√†).
Domenica 23 Settembre 2018, 22:58
Faccia quello che vuole, tanto Pordenone è in Friuli Venezia Giulia...però tra una chiusura di frontiere ed un Veneto autarchico, si dia una ripassatina alla geografia...mica per niente, solo per avere un'idea di chi confina il suo "stato Veneto".
Giovedì 20 Settembre 2018, 14:17
Molta gente che la pensa come lei, al momento in cui il proprio figlio non vaccinato si ammala, non ha gli attributi per prendersi le proprie responsabilità verso la legge e verso la propria coscienza. Quindi, come già successo per svariati casi di meningite, i genitori dichiarano che il proprio figlio era vaccinato, ma poi si scopre he non è così. Giusto??
Mercoledì 19 Settembre 2018, 09:21
La risposta è una per tutte e due le domande: la maggior parte delle persone è cosciente che i vaccini contro l'influenza stagionale (cioè quelli che i medici non si fanno) sono ben diversi ed hanno una finalità ed un campo d'impiego non accomunabile a quelli contro le malattie infettive a cui, non solo i medici (e questo glielo dico per certo) ma molti altre figure professionali vengono normalmente sottoposte poter essere impiegate. Per questo motivo la maggior parte delle persone non si stupisce e non si indigna. Semplicemente perché è in grado di fare un'analisi obiettiva del problema. Ecco, spero di essere stato chiaro, spero che a questo punto il suo "l'appello" sia finito.
Martedì 18 Settembre 2018, 17:39
Guardi, lei mette in relazione cose assolutamente diverse e mi dice di guardare ai fatti?? Mi dice cosa c'entra l'antinfleluenzale che non fanno i medici (e neanche io) con i vaccini di cui si discute in questo articolo?? Nulla!! I medici non lo fanno come non lo fa il resto della popolazione che non ricade in determinate categorie (a cui è solo consigliato). Mi parla di fatti, bene. Mi dice quanti sono stati i morti a causa dei vaccini in quest'anno, o nell'anno passato?? Mi dice quante persone sono morte o rimaste fortemente inabilitate a causa di malattie per cui è previsto il vaccino?? Ecco, questi sono i fatti, non le congetture di qualcuno. Si cerchi i dati e si dia una risposta (per i secondi basta leggere un po' di cronaca). Però la risposta se la deve dare lei, non la deve cercare nell' articolo scritto da tizio, o nell'intervista fatta a Caio. Non pensi a quello che dicono o fanno gli altri, perché poi va a finire che legge o sente solo quello che le fa comodo e lo interpreta come le fa comodo.
Martedì 18 Settembre 2018, 15:59
Non è serio evidentemente
Martedì 18 Settembre 2018, 15:57
E quindi?? I medici non si fanno l'antinfleluenzale ma "I vantaggi delle vaccinazioni contro le malattie infettive e tumorali sopravanzano enormemente gli effetti collaterali". E ripeto, quindi??
Martedì 18 Settembre 2018, 15:22
Vede, rispondere a chi, in questo contesto, prende come esempio la percentuale dei medici che ha effettuato il vaccino per l'influenza stagionale è assolutamente inutile. Provi a rispondersi da solo se ci riesce.
Martedì 18 Settembre 2018, 15:12
Sempre le stesse persone che predicano le stesse sciocchezze. Con l'uso di sigarette o praticando il gioco d'azzardo posso procurare un danno solo a me stesso, quindi sono io l'artefice del mio disagio. Non vaccinando mio figlio, oltre a mettere a repentaglio la sua salute, metto in pericolo anche quella altrui, rendendo il bambino possibile vettore di malattie. Per questo semplice motivo, al fine di preservare il benessere della societ√† intera, √® giusto l'obbligo vaccinale. Ovviamente la linea da intraprendere dovrebbe essere pi√Ļ dura e severa, non come √® ora in Italia dove, per garantirsi i voti di questa o quella parte di elettorato, nessuno √® stato in grado di prendere una decisione vera.
Martedì 18 Settembre 2018, 14:13
Lei segue semplicemente delle favole raccontate ad arte, che purtroppo fanno breccia nella mente di chi non è in grado di ragionare con la propria testa. Semplicissimo
Venerdì 14 Settembre 2018, 21:37
Mi dica, la sua capacità di fare commenti sconclusionati è assolutamente non inerenti l'argomento è locale o di i...portazione?? Mah...chi lo sa
Venerdì 14 Settembre 2018, 12:20
Pensi quello che vuole
Giovedì 13 Settembre 2018, 17:18
Vede, è inutile rispondere a chi non vuole o non sa capire. Ho di meglio da fare nella vita che perdere tempo con individui così. Rimanga felice com'è
Mercoledì 12 Settembre 2018, 21:26
Ok, meglio per tutti. Si ritiri in pace e rifletta seriamente, senza andare a spaccare il capello degli altri...quando invece ha una trave ficcata in un occhio e non se ne accorge.
Mercoledì 12 Settembre 2018, 17:23
La mia risposta non fa acqua. Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, quindi è inutile sforzarsi a farvi capire l'assurdità della vostra posizione no Vax. L'unica speranza è che uno Stato serio vi costringa a fare ciò che è giusto, senza se e senza ma. Lo so che è difficile che questo accada in Italia, ma la speranza è l'ultima a morire. Scrivete assurdità che ogni persona obiettiva e non coinvolta nel vostro meccanismo perverso considererebbe tali, trovate esempi illogici e se qualcuno cerca di farvi ragionare rispondente con altre assurdità, figlie di arroganza e ignoranza. Rispettate la scienza a fasi alterne, solo per quello che vi fa comodo. Parlate di statistiche ma non siete in grado di interpretarle, leggendo solo alcuni dati e non essendo in grado di metterli a sistema (vedasi 15% del vaccino antinfluenzale, mah....). Non prendete in considerazione dati tangibili e inconfutabili ma fate congetture senza un minimo riscontro. Oltre alla supponenza che vi permette di parlare di medicina quando non avete alba di ciò di cui state parlando (e i commenti su questo articolo parlano chiarissimo), è sconcertante la vostra assoluta incapacità di riflettere, il non essere in grado di capire che i vaccini sono il male minore, cioè quello a cui ognuno di noi dovrebbe ambire semplicemente per spirito di sopravvivenza. Eppure le statistiche che permettono di capirlo sono chiarissime, senza bisogno di interpretazioni, alla portata di tutti, anche la vostra. Lettrice61 ha elencato qualche dato ufficiale, se vi informaste in maniera indipendente sareste in grado anche voi di trovarli. La lettura è semplice e anche le conclusioni sono ovvie... non servono imbeccate da qualche santone, basta mettersi con carta e penna e fare due semplicissimi conti. Lo so che l'aritmetica non è il vostro forte, però sarebbe il caso che di provarci, non si sa mai che rinsaviate (sono un positivo per natura).
Mercoledì 12 Settembre 2018, 12:17
La risposta è semplicissima. Con una donazione di midollo, di sangue o di organi io volontariamente posso contribuire a salvare la vita a qualcuno, come lo fa chi fa parte della protezione civile, o del soccorso alpino; ovviamente nessuno può impormelo, è la mia coscienza unita alle mie conoscenze che può spingermi a fare certe cose. Non vaccinandomi, o non vaccinando mio figlio, creo un potenziale pericolo per qualcun'altro, in sostanza sono io ad essere il vettore di un virus (ad esempio) che può causare la malattia in me (poco male, me la sono cercata) ma soprattutto in qualcun'altro, è il mio stato a creare pericolo per altre persone, come chi va a 200 km/h in auto, chi fa sesso non protetto pur essendo sieropositivo, ecc. Spero di avervi aperto un po' la mente (anche se ci credo poco).
Martedì 11 Settembre 2018, 23:26
Ma è veramente impossibile che un bambino si ferisca su una pietra contraendo il tetano?? Io non sono immunologo né medico quindi, date le mie conoscenze in materia, posso, anzi devo fidarmi di quello che mi dice un medico. Se l'ordine dei medici afferma che non ci sono controindicazioni alla somministrazione dei vaccini previsti io ho l'obbligo morale di fidarmi, come ce l'ho quando entro in sala operatoria, come c'è l'ho quando mi salvano la pelle al pronto soccorso. Di pari passo i medici hanno l'obbligo morale di intervenire nel modo migliore ogni qualvolta ho bisogno del loro operato. Io non ho la presunzione di giudicare un qualcosa non avendo le basi per farlo. Credo che viviamo in un'epoca pervasa dai dubbi, anche dove non dovrebbero essercene. Dovremmo ognuno di noi finirla di essere tuttologi e tornare ad essere medici, ingegneri, piloti, soldati...politici, ognuno col proprio ruolo ed ognuno esperto nel proprio campo, tanto che si abbia la giusta e normale fiducia nel medico, nell'ingegnere, nel pilota, nel soldato...e perché no (lo so che è difficile) anche nel politico.
Martedì 11 Settembre 2018, 23:09
P.S. Per me i fatti oggettivi sono altri, come sono altre le domande che mi pongo, tipo: quanti sono stati i casi in cui la somministrazione dei vaccini ha causato gravi problemi al vaccinato? E quanti di questi si sono protratti nel tempo? Poi, quanti sono stati i casi in cui le malattie per cui vengono somministrati i vaccini hanno causato morti, inabilità permanenti, temporanee o comunque graci sofferenze ai pazienti? Ecco, senza fare tante congetture, senza pensare alla Lorenzin, senza pensare a complotti, tresche strane, senza fare troppa filosofia...basta semplicemente cercare le risposte a queste domande per capire che, a prescindere da tutte le mezze verità che vi vengono raccontate e a cui fedelmente credete, il rapporto costo/beneficio è assolutamente a favore dei vaccini, in maniera scientificamente incontrovertibile. Ma purtroppo queste semplicissime risposte ad altrettanto semplicissime domande, non ve le andate a cercare...o meglio, non vi vengono proposte da coloro che "illuminano" le vostre menti...perché se lo facessero il gioco finirebbe subito.
Martedì 11 Settembre 2018, 22:47
Vede, i miei non sono esempi "alla Burioni", sono solo due degli innumerevoli esempi che raccontano i benefici portati da scelte dettate dalla volont√† di progresso, senza entrare nel campo della medicina che non mi azzardo ad affrontare perch√© non ne ho specifica conoscenza (cosa che immagino lei invece abbia). Ma soprattutto sono esempi che scaturiscono da un mio ragionamento, senza che il pensiero di Tizio, l'articolo di Caio, la presa di posizione di Sempronio, vadano a condizionare il mio modo di giudicare la problematica. Lei (non se la prenda eh) non √® altro che uno degli innumerevoli "dischi rotti" che, imbeccati per bene, giustificano il loro essere no Vax con argomentazioni che sono null'altro che teorie fantasiose scaturite da mezze verit√† raccontate ad arte da qualche bravo comunicatore. Quando chiedevo una risposta seria sapevo gi√† che non sarebbe arrivata, sapevo gi√† che avrei letto che alcune malattie sono state debellate dal miglioramento delle condizioni di vita, che altre sono addirittura proliferate grazie ai vaccini, della Lorenzin, dei grafici dell'Istat...insomma delle solite cose che non provengono da un suo ragionamento, ma di cui lei √® soltanto vettore, tramite, strumento di diffusione,come tutti quelli che come lei predicano le sue stesse identiche idee. Per carit√†, ognuno √® libero di pensare ci√≤ che vuole, credere che l'uomo non √® mai stato sulla luna o che la terra sia piatta ed √® il sole a girare attorno ad essa(anche Galileo vedeva il progresso, ma anche ai suoi tempi c'erano i "no star", ma poi...), ma lei, come tutti quelli che la pensano come lei, dovrebbero fare una scelta: per onest√† intellettuale e per dimostrare un briciolo di coerenza, dovrebbero diffidare in ogni caso da quella scienza che √® convinta che i vaccini rappresentano un bene. Quindi, per coerenza, non dovrebbe assumere antibiotici, aspirine, analgesici, antidolorifici, ecc...e se per caso avesse bisogno di cure un attimino pi√Ļ importanti credo sia giusto fare affidamento e riferimento a coloro i quali hanno "illuminato" la sua mente e quella di tante altre persone, quindi non la medicina ufficiale che √® chiaramente a favore dei vaccini. Per√≤ se domani lei, per un problema suo, di suo figlio, di suo nipote... si recasse dal medico curante per farsi prescrivere un antibiotico, allora mi dispiace ma, anche se ognuno pu√≤ pensare ci√≤ che vuole, non √® detto che il pensiero di ognuno sia degno di rispetto.
