Sicurezza: Roberti, ok preliminare a Programma 2019 da 4,4 mln

Sicurezza: Roberti, ok preliminare a Programma 2019 da 4,4 mln
Autotutela Polizia locale: dal tonfa al bastone estensibile

Trieste, 22 feb - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sicurezza e alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti, ha approvato in via preliminare il Programma regionale di finanziamento in materia di politiche per la sicurezza per l'anno 2019.

A disposizione si sono 4,4 milioni di euro, di cui 3,9 a favore degli Enti locali dotati di un corpo di Polizia locale (3 milioni in conto capitale e 900mila sulle spese correnti) e 500mila euro in parte corrente per la realizzazione di progetti proposti dagli Enti locali a tutela della popolazione.

"Con queste risorse - ha commentato Roberti - diamo una risposta importante alle esigenze di sicurezza del territorio. Dei 4,4 milioni, i 3 in conto capitale serviranno all'acquisto di telecamere di videosorveglianza, all'armamento dei corpi di Polizia locale e a ulteriori migliorie degli strumenti tecnologici a presidio del territorio, mentre gli 1,4 di spesa corrente saranno destinati a spese di manutenzione - parco macchine, strumentazioni, divise - e alla copertura dei progetti per le fasce deboli della popolazione".

L'assessore ha ricordato che "le risorse del Programma regionale della sicurezza 2019 si vanno ad aggiungere ai 3,5 milioni del Fondo sicurezza per i Comuni, ai 6,5 milioni nel triennio delle concertazioni anch'esse fissate nella legge di stabilità e a agli altri 600mila euro a favore dei Comuni capoluogo per progetti con istituti di vigilanza privata".

Il Programma della sicurezza 2019, prima di approdare in Giunta, aveva già registrato il consenso del tavolo tecnico con i comandanti della Polizia locale. Ora passerà all'esame del Consiglio delle autonomie locali e della V Commissione consiliare, per poi essere approvato dalla Giunta in via definitiva.

Sempre nella Giunta odierna e su proposta di Roberti, l'Esecutivo regionale ha approvato le modifiche al regolamento sugli strumenti di autotutela della Polizia locale, che si richiama alla legge 9 del 2009. In sostanza, il "tonfa" viene sostituito dal più avanzato "bastone estensibile", in materiale sintetico e composto da elementi telescopici, della stessa lunghezza in condizione aperta di 60 centimetri. ARC/PPH/ep

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 22 Febbraio 2019, 14:00




Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Sicurezza: Roberti, ok preliminare a Programma 2019 da 4,4 mln
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti