Viene multato e insulta la polizia
su Facebook: camionista nei guai
Al vaglio anche "like" e commenti

PER APPROFONDIRE: facebook, multa, polizia stradale, sora
Insulta polizia su Facebook:  camionista finisce nei guai

di Stefano De Angelis

Viene multato per l’utilizzo del telefonino durante la guida e, per tutta risposta, non digerendo quella contravvenzione, si sfoga su Facebook con un post contro gli agenti che lo avevano sanzionato. Ora la polstrada di Sora ha fatto scattare la denuncia all’autorità giudiziaria. Non solo: la posizione di altri internauti che hanno messo un like o commentato quel post è al vaglio degli investigatori. Sul caso insorge il sindacato Uil polizia, che annuncia di essere pronto a dare mandato ai propri legali per costituirsi parte civile a tutela delle unità in forza al distaccamento della città fluviale. È accaduto qualche giorno fa. Una pattuglia, stando alla ricostruzione, ha notato che il conducente di un’auto, un camionista di 42 anni, stava parlando al telefonino mentre era al volante. È stato fermato e, alla fine, gli è stata comminata una multa di 168 euro per violazione del Codice della strada.


È passato poco tempo e sul profilo Fb dell’automobilista è comparso un post: «La polizia stradale di Sora fa schifo...ti ferma e senza motivo valido fa multe solo per fare cassa...i soldi che state raccogliendo ve li dovete mangiare a medicine voi ed i vostri figli...fate schifo vergognatevi». Frasi che sono balzate all’attenzione degli agenti di Sora, che, ieri mattina, hanno stilato una relazione. Da qui il comando di competenza, ricevuta la segnalazione, ha inviato una denuncia alla Procura di Cassino, con un dettagliato rapporto in cui si fa riferimento anche alle «reazioni» degli utenti al contenuto pubblicato.

LA RABBIA DEL SINDACATO
A stretto giro è intervenuto anche il sindacato Unione italiana del lavoro. Il segretario generale della Uil polizia di Frosinone, Norberto Scala, in una nota, chiede l’intervento del ministro dell’Interno: «Non è la prima volta che appartenenti alle forze dell’ordine sono fatti oggetto di minacce, ingiurie, aggressioni e tanto altro. Mi appello direttamente al ministro Salvini affinché si faccia portavoce di significative iniziative volte alla tutela di chi ogni giorno, oltre a essere insultato e in particolari circostanze persino malmenato, rischia la vita, ma, nonostante le diverse situazioni di pericolo, continua ad assicurare la presenza sul territorio al fine di garantire sicurezza ai cittadini».

IL MESSAGGIO AL CONDUCENTE
Poi Scala, rivolgendosi al camionista, aggiunge: «Il 90 per cento degli incidenti stradali è causato da cattive abitudini al volante e guardare il cellulare mentre si guida equivale a guidare bendati. In proposito vorrei ricordarle che la polizia stradale di Sora non è sulla strada a raccattare soldi: ogni giorno inizia il servizio partendo dal controllo dei pullman per le gite scolastiche» per prevenire ogni rischio per bambini, ragazzi e accompagnatori. «Vorrei farle notare - prosegue - che, invece di farsi trasportare dalla rabbia del momento, avrebbe dovuto ringraziare le forze dell’ordine: una multa può essere un deterrente per indurla a non utilizzare in futuro il cellulare durante la marcia, evitandole così situazioni di pericolo».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 10 Ottobre 2018, 13:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Viene multato e insulta la polizia
su Facebook: camionista nei guai
Al vaglio anche "like" e commenti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-10-10 23:51:00
Qui in Giappone guardano anche la televisione fin che guidano, non capisco tutto questo zelo per il cellulare, gli incidenti non e' che si evitano con multe o repressione, se devono succedere succedono, piuttosto meglio educare dalle scuole, per esperienza appena suona il cellulare molti si fermano sul ciglio della strada, ecco succedono piu' incidenti in questo caso, guardiamo i numeri reali per favore
2018-10-10 20:06:10
Su zou tube si vede un filmato girato in una cabina di un camion, il tipo fa di tutto con il cellulare mentre viaggia, fino a quando tampona violentemente macchine in colonna........e purtroppo muore una persona, questo dovrebbe far riflettere, non lanciarsi verso la polizia stradale o i carabinieri per una multa di questo genere......