Facebook, arriva Messenger Kids: il social network apre anche ai bambini

PER APPROFONDIRE: bambini, facebook, messenger kids
Arriva Messenger Kids: il social network apre anche ai bambini
Facebook si apre per la prima volta agli "under 13", che di regola non possono frequentare il social network. La piattaforma apre la sua chat ai bambini col lancio di una nuova applicazione dedicata, che si chiama Messenger Kids. La nuova app, rassicura la compagnia, non richiede un account su Facebook dei bimbi ma si utilizza tramite l'account sul social dei genitori. Saranno mamma e papà, insomma, ad autorizzare l'uso di Messenger Kids e a decidere con quali contatti i loro figli potranno scambiare messaggi e avviare videochat. La novità per ora parte negli Stati Uniti, in anteprima per alcuni gruppi di utenti e solo per iPhone e iPad. Il social pensa comunque di portare l'applicazione presto anche sui dispositivi Android e Amazon, mentre non ci sono dettagli sull'esordio al di fuori degli Usa.

Messenger Kids sarà condita di emoji e adesivi pensati per i più piccoli e, sottolinea Facebook, non prevede pubblicità, né la possibilità di fare acquisti. La mossa segue l'attenzione crescente delle piattaforme digitali verso i bambini, con esiti non sempre positivi. YouTube ad esempio ha lanciato un servizio a parte per i bambini ed è nella bufera per i casi di video con contenuti violenti, non appropriati e per commenti osceni ai filmati con minori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 4 Dicembre 2017, 15:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Facebook, arriva Messenger Kids: il social network apre anche ai bambini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-12-05 12:34:12
bene, rimbecilliamoli già da piccoli...
2017-12-04 17:50:09
e poi dicono che le future generazioni non hanno fantasia; e ti credo quando l'industria è aggressiva in questa maniera ed i genitori hanno la "testa" di permettere a dei bambini di viaggiare da soli in internet, che cosa ci si può aspettare?