Martedì 11 Settembre 2018, 17:34
Luc Montagner ha semplicemente detto che non si possono negare eventuali aspetti indesiderati dei vaccini, ma cosa vuol dire?? Ha detto una semplice ovvietà, che però poi ognuno interpreta a piacere proprio o per il proprio tornaconto. Anche l'aspirina ha controindicazioni, come gli antibiotici...come ogni medicinale. Quindi?? Dove sta il dramma?? Parlando di pensionati, braccianti e casalinghe volevo semplicemente enfatizzare il fatto che al giorno d'oggi ognuno è in grado di dare pareri, ma purtroppo nessuno o quasi fa questa semplice riflessione: "ma io, che strumenti ho a disposizione per dare un giudizio circostanziato, qualificato e coerente??"
Martedì 11 Settembre 2018, 17:12
La risposta c'√® ed √® semplicissima, si esprime in una sola parola: progresso. Perch√© il mondo va avanti, e avanti deve andare e non tornare indietro come (spero incoscientemente) vorrebbero alcuni che la pensano come lei. Quante cose in passato non venivano considerate ed ora lo sono?? Lo sa che fino agli anni 70 non esistevano i limiti di velocit√†?? Mi sembra che adesso siano una cosa normale e sar√† d'accordo con me che possono salvare ed hanno salvato molte vite. Eppure non venivano considerati. Proprio il governo attuale sta introducendo una norma su dei dispositivi di allarme per i seggiolini: ma perch√© (potrebbe dire chi la pensa come lei), in dieci anni ci sono stati solo 8 morti (meno di uno all'anno), come mai questa improvvisa necessit√† di questi dispositivi?? Progresso, si chiama progresso. Il rapporto tra i benefici e le controindicazioni dei vaccini (al netto delle favole che si sentono in giro) √® assolutamente a favore dei primi, e per capirlo non serve avere chiss√† quale background, basta pensare con la propria testa, e non con quella di qualcun altro. Se con un rapporto costo/beneficio a nostro vantaggio riusciamo a limitare, riducendolo al minimo, l'insorgere di alcune malattie, aiutando cos√¨ anche coloro che hanno pi√Ļ difficolt√† a proteggersi, mi darebbe una spiegazione logica e circostanziata sul perch√© non farlo?? Ovviamente al netto dei complotti, dei guadagni delle case farmaceutiche, degli intrallazzi e delle svariate cavolate...insomma saprebbe dare una risposta seria?
Martedì 11 Settembre 2018, 15:21
Dai commenti si evince chiaramente che la percezione che hanno i no Vax del problema, oltre ad essere priva di logica, è incancrenita a tal punto da non essere scalfita da nulla. Sono alcuni dei prodotti della società del ventunesimo secolo, in cui tutti danno pareri scientifici senza avere alcuna base per darli, solo perché qualcuno ha detto qualcosa che magari colpisce la curiosità, o su Facebook qualcun'altro ha detto qualche altra cosa che accende il loro spirito da tifosi. Quindi trovi casalinghe che contestano il parere di immunologi, braccianti agricoli che contestano l'operato di chirurghi, o allegri pensionati che sono convinti di conoscere la meccanica quantistica meglio di un fisico nucleare. Ecco il bello e il brutto dei social: hanno dato la possibilità a tutti di dare opinioni su tutto, alcune delle quali ai meno attenti possono sembrare anche condivisibili (se si è bravi, con tante mezze verità, con qualche mezza foto, ecc. si può dimostrare tutto e il contrario di tutto), ma non si è considerato che nessuno è in grado di dare giudizi circostanziati su tutto. E questo è un problema che va oltre i no vax: con i social basta un'idea affascinante, anche se assolutamente fasulla, a creare grosse correnti di pensiero. Comunque, quello nello specifico potrebbe aiutare molte persone a comprendere è solo il vivere direttamente certe situazioni, quindi dover convivere con situazioni in cui si è genitori, nonni, zii di un bambino come quello dell'articolo. Lo scontrarsi con la realtà può far aprire gli occhi anche a chi non vuol vedere, perché dove non arriva l'intelligenza e la logica, e dove la coscienza fatica a farsi strada, potrebbe magari arrivare un po' di sano egoismo a far svegliare l'animo di queste persone.
Venerdì 31 Agosto 2018, 23:05
Fanno un sondaggio su un argomento di dubbia utilità, i due terzi dei partecipanti sono tedeschi e...tutti quanti, dal Portogallo all'Ungheria, da Lampedusa a Dublino, si dovranno adeguare. Come se le esigenze di un tedesco o di un lituano siano le medesime di uno spagnolo, italiano, portoghese o sloveno. Questi sono gli argomenti su cui si prendono decisioni e questi sono i metodi che si usano per prenderle. Signori, ecco la UE!! Il festival dell'inutile, il Sancta Santcorum del ridicolo.
Mercoledì 29 Agosto 2018, 14:25
Magari questo è il suo punto di vista, ma molti quell'arroganza (che fa rima con ignoranza) ce l'hanno, eccome. In questo caso di quale problema altrui ci dovrebbe far carico?? Eppure....
Martedì 21 Agosto 2018, 15:58
Chiamiamo le cose con il proprio nome. Chi compra delle azioni di una società quotata in borsa per ricavarne un possibile guadagno non è un risparmiatore, si chiama investitore; cioè investe il proprio denaro sperando in un cospicuo guadagno, accettando però anche il rischio di poter perdere tutto. Non confondiamo il risparmiatore truffato dalle banche, che si credeva risparmiatore invece era investitore, con l'investitore vero e proprio. E che facciamo, appena le azioni di una qualsiasi azienda perdono di valore facciamo intervenire lo stato a tutelare coloro che hanno investito comprando quelle azioni?? Credo che, sempre al fine di creare discredito e allarmismo riguardo alcune posizioni o possibili decisioni politiche, si tende a distorcere la realtà.
Lunedì 20 Agosto 2018, 11:00
Visto che lei constatata i fatti, sarebbe in grado di dirmi quando √® stata l'ultima occasione in cui uno questi che lei definisce "trabiccoli" √® caduto sulla casa del contadino, un centro abitato o una strada coinvolgendo terzi nell'incidente?? (poi perch√© proprio quella del contadino...mah) Non si affanni a cercare, non trover√† nulla. Immagino che lei conosca le procedure di sicurezza che ogni pilota mette in atto quando √® in volo per ridurre al minimo il rischio di coinvolgere abitati in caso di incidente, giusto?? No, non ne ha la pi√Ļ pallida idea, altrimenti non direbbe certe cose. Fossi in lei mi preoccuperei molto di pi√Ļ a camminare per strada, c'√® sempre un automobilista con lo smartphone pronto a non vederla e ad investirla...e queste sono cose che succedono tutti i giorni, questa si che non √® cattiveria ma constatazione dei fatti.
Lunedì 20 Agosto 2018, 08:00
Tutti esperti tuttologi assolutamente irrispettosi della vita altrui, fagocitatori di sentenze senza un minimo di background che gli permetta di dire cose sensate, invidiosi di qualcuno che comunque è morto facendo qualcosa che amava e che voi per impossibilità, incapacità o viltà non siete in grado di fare. Chissà mai se un giorno bisognerà soccorrere qualcuno di voi mentre, in preda a una crisi compulsiva da commento insensato, viene improvvisamente colpito da un crampo al polso...
Giovedì 16 Agosto 2018, 14:50
Esistono procedure, che chi vola conosce benissimo, seguendo le quali si riduce al minimo la possibilit√† che qualsiasi incidente aereo coinvolga centri abitati. Mi saprebbe dire quale √® stato l'ultimo aereo da turismo (o un ultraleggero) che ha avuto un'emergenza ed caduto accidentalmente su un centro abitato?? Ne ha memoria?? Fossi in lei mi preoccuperei di altre cose: ad esempio quando esce a camminare per strada, √® molto pi√Ļ probabile che qualche automobilista intento a smanettare con lo smartphone la investa piuttosto che un aereo finisca sopra casa sua, si fidi.
Giovedì 16 Agosto 2018, 10:20
E basta!!! Chi la vince ci fa quel che vuole. La dignità di questa cavalla è come quella di tutti gli altri animali di cui quotidianamente ci nutriamo. Chi si vuole mangiare gli sfilacci può anche andare in macelleria o al centro commerciale per comprarli e, incredibile a dirsi, anche quelli sono fatti con la carne di un cavallo a cui è stata fatta la festa (o qualcuno crede che le bistecche nascano al banco frigo del supermercato??) Se in palio ci fosse stato un prosciutto avrebbero alzato tutto sto polverone invocando la resurrezione dello sventurato maiale??.... Ah, forse è per quello che hanno interessato il vescovo... Animalisti, gente che impiega il proprio tempo ad infastidire il prossimo con spot carichi di ideologia priva di logica, coerenza e buon senso